Articolo
17 ott 2019

Luceverde a Prato: il servizio ACI di informazione sulla mobilità in tempo reale

di Mobilita Prato

In partenza il servizio ACI " Luceverde" anche a Prato, la prima città in Toscana. Si tratta di un progetto che vede la sinergia fra l’ACI e la Polizia Municipale di Prato, pensato per i cittadini ma utile anche alla gestione della mobilità da parte degli enti locali. La nuova app è stata presentata stamani in Palazzo comunale dall'assessore alla Sicurezza Urbana Flora Leoni, dal  responsabile del Reparto Pronto Intervento della Polizia Municipale Nicola Fontani, dal presidente di Aci Prato Federico Mazzoni, da Danilo Spizuoco dellasezione Promozione Servizi e Supporto Stretegico di Aci, dal direttore Claudio Bigiarini e dal tecnico Aci Daniele Bravi. Luceverde, utilizzando le più moderne tecnologie, personale altamente specializzato e grazie alla collaborazione con le Polizie Municipali, gli Enti gestori di strade e autostrade e gestori dei servizi di trasporto pubblico su tutte le modalità di trasporto, realizza un servizio di infomobilità all’avanguardia, diffondendo notizie su viabilità, transitabilità, condizioni meteo, eventi e situazione del trasporto pubblico in tempo reale: «Si tratta di uno strumento molto utile per tutti gli utenti della strada, che in tempo reale potranno essere informati su lavori stradali, incidenti, interruzioni della viabilità per vari motivi, manifestazioni e molto altro - afferma l'assessore Leoni - Scaricando l'app o collegandosi al sito web si potrà conoscere la situazione in quel momento preciso per una via in particolare o nell'intera città o altri territori». «Luceverde ha una grafica molto semplice, è di semplice utilizzo, molto intuitiva, ma offre un servizio molto utile ed efficace per la fluidità del traffico - spiega il presidente di Aci Prato Mazzoni - E' il primo passo per passare ad una gestione più avanzata e meno amministrativa della mobilità, in cui i cittadini siano meno dotati di maggiore responsabilità nella scelta dell'itinerario da intraprendere in un territorio vasto in cui cantieri stradali possono essere tanti».  Si tratta di un progetto che l’Automobile Club d’Italia sta sviluppando a livello nazionale e che ha voluto sottoporre all’Amministrazione di Prato ricevendo fin da subito sostegno ed appoggio per fornire un servizio che poche città hanno. Prato è la nona città d’Italia, con Roma, Milano, Genova, Modena, Pescara, Vicenza, Salerno e Trapani ad attivare questo strumento. Un servizio gratuito per l’Ente e utile per i cittadini. Questo servizio renderà la mobilità più agevole, perché le notizie che a vario titolo interessano gli automobilisti e tutti coloro che si muovono nella città, saranno diffuse in tempo reale e comunicate ai cittadini tramite radio, sito web, APP ed un moderno Contact Center (800.18.34.34) che unisce tecnologie evolute e personale esperto per informare gli utenti in movimento. Così sarà possibile conoscere la presenza di cantieri, eventi e incidenti sulla propria strada, attraverso notizie affidabili e certe. L’infomobilità è un sistema indirizzato a chiunque si muova sul territorio che offre informazioni preziose per programmare gli spostamenti, oggi siamo abituati ad usufruire del servizio a livello nazionale per le principali vie di collegamento, ma da diversi anni ACI sta sperimentando questo nuovo servizio partendo dalle informazioni nazionali ed unendole a quelle locali. Il servizio sarà utile per i pendolari ed i turisti, ma in generale per tutti i cittadini. Tutte le informazioni vengono gestite dalla Polizia Municipale che con la Centrale sarà il nostro baricentro operativo; con il Comando e stato avviato un gruppo di lavoro che ha il compito di inserire le informazioni della Municipale in un sistema ACI che le elabora con personale specializzato e le visualizza su una mappa di Prato disponibile sia sul sito del Comune che del servizio Luceverde. Parliamo di un sistema semplice che garantisce un’informazione importante e innovativa. Dai parcheggi, ai lavori in corso, ai problemi dei mezzi pubblici, alle chiusure delle strade: tutte le informazioni vengono inserite in notiziari che poi vengono diffusi alle emittenti locali che le trasmettono, tramite radio e web, e tramite il sito di Luceverde, già linkato sulla pagina del Servizio Mobilità del Comune. E’ inoltre disponibile l’APP (Luceverde) per smartphone e tablet, che dà la possibilità a tutti di usufruire delle informazioni ancora più agevolmente.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ott 2019

