Articolo
30 gen 2020

Il nuovo E-Citaro: ecco il primo bus elettrico a Prato

di Mobilita Prato

Ecco il nuovo autobus E-Citaro di Evobus Mercedes, il bus urbano 100% elettrico che la casa tedesca ha voluto affidare a CAP per 12 giorni di test in strada. Un evento unico per Prato e per la sua cittadinanza che avrà l’opportunità di toccare con mano l’ultimo step di tecnologia applicata al trasporto pubblico locale. Energia verde per la tua mobilità Il nuovo E-Citaro ha una trazione completamente elettrica ed apre la strada all’E-Mobility ad impatto zero per la città: viaggia senza produrre alcuna emissione e praticamente alcun rumore. E-Citaro è lungo 12 metri ed ha una capienza massima di 88 passeggeri, mantenendo un elevato livello di comfort a bordo. Le batterie sono posizionate sul tetto del veicolo e, in caso di batterie supplementari, in coda non privando perciò l’abitacolo di ampi spazi e opportunità di carico. Elevati anche gli standard di sicurezza di cui questo autobus è dotato. Si aggiungono infatti, alle dotazioni standard del tradizionale Citaro, due sistemi di assistenza alla guida moderni: il Side Guard Assist, che aiuta il conducente a riconoscere tempestivamente situazioni critiche nel caso di cambio di direzione ed il Preventive Brake Assist che assiste preventivamente la frenata aumentando così la sicurezza dei pedoni. Anche in caso di carico completo e più alto consumo energetico, E-Citaro si è dimostrato in grado di produrre il 40% di energia in meno rispetto ai bus a trazione endotermica. Il Futuro Sostenibile, la via per la città del domani CAP ha voluto cogliere questa opportunità ed utilizzare il nuovo bus per avviare in città un vero e proprio dibattito su quella che potrà essere la mobilità del futuro. È per questo che il nuovo E-Citaro, oltre a vederlo sulle linee urbane di Prato, sarà protagonista anche di alcuni eventi in città che riguarderanno le scuole del territorio, i professionisti, le istituzioni e le associazioni culturali

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 ott 2019

Inaugurato oggi l’area di sosta da 165 posti auto tra via del Lazzeretto e via delle Badie

di Mobilita Prato

Inaugurato oggi, alla presenza del sindaco Matteo Biffoni, l'assessore all'Urbanistica Valerio Barberis, l'assessore alla città Curata Cristina Sanzò e il presidente di Cap Giuseppe Gori, l'area di sosta da 165 posti auto tra via del Lazzeretto e via delle Badie. L’opera, a carico della Cap, rientra nel cosiddetto piano Cap, che prevede tre lotti. L’azienda di trasporti in via del Romito riqualificherà un immobile per adibirlo ad uffici, mentre in via del Lazzeretto amplierà l’area deposito bus e l’officina. In cambio la Cap ha costruito nell’area tra via del Lazzeretto e via delle Badie un parcheggio pubblico da 165 posti auto che prevede anche un’area a verde e la piantumazione di circa 200 alberi.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ott 2019

Da domani entreranno in servizio i varchi elettronici nei bus della LAM Viola

di Mobilita Prato

Dopo la presentazione del primo prototipo avvenuta in occasione dell’inaugurazione dei nuovi bus ibridi, il prossimo 7 Ottobre entreranno ufficialmente in servizio i varchi elettronici all’ingresso degli autobus della LAM Viola. Cosa fare una volta saliti a bordo Salendo su uno dei mezzi della LAM Viola ci si troverà di fronte al nuovo varco elettronico. Basterà bippare la propria Carta Mobile o inserire il proprio biglietto nella validatrice posta in prossimità della nuova struttura e attendere che il varco apra le proprie porte, unitamente all’emissione del suono “Bip” e della comparsa di luce verde che certificheranno a tutti i passeggeri che si è in possesso di un titolo valido e correttamente validato. In caso di titolo di viaggio non valido, il varco rimarrà chiuso e verrà rilasciato un suono “Bop” insieme ad una luce rossa. Se si vuole proseguire il viaggio, sarà necessario dotarsi di un biglietto a bordo, acquistabile dall’autista, o utilizzare il servizio SMS (in caso di spostamento entro la rete urbana). Un viaggio sempre più rispettoso Nessun cambiamento nelle abitudini di quei clienti abituati a bippare la propria Carta Mobile. Il gesto da compiere sarà lo stesso.  Il varco elettronico è un ulteriore strumento a servizio del viaggiatore che garantisce valore al proprio viaggio e permette di promuovere ulteriormente quel controllo sociale che già si è registrato a bordo dei mezzi CAP una volta introdotta Carta Mobile ed il nuovo sistema di bigliettazione elettronica nel 2015. Foto di copertina: TV Prato

