Ultimi post
  • 27 mar 2017

    SOS animali feriti: il numero da chiamare per chiedere aiuto

    di Cristina Betti

    Prato è una delle poche provincie in Italia a  potersi vantare di uno sportello dedicato agli animali e anche di un Pronto soccorso veterinario gestito dal Comune di Prato e dal servizio  SOS Animali: telefono 345 3220066. Un paio di settimane fa in Via Roma, un Suv ha investito un gatto e se n'è fuggito senza prestare soccorso: fortunatamente nell'area erano presenti delle telecamere che hanno inchiodato l'investitore, accusato di omissione di soccorso animale (multa di 413 euro, più altri 41 perché l'incidente è avvenuto nei pressi di un attraversamento pedonale). A questo punto molti cittadini si sono chiesti: cosa fare, e soprattutto, chi chiamare, in caso di un incidente con un animale? Prato possiede uno sportello dedicato agli animali in via dell'Accademia 42, e anche un Pronto soccorso veterinario gestito dal Comune di Prato e dal servizio  SOS Animali (telefono 345 3220066). In caso di ritrovamento di un cane o di un gatto ferito su tutto il territorio della Provincia di Prato, gli operatori del S.O.S Animali provvederanno al recupero dell'animale e al suo immediato ricovero presso un ambulatorio veterinario convenzionato. Il trasporto e le cure mediche sono gratuite per gli animali randagi. Una volta curati, i cani non padronali saranno portati al canile e i gatti saranno ricondotti alla propria colonia felina.      

    Leggi tutto
  • 24 mar 2017

    Torna la quinta edizione di "Un Prato di libri"!

    di Alessandra Santoni

    Sta tornando Un Prato di libri, la manifestazione organizzata dall'associazione "Il geranio" onlus che andrà avanti fino a giugno con incontri, letture, spettacoli, mostre e altro ancora. In palazzo comunale a Prato Giulia Benelli, organizzatrice dell'evento, parla degli appuntamenti più salienti dei ben 80 in calendario. Per esempio la mostra fotografica di Angela Bartoletti che ha immortalato personaggi della provincia di Prato con il loro libro preferito di quando erano bambini (dal 1 al 30 aprile presso la spazio espositivo della Biblioteca Lazzerini). Invece dal 6 aprile al 27 maggio a Palazzo Datini si terrà la mostra di libri d'artista prodotti da ragazzi insieme agli antichi libri per l'infanzia del fondo "Biblioteca Salvi Cristiani" dell'archivio di Stato di Prato con le acqueforti di Sigfrido Bartolini, il più famoso illustratore di Pinocchio. Le giornate clou attorno alle quali ruotano gli altri eventi saranno tre, il 7, 8 e 9 aprile: il 7 si inizia alle 7.00 del mattino sulla terrazza di Palazzo Pretorio con la lettura di Giusi Quarenghi; arriverà a Prato anche Giacomo Mazzariol e poi, dalle ore 18.00, don Antonio Mazzi sarà a palazzo vescovile per un incontro organizzato in collaborazione con la diocesi. Tornerà anche la maratona di lettura che vedrà la partecipazione di un gruppo del Trentino e poi le notti bianche per lettori insonni. L'assessore comunale alla cultura Simone Mangani si ritiene molto soddisfatto: E' un occasione di confronto con i tanti autori che verranno, ed è bello lavorare con altri Comuni. Infatti, coinvolti in un Un Prato di libri ci sono anche altre amministrazioni comunali della provincia di Prato felici di poter ospitare iniziative di questa portata: Ilaria Bugetti, consigliere regionale, spiega come la Regione abbia dato il suo contributo per la realizzazione dell'evento: E' l'unico progetto di questo tipo che la Regione finanzia. Il vero grazie deve andare a Giulia Benelli per la sua dote vulcanica nel promuovere l'iniziativa con autori che qualificano la scuola e che danno il piacere di riscoprire il profumo dei libri. Tutte le informazioni sugli eventi le trovate visitando la pagina Facebook dell'evento!

    Leggi tutto

Leggi tutti

21 feb 2017

Parcheggio in do' voglio: sul posteggio disabili (20/02/17, 17:30)

Maserati arenata abusivamente sul posteggio per disabili. Molto probabilmente il proprietario pensa che le linee gialle per terra facciano risaltare il suo giocattolo. Succede a Galciana. Parcheggio in do' voglio è la nostra piccola bacheca di “denuncia” civica degli automobilisti incivili. Regole del gioco: Fai una foto a qualche simpaticone che parcheggia nei posti più improbabili, Vai alla rubrica Segnalazioni e clicca su Fai la tua segnalazione, Usa questa intestazione per il titolo: Parcheggio in do' voglio: luogo + (data+ora), Copri nel modo che preferisci la targa (per evitare fastidiosi problemi…) e carica la foto come immagine in evidenza. Se non sei in grado non ti preoccupare, ci pensiamo noi! Se vuoi puoi aggiungere un commento ma, per favore, vacci piano Clicca su pubblica. Il post verrà vagliato dalla redazione e poi pubblicato. Ricomincia da capo! Tanto non ti mancheranno le fonti di ispirazione…

Leggi tutto
28 dic 2016

Le Velostation

Diffusissime nel centro-nord Europa, ma ancora latitanti dalle nostre parti, le Velostation sono il sogno di ogni ciclista urbano e l'incubo di ogni ladro di biciclette.   Le Velostation sono edifici accessori la cui caratteristica principale è quella di fornire un parcheggio al coperto e custodito per le biciclette, ma dove in realtà si forniscono anche altri servizi. Infatti al parcheggio vengono affiancati bar, officine, negozi per biciclette. Solitamente le VS sono realizzate in prossimità di nodi di scambio intermodale, quindi una zona idonea a questo scopo, per la nostra città, potrebbe essere la Stazione di Prato Porta al Serraglio. La Stazione di PPS ha infatti già un nucleo, seppur basilare, di parcheggio coperto per biciclette; c'è molto spazio; è una fermata strategica di Trenitalia; è inoltre un luogo molto vicino al centro. Questa Velo-Station, che creerebbe una zona parcheggio-officina unita ad un'area commerciale (negozi di bici, bar) oltre ad incentivare l'uso della bici anche per percorrenze più lunghe (bici più treno) permetterebbe la riqualificazione della zona che, negli ultimi tempi, è soggetta a situazione di degrado: questa nuova area di “maggiore sociabilità e frequentazione” permetterebbe quindi una vita diversa della zona e un miglioramento estetico-funzionale, con conseguente riqualificazione. Ultimata la VS di Porta al Serraglio, inoltre, si potrebbe pensare procede alla realizzazione di altre Velostation simili in prossimità delle altre stazioni ferroviarie della città (Centrale e Borgonuovo).  

Leggi tutto
  • Giulio Di Chiara
    In bocca al lupo ragazzi!
    LEGGI Commenti 0
    15 nov 2016 15:16