Da domani entreranno in servizio i varchi elettronici nei bus della LAM Viola

di Mobilita Prato

Dopo la presentazione del primo prototipo avvenuta in occasione dell’inaugurazione dei nuovi bus ibridi, il prossimo 7 Ottobre entreranno ufficialmente in servizio i varchi elettronici all’ingresso degli autobus della LAM Viola. Cosa fare una volta saliti a bordo Salendo su uno dei mezzi della LAM Viola ci si troverà di fronte al nuovo varco elettronico. Basterà bippare la propria Carta Mobile o inserire il proprio biglietto nella validatrice posta in prossimità della nuova struttura e attendere che il varco apra le proprie porte, unitamente all’emissione del suono “Bip” e della comparsa di luce verde che certificheranno a tutti i passeggeri che si è in possesso di un titolo valido e correttamente validato. In caso di titolo di viaggio non valido, il varco rimarrà chiuso e verrà rilasciato un suono “Bop” insieme ad una luce rossa. Se si vuole proseguire il viaggio, sarà necessario dotarsi di un biglietto a bordo, acquistabile dall’autista, o utilizzare il servizio SMS (in caso di spostamento entro la rete urbana). Un viaggio sempre più rispettoso Nessun cambiamento nelle abitudini di quei clienti abituati a bippare la propria Carta Mobile. Il gesto da compiere sarà lo stesso.  Il varco elettronico è un ulteriore strumento a servizio del viaggiatore che garantisce valore al proprio viaggio e permette di promuovere ulteriormente quel controllo sociale che già si è registrato a bordo dei mezzi CAP una volta introdotta Carta Mobile ed il nuovo sistema di bigliettazione elettronica nel 2015. Foto di copertina: TV Prato

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 set 2019

Riaperto il ponte della Passerella

di Mobilita Prato

E’ stato riaperto il ponte della Passerella, dopo i complessi lavori di ristrutturazione e manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza della struttura, l'abbattimento delle barriere architettoniche e la sua complessiva riqualificazione. Da questa mattina intorno alle 12 il ponte è di nuovo accessibile e permetterà ai bambini  già dal primo giorno di scuola di attraversare con un passaggio sicuro. Alcune piccole rifiniture saranno completate nei prossimi giorni, senza incidere sull’uso da parte dei cittadini, mentre l’inaugurazione ufficiale avverrà sabato 21 settembre a partire dalle ore 9 con il coinvolgimento dei bambini delle scuole, a partire dagli studenti che hanno aderito al progetto Pedibus per i percorso casa-scuola. L’intervento di messa in sicurezza è stato piuttosto complesso, poiché il cantiere è stato allestito sul letto del fiume e per evitare danni all'alveo stesso tutte le lavorazioni sono state raccolte in tempo reale. " Un investimento di 200mila euro che ha restituito alla città un ponte più sicuro e più bello, che per la prima volta sarà anche illuminato - sottolinea l’assessore alla Mobilità Flora Leoni -. Grazie al coordinamento anche con la Sovrintendenza il progetto di ristrutturazione ha permesso di valorizzare la Passerella anche da un punto di vista estetico". 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 set 2019