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 nov 2018

Lavori in via Roma, ecco tutte le deviazioni della linea LAM-MT azzurra SUD

di Mobilita Prato

Dalle ore 09:00 di giovedì 22 novembre 2018 e fino al termine dei lavori allo scopo di consentire l’esecuzione di lavori di risanamento del manto stradale e di rifacimento del tappeto d’usura sarà istituito un senso unico di circolazione in Via Roma a Prato nel tratto compreso tra Via Franco Sacchetti e Via Paronese in direzione di quest’ultima. Pertanto la linea LAM-MT azzurra SUD dovrà effettuare le seguenti deviazioni temporanee di percorso: Direzione POGGIO A CAIANO: “Percorso regolare fino a Via Roma, poi alla rotatoria a destra su Via Paronese, alla terza rotatoria a sinistra su Via dei Fossi, sinistra Via Traversa il Crocifisso, destra Via Roma, poi regolare”. Direzione SEANO: “Percorso regolare fino a Via Roma, poi alla rotatoria a destra su Via Paronese, alla terza rotatoria a sinistra su Via dei Fossi, sinistra Via Traversa il Crocifisso, sinistra Via Roma, sinistra Via Maestri del Lavoro (Conad), poi regolare”. Direzione PRATO: “Percorso regolare”. Fermate: tutte quelle esistenti sul percorso in deviazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 nov 2018

CAP, da lunedì modifiche della LINEA V

di Mobilita Prato

CAP autolinee scarl informa la Spettabile Clientela che da lunedì 19 novembre 2018 il servizio della LINEA V subirà le seguenti modifiche: - La corsa feriale escluso sabato delle ore 18:20 in partenza da Vernio per Sant’Ippolito di Vernio sarà posticipata alle ore 18:25; - La corsa feriale escluso sabato delle ore 18:30 in partenza da Sant’Ippolito di Vernio per Vernio sarà posticipata alle ore 18:35; - La corsa feriale escluso sabato delle ore 18:40 in partenza da Vernio per Sasseta, Luciana e Cavarzano sarà soppressa; - Istituzione di una nuova corsa feriale escluso sabato alle ore 19:05 in partenza da Vernio per La Villa, Luicciana e Cantagallo; - La corsa feriale escluso sabato delle ore 19:05 in partenza da Cavarzano per Vernio sarà soppressa; - La corsa feriale escluso sabato delle ore 19:25 in partenza da Vernio per La Villa, Luicciana e Cantagallo sarà soppressa; - La corsa feriale escluso sabato delle ore 19:25 in partenza da Vernio per Cavarzano sarà soppressa; - Istituzione di una nuova corsa feriale escluso sabato alle ore 19:30 in partenza da Cantagallo per Luicciana e Vernio; - La corsa feriale escluso sabato delle ore 19:40 in partenza da Cavarzano per Vernio sarà soppressa; - Istituzione di una nuova corsa feriale escluso sabato alle ore 19:50 in partenza da Vernio per Cavarzano; - La corsa feriale escluso sabato delle ore 19:50 in partenza da Cantagallo per Luicciana e Vernio sarà soppressa; - Istituzione di una nuova corsa feriale escluso sabato alle ore 20:05 in partenza da Cavarzano per Luciana, Sasseta e Vernio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 nov 2018

