Ultimi post
  • 24 feb 2017

    Carnevale in mascher-ina con Critical Mass Prato!

    di Cristina Betti

    Domenica 26 febbraio un nuovo appuntamento per la biciclettata di Critical Mass Prato! Partenza alle ore 15:30 in Santa Maria delle Carceri. Dotatevi di mascherine anti-smog! Critical Mass Prato, dopo il successo della biciclettata di Natale, ha organizzato per domenica 26 febbraio un nuovo giro per le vie della città in occasione del carnevale. Va bene portare una maschera ma, meglio ancora, una mascherina anti-smog per denunciare gli alti livelli di inquinamento atmosferico che hanno caratterizzato Prato negli ultimi mesi (per avere un'idea, leggete il nostro articolo qui). La partenza è prevista alle ore 15:30 da Piazza delle Carceri e si concluderà verso le 17:30. Come previsto per ogni critical mass che si rispetti, venite in bicicletta, pattini o skateboard. Così l'evento è presentato sulla pagina facebook del gruppo Critical Mass Prato: Il Carnevale quest'anno arriva in bicicletta! Venghino signori venghino a prendere parte al carro di carnevale della critical mass! Bastano una bicicletta ( o dei pattini, o uno skateboard ) e una mascherina antismog (o carnevalesca)... la musica la portiamo noi! Ritrovo in Piazza delle Carceri alle 15.30.Giovedì 23 invece festeggiamo con gli amici della critical mass fiorentina! https://www.facebook.com/events/259040971202874/ Per chi non lo sapesse, la critical mass è una coincidenza organizzata di ciclisti, in altre parole un gruppo di ciclisti, amici e non, che si ritrovano in bici e che hanno voglia di godersi la città pedalando. E’ un modo per riconquistarsi la città, completamente occupata dalle macchine, attraverso uno strumento come quello della bicicletta, che rivendica una migliore mobilità nelle città ed anche un minor impatto ambientale. La critical mass non è una protesta, uno sciopero, o una manifestazione. Il loro slogan è “noi non blocchiamo il traffico, noi siamo il traffico”: non chiedono nulla se non di riprendersi gli spazi stradali che ad oggi sono ad uso esclusivo di macchine, suv e motori.  

    Leggi tutto
  • 23 feb 2017

    Domani torna M'illumino di meno

    di Alessandra Santoni

    Domani, venerdì 24 febbraio 2017, si svolgerà la 13esima edizione dell'iniziativa M'illumino di meno, promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di RadioRai2. Quest'anno, oltre ai classici "spegnimenti" di varia natura ai quali si invitano i soggetti più disparati (istituzioni di tutti i livelli, associazioni culturali, scuole, ma anche e soprattutto i singoli cittadini), la manifestazione invita tutti coloro che aderiscono ad un gesto di condivisione contro lo spreco di risorse. Infatti la più grande causa di dispersione energetica sono gli sprechi che riguardano tutto il nostro quotidiano: alimentazione, trasporti, comunicazione: per questo Caterpillar venerdì vi invita a CondiVivere, dando un passaggio ai colleghi, organizzando una cena collettiva nel proprio condominio, aprendo la propria rete wireless ai vicini e in generale compiendo un qualunque gesto di condivisione di risorse nella battaglia allo spreco. Alle mondo della scuola si chiede di giocare ad immaginare un supereroe che combatte gli sprechi energetici, a quello dello sport di promuovere attività sportive di sensibilizzazione, perché l'energia più pulita che ci sia è quella che creiamo noi, muovendoci senza inquinare. Anche l'SNPA, il Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente, aderisce all'iniziativa, attuando nelle proprie agenzie lo spegnimento del riscaldamento, la disattivazione di parte degli ascensori tra le 15.00 e le 18.00 e la promozione di comportamenti "energeticamente virtuosi" su base volontaria (ritardata accensione delle luci, rinuncia all'acqua calda in ufficio, attivazione della modalità di risparmio energetico nell'utilizzo delle apparecchiature elettroniche, modalità di spostamento sostenibili). Allora, buon M'illumino di meno a tutti!

    Leggi tutto

Leggi tutti

21 feb 2017

Parcheggio in do' voglio: sul posteggio disabili (20/02/17, 17:30)

Maserati arenata abusivamente sul posteggio per disabili. Molto probabilmente il proprietario pensa che le linee gialle per terra facciano risaltare il suo giocattolo. Succede a Galciana. Parcheggio in do' voglio è la nostra piccola bacheca di “denuncia” civica degli automobilisti incivili. Regole del gioco: Fai una foto a qualche simpaticone che parcheggia nei posti più improbabili, Vai alla rubrica Segnalazioni e clicca su Fai la tua segnalazione, Usa questa intestazione per il titolo: Parcheggio in do' voglio: luogo + (data+ora), Copri nel modo che preferisci la targa (per evitare fastidiosi problemi…) e carica la foto come immagine in evidenza. Se non sei in grado non ti preoccupare, ci pensiamo noi! Se vuoi puoi aggiungere un commento ma, per favore, vacci piano Clicca su pubblica. Il post verrà vagliato dalla redazione e poi pubblicato. Ricomincia da capo! Tanto non ti mancheranno le fonti di ispirazione…

Leggi tutto
28 dic 2016

Le Velostation

Diffusissime nel centro-nord Europa, ma ancora latitanti dalle nostre parti, le Velostation sono il sogno di ogni ciclista urbano e l'incubo di ogni ladro di biciclette.   Le Velostation sono edifici accessori la cui caratteristica principale è quella di fornire un parcheggio al coperto e custodito per le biciclette, ma dove in realtà si forniscono anche altri servizi. Infatti al parcheggio vengono affiancati bar, officine, negozi per biciclette. Solitamente le VS sono realizzate in prossimità di nodi di scambio intermodale, quindi una zona idonea a questo scopo, per la nostra città, potrebbe essere la Stazione di Prato Porta al Serraglio. La Stazione di PPS ha infatti già un nucleo, seppur basilare, di parcheggio coperto per biciclette; c'è molto spazio; è una fermata strategica di Trenitalia; è inoltre un luogo molto vicino al centro. Questa Velo-Station, che creerebbe una zona parcheggio-officina unita ad un'area commerciale (negozi di bici, bar) oltre ad incentivare l'uso della bici anche per percorrenze più lunghe (bici più treno) permetterebbe la riqualificazione della zona che, negli ultimi tempi, è soggetta a situazione di degrado: questa nuova area di “maggiore sociabilità e frequentazione” permetterebbe quindi una vita diversa della zona e un miglioramento estetico-funzionale, con conseguente riqualificazione. Ultimata la VS di Porta al Serraglio, inoltre, si potrebbe pensare procede alla realizzazione di altre Velostation simili in prossimità delle altre stazioni ferroviarie della città (Centrale e Borgonuovo).  

Leggi tutto
  • Giulio Di Chiara
    In bocca al lupo ragazzi!
    LEGGI Commenti 0
    15 nov 2016 15:16