Corteggio Storico 2019, tutto pronto per la 52° edizione

di Mobilita Prato

Fervono i preparativi per la 52esima edizione del Corteggio Storico, la festa civile e religiosa più importante di Prato, che si ripete ogni anno l'8 settembre, giorno della Natività di Maria.  Nel 1968 l’Amministrazione comunale di Prato istituì il primo Corteggio Storico dell’era moderna riallacciando i fili interrotti dalla guerra e anche se in questi anni la manifestazione è cambiata non ha mai perso la propria identità. Un evento nell'evento quest'anno, perchè  sabato 7 settembre la città accoglierà il nuovo Vescovo Giovanni Nerbini, che il giorno dopo celebrerà la sua prima Ostensione della Sacra Cintola della Madonna dal pulpito di Donatello. Il programma inizierà la mattina alle 10 in Duomo con il Solenne Pontificale e la consegna dei ceri del Comune alla cappella della Cintola e proseguirà la sera alle 19.30 con l'annuncio da parte della campana di Palazzo Pretorio "la Risorta" dell'uscita del Gonfalone da Palazzo comunale e con la tradizionale sfilata - alla quale prenderanno parte circa 400 figuranti e 20 gruppi - che partendo da piazza del Comune si dipanerà lungo tutto il centro storico seguendo un percorso prestabilito fino a piazza Duomo, dove alle 22:30 si terrà la consueta Ostensione della Sacra Cintola, mentre al termine della cerimonia avrà luogo lo spettacolo pirotecnico musicale. Anche quest’anno ci sarà un solo accesso a Piazza Duomo per poter assistere al Corteggio storico, da Largo Carducci. Non si potrà entrare in piazza con zaini, borse voluminose o bottiglie e bicchieri di vetro. Sono consentite le bottiglie di plastica e le lattine, ma dovranno essere prive del tappo e della linguetta di apertura. Vietato da quest'anno anche lo spray al peperoncino. In base alle nuove normative di sicurezza, la piazza, che in tutto potrà contenere 4.750 persone, sarà divisa in tre zone distinte che non potranno comunicare tra loro. La divisione sarà realizzata con una doppia fila di transenne, all’interno delle quali potrà muoversi il personale preposto alla sicurezza e agli interventi di emergenza sanitaria. Tre i varchi per l’accesso in piazza da Largo Carducci, tutti muniti di conta persone. I primi due varchi saranno aperti dalle 18,30 circa. Il primo è quello che sarà allestito sull’angolo tra Largo Carducci e via Guizzelmi, dove ci sarà il punto di ingresso per la zona delle tribune. In piazza davanti alla gradinata ci sarà anche lo spazio dedicato alle persone con disabilità che dovranno accedere anch'esse da largo Carducci entro le 20.30. Alla fine dello spettacolo pirotecnico questa parte del pubblico dovrà lasciare la piazza da via Magnolfi. Sull’angolo tra Largo Carducci e via Luigi Muzzi, invece, ci sarà l’accesso per i circa 600 posti in piedi sul lato della piazza dove sorge il palazzo dell’ex Stella d’Italia. In questa zona ci sarà anche un’area riservata alle autorità e agli ospiti che sfilano nel Corteggio. Per il pubblico e per le autorità l’uscita dalla piazza sarà da via Firenzuola. Dalle 22,30 circa, al termine del passaggio del Corteggio, sarà aperto il varco centrale di Largo Carducci, dal quale potranno accedere nella piazza, per assistere all’Ostensione della Sacra Cintola e allo spettacolo pirotecnico, circa 2 mila persone. Al termine della manifestazione, questa parte del pubblico dovrà lasciare la piazza passando da Corso Mazzoni. Tutto il pubblico presente in piazza potrà seguire la sfilata del Corteggio, l’ostensione della sacra Cintola e i fuochi d’artificio anche sul maxischermo, che sarà montato sull’angolo tra piazza del Duomo e Largo Carducci. Ecco nel dettaglio il programma del Corteggio Storico e le modifiche temporanee della viabilità: La consegna dei ceri. Come da tradizione domenica 8 settembre alle 10, presso la Basilica Cattedrale di Santo Stefano, il Gonfalone con la rappresentanza comunale parteciperà al Solenne Pontificale. Seguirà sul sacrato