Piano di recupero Cap, partito il cantiere a Le Badie

di Mobilita Prato

Ha preso il via il cantiere del Piano di recupero Cap con il quale il Comune va a riqualifcare un'ampia area in zona Le Badie compresa tra via de Sanctis, via delle Badie, via Edison e via del Lazzaretto. Il sindaco Matteo Biffoni e l'assessore Filippo Alessi hanno fatto questa mattina il sopralluogo insieme con il presidente della Commissione 4 Massimo Carlesi e i vertici della Cap, il presidente Giuseppe Gori e il direttore Alberto Banci. «Con questo piano finalmente si dà una duplice risposta ai residenti de Le Badie, con la soluzione della mancanza di posti auto e una riqualificazione ambientale» ha ricordato il sindaco Matteo Biffoni . «Entro la prossima primavera saranno terminati i lavori che comprendono anche la realizzazione della pista ciclabile, la sistemazione di tutto l'asse stradale, 170 nuovi posti auto e la piantumazione di alberi di tre diverse altezze per 8mila mq di verde». Un progetto che per l'assessore Filippo Alessi permetterà di dare nuovo volto al quartiere: "Nella zona abbiamo fatto e stiamo portando avanti diversi piccoli interventi sia sui giardini di viale Ferraris, sia nelle aree a verde su via delle Fonti e via delle Badie, oltre che sulla viabilità con la realizzazione degli attraversamenti pedonali luminosi in viale Ferraris. Con questo spazio e la risistemazione dell'asse stradale diamo una risposta importante sul fronte della mobiltà, anche dolce, e della carenza di parcheggi lamentata da tempo nella zona". I lavori rientrano nel piano di recupero urbanistico che interessa anche la riqualificazione dello storico edificio della Cap in via del Romito, la costruzione degli uffici nell'area dell'officina meccanica((originariamente erano previsti il centro direzionale e il centro congressuale). "Con la commissione 4 abbiamo fatto un lavoro importante affinchè il progetto rispondesse al meglio alle esigenze dei residenti - sottolinea il presidente di commissione Massimo Carlesi -. Rispetto al progetto originario sono molti i miglioramenti, con più parcheggi e più verde". La vasta area compresa tra via de Sanctis, via delle Badie, via Edison e via del Lazzaretto, che si estende per circa 15.600 metri quadri. L'intervento prevede la rimodulazione di tutta la viabilità limitrofa. Questo lotto di intervento prevede la realizzazione di due parcheggi, uno nella parte nord e uno nella parte sud, per un totale di quasi 170 nuovi posti auto, per dare risposta alla mancanza di parcheggi nella zona; inoltre sarà realizzata un'area a verde verde pubblico e spazi alberati per un totale di circa 8mila metri quadri. Infine verrà fatta una rivisitazione della viabilità per rendere più agevole e sicuro il transito. Il parcheggio a nord, pubblico e accessibile da via delle Badie, sarà dotato di aiuole a verde intervallate agli stalli delle auto che consentiranno l'inserimento di impianti luce e di alberature, per permettere un benefico ombreggiamento delle auto. Nella parte centrale di verde verranno piantumate circa 180 alberature a medio e alto fusto. Il parcheggio è stato costruito seguendo un modello già ampiamente diffuso in Europa per evitare la creazione di isole di calore quando la temperatura è molto alta. L'altro parcheggio pubblico, con accesso da via de Sanctis, verrà costruito sulla restante porzione meridionale del lotto. Anche le aree di confine, immediatamente a sud del parcheggio, verranno destinate a verde pubblico con folte alberature distribuite su una superficie di circa 8000 metri quadri. In totale verranno quindi piantate circa 400 nuove piante. La nuova area sarà interamente circondata da una pista ciclabile che collegherà la parte nord a quella sud andandosi a ricongiungere poi con le piste già presenti in viale Ferraris, completando così il collegamento del quartiere con il centro storico. Infine, verrà rivista interamente la viabilità. La sede stradale di via De Sanctis sarà spostata di un metro e mezzo dalle abitazioni e verrà realizzato un ampio marciapiede corredato da alberature. Inoltre, verrà ampliata la rotonda presente sull'incrocio con via delle Badie per rendere più agevole e sicuro il transito. Un'ulteriore rotonda verrà realizzata all'incrocio fra via De Sanctis e via del Lazzeretto, permettendo così l'eliminazione dello stop per chi proviene da est per rendere l'attuale incrocio più sicuro. I lavori, interamente a carico della Cap per un totale di quasi 900.000 euro, saranno terminati entro la primavera 2019.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 set 2018

21 nuovi bus extraurbani entreranno in servizio a Prato

di Mobilita Prato

Altri 21 nuovi bus extraurbani entreranno in servizio a Prato, rinnovando circa il 15% dell'intero parco dei mezzi extraurbani di Cap e portando così ad un abbassamento di circa 4 anni dell'età media dei mezzi in circolazione. "Questi nuovi bus extraurbani - ha detto l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli - sono frutto del contratto-ponte firmaato dalla Regione e Scarl-One,  la società consortile di cui Cap fa parte. Sono 21 mezzi nuovi, assolutamente moderni e confortevoli, che garantiscono sicurezza e affidabilità. Quando il percorso della gara unica regionale per il tpl sarà conclusa arriveranno oltre 2000 nuovi bus, ma grazie al contratto vigente saranno oltre 400 quelli che entreranno in servizio entro il 2019. Questo dimostra che anche l'adeguamento tariffario che stiamo attuando ci consentirà di dare maggiore equità alle tariffe e di garantire un aumento della qualità del servizio. La Toscana sta puntando molto sul trasporto pubblico locale, sia su ferro che su gomma e quella di oggi è la dimostrazione che gli investimenti fatti ci porteranno ad un un'età media della flotta in linea con quella de lle principali realtà europee. Questa è la dimostrazione che la strada che stiamo perseguendo è quella giusta e sono sicuro che gli utenti che viaggeranno su bus nuovi e più confortevoli sapranno apprezzare gli investimenti e i miglioramenti che questo contratto ha consentito". Il progressivo 'ringiovanimento' dei mezzi pubblici in circolazione è uno dei punti forti del contratto-ponte firmato dalla Regione con l'azienda Scarl-One, di cui Cap fa parte. Abbiamo affidato per due anni il servizio pubblico su bus a Scarlo-One in attesa degli esiti della gara regionale sul tpl, ma abbiamo chiesto che molte dei miglioramenti previsti dalla gara venissero 'anticipati'. L'ingresso in servizio di oltre 2000 autobus nuovi in tutta la Toscana è una di queste richieste, così come la possibilità di geolocalizzare tramite AVM tutti i bus e poter tracciare il loro percorso in modo che gli utenti sappiano esattamente dove si trova l'autobus e tra quanto arriverà. Sono passi in avanti importanti per un servizio migliore, in linea con i principali stati europei". I nuovi 21 autobus saranno dei Setra da 10,5 e 12 metri. Soddisfano le più stringenti normative in materia di sicurezza antiribaltamento, anticollassamento ed antischiacciamento. Hanno impianto frenante a controllo elettronico (EBS) integrato di ABS e sistema antislittamento ASR, oltre che il sistema attivo per il controllo della stabilità del veicolo (ESP). Tutti i bus sono dotati di impianto antincendio automatico per il vano motore e per gli altri vani soggetti a surriscaldamento. Infine, in accordo con la casa costruttrice Michelin, sono stati installati nei pneumatici dei chip di ultima generazione per il controllo dell'usura e della pressione delle gomme. Si tratta di un progetto pilota che Cap per prima in Italia ha portato a compimento. I nuovi autobus, tutti Euro 6, andranno a sostituire mezzi Euro 0, Euro 1 e Euro 2. Cap comunica che questi mezzi andranno a servizio sulle classiche direttrici verso i comuni del territorio pratese: la V della Valbisenzio, la LAM-MT Viola verso Montemurlo, la LAM-MT Azzurra verso Poggio a Caiano. Un miglioramento sostanziale per tutti coloro che utilizzano il servizio extraurbano per i propri spostamenti giornalieri. La foto di copertina è solo indicativa e non si riferisce al modello menzionato nell'articolo  

Leggi tutto    Commenti 0