della Cattedrale la cerimonia della "Consegna dei ceri del Comune di Prato alla cappella della Cintola". La sfilata. L'ordine di sfilata sarà il seguente: Gonfalone della città di Prato con il Corpo dei Valletti Comunali, sindaco, giunta e Consiglio comunale, Rappresentanze dei Comuni gemellati, ospiti, Gonfalone della Regione Toscana, Gonfalone della Provincia di Prato, Bandiera del Comitato Costitutivo della Provincia di Prato, Gonfaloni dei Comuni partecipanti al Corteggio, Gonfalone e Chiarine della città di Firenze, Gruppo del calcio storico di Firenze, Gonfalone e Valletti del Comune di Pisa, Gruppo della Repubblica marinara di Pisa, Valletti della città di Lucca, Gruppo Storico Montopoli in Valdarno, Società della Miseria di Vernio, Gruppo Storico Poggese, i Calcianti della Palla Grossa, Gruppo Alfieri e Musici della Valmarina, Gruppo Storico Sbandieratori e Musici della città di Cortona, Gruppo Sbandieratori e Musici di Bibbiena, Gruppo Storico di Carmignano, Gruppo Sbandieratrici e storico musicale città di Viterbo, Compagnia dell'Aringa, Gruppo Storico Montemurlo,  Gruppo Sbandieratori e Musici della Giostra del Saracino di Arezzo, la "Festa di corte" del Gruppo Oplas Teatro Umbertide e il Gruppo della scuola di equitazione "La Querce" di Montemurlo. Il pomeriggio di domenica 8 settembre dalle 16.30 alle 18 avranno luogo delle esibizioni spettacolari e di teatro di strada in alcune piazze del centro storico che saranno annunciate a parte. Il percorso del Corteggio. Alle 19.30 il Gonfalone del Comune di Prato, salutato dai rintocchi della campana di Palazzo Pretorio "La Risorta", uscirà da Palazzo Comunale con il Sindaco, tutte le autorità, le rappresentanze delle città gemellate e si muoverà verso via Santa Caterina, via Banchelli, via Rinaldesca e arriverà in piazza San Francesco dove si aggiungeranno le autorità partite da piazza del Comune. Continuerà poi su via San Bonaventura, viale Piave e piazza San Marco, via Mazzini, via Verdi, via Garibaldi, via Santo Stefano, piazza Lippi, Canto alle tre gore, via Pier Cironi, via Magnolfi, via Cavallotti, via del Serraglio, via Guizzelmi, Largo Carducci e giungerà in Piazza del Duomo dove gli ospiti della Città si schiereranno in attesa della cerimonia di Ostensione dal pulpito di Donatello mentre i gruppi faranno ritorno in sede. Dopo l'Ostensione, prevista alle 22.30, ci sarà lo spettacolo pirotecnico musicale e le musiche che accompagneranno l'esibizione saranno l'inno di Prato, la Marcia di Radetzky, la Suite for orchestra di Karena, la Gazza Ladra di Gioachino Rossini, l'Ave Maria di Andrea Bocielli, un'aria del Trovatore di Giuseppe Verdi, il Valzer di Shostakovich e l'Alleluia di Haendel. Modifiche temporanee alla viabilità. In occasione del Corteggio Storico ci sarà il divieto di sosta con rimozione forzata, il divieto di transito, senso unico e la sospensione temporanea della circolazione limitatamente al passaggio della manifestazione in: via degli Alberti, via Banchelli, via San Bonaventura, via Benedetto Cairoli, via Cambioni, Canto alle 3 Gore, Largo Giosuè Carducci, via Santa Caterina, via Felice Cavallotti, via Piero Cironi, via Cristoforo Colombo, piazza del Comune, via Convenevole da Prato, via Dante, piazza San Domenico, piazza Duomo, piazza San Francesco, via Frascati, via Giuseppe Garibaldi, via San Giovanni, via Cesare Guasti, via Guizzelmi, via Sant'Jacopo, piazzetta de' Landi, piazza Filippo Lippi, via Gaetano Magnolfi, piazza San Marco, piazza Santa Maria delle Carceri, via Giuseppe Mazzini, via Giuseppe Mazzoni, via San Michele, via dei Migliorati, via della Misericordia, via Jacopo Modesti, via Luigi Muzzi, piazza Cardinale Niccolo, viale Piave, via Pomeria, via Pugliesi, via Ricasoli, via Rinaldesca, Corso Savonarola, via del Serraglio, via della Sirena, via Santo Stefano, via dei Tintori, via Giuseppe Verdi, via San Vincenzo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 set 2019

Tornano i treni fra Pianoro e Prato

di Mobilita Prato

È ripresa questa mattina, come da programma, la circolazione ferroviaria sulla linea Bologna-Prato, sospesa dal 10 agosto fra Pianoro e Prato per consentire interventi di potenziamento infrastrutturale. 180 i tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) e delle ditte appaltatrici impegnati nei diversi cantieri, primo fra tutti quello all’interno della Grande Galleria dell’Appennino, oggetto di manutenzione straordinaria. Fra i principali interventi in galleria: il ripristino dell’arco rovescio – posto al di sotto dei binari – e lavori di adeguamento della sagoma ai moderni requisiti di interoperabilità del traffico delle merci. Contestualmente sono proseguite le attività, già avviate, di impermeabilizzazione di ponti ferroviari, rinnovo di rotaie, pietrisco e traverse, l’upgrading tecnologico della linea e, nella stazione di Monzuno, sono state realizzate alcune opere propedeutiche al prolungamento del sottopassaggio che, nel corso del prossimo anno, servirà anche il quarto binario. Come prevede la normativa in caso di infrastrutture rinnovate, i treni non viaggeranno subito a piena velocità, ma la raggiungeranno gradualmente nel corso di questa settimana. Pertanto, da oggi a sabato 7 settembre, i tempi di viaggio, in particolare in direzione nord, potranno aumentare da 5 a 10 minuti (vedi locandina sottostante). I lavori, a cura di RFI, rientrano nel piano di manutenzione dell’infrastruttura e in quello di potenziamento e adeguamento della linea agli standard previsti dalla rete europea per il traffico delle merci. Durante la sospensione del traffico ferroviario è stato attivo un servizio sostitutivo con autobus.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 ago 2019

Al via il 28 agosto la pedonalizzazione sperimentale di via Santa Trinita

di Mobilita Prato

E' stata pubblicata l'ordinanza sindacale che avvia la sperimentazione sulla pedonalizzazione temporanea di via Santa Trinita dal 28 agosto al 30 settembre, dal mercoledì alla domenica, nella fascia oraria compresa tra le ore 18:30 e le 2 di notte.  «L'Amministrazione comunale va così incontro alle esigenze degli esercenti e delle categorie economiche - afferma l'assessore alla Programmazione economica Benedetta Squittieri - Il nostro obiettivo è proseguire il confronto per unire le esigenze di chi in centro storico ha un'attività, ma anche di chi vi risiede e ha richieste e necessità diverse». Ci saranno quindi divieto di transito e sosta per i seguenti tratti: tra via Magini/Piazza San Francesco e via Sant'Jacopo/via Cambioni; tra via Sant'Jacopo/via Cambioni e via Carbonaia; tra via Carbonaia/via Silvestri e via Nistri/via Sant'Orsola; tra via Nistri/via Sant'Orsola e via Roma/via dei Sassoli. Dovrà essere garantito, in piena sicurezza, il transito veicolare nei seguenti tratti stradali in attraversamento di via Santa Trinita: via Sant'Jacopo/via Cambioni; via Carbonaia/via Silvestri; via Sant'Orsola/via Nistri. Sarà garantito l'accesso alle autorimesse in via Santa Trinita dei residenti/frontisti di via Vannucci, via Giani, vicolo della Zecca e vicolo dei Bizzocchi. I veicoli autorizzati a transitare nell'Area Pedonale temporanea di via Santa Trinita dovranno procedere a passo d'uomo, con la massima prudenza e arrestandosi tempestivamente in caso di presenza di pedoni lungo il percorso. Il traffico proveniente da via Sant'Orsola sarà deviato verso via Nistri; quello proveniente da via Roma e diretto in via Nistri, nel tratto compreso tra l'incrocio con via Santa Trinita e quello con via Datini, in via dei Sassoli, via  Datini, via Nistri, via Frascati, via Carbonaia, via Silvestri, via Sant'Orsola e via Nistri.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 lug 2019

Al via i lavori per la seconda parte del cantiere Publiacqua sulla rete idrica da viale Galilei alla Tangenziale

di Mobilita Prato

Oggi è partito il secondo cantiere su via Liliana Rossi da parte di Publiacqua per il rinnovo della rete idrica pratese per un totale di 2 km e 600 metri da viale Galilei a viale Fratelli Cervi (Tangenziale). La prima parte in via Mozza sul Gorone fino a piazza Medaglie d’oro si è già conclusa. Il cantiere proseguirà a fasi progressive: da domani a martedì 9 luglio divieto di transito e sosta in via del Cilianuzzo tra via Pagli e via Medaglie d'Oro. In via Spano senso unico di circolazione verso via Garosi. Durante i lavori di scavo all'incrocio tra via del Cilianuzzo e via Medaglie d'Oro, il traffico sarà così deviato: al semaforo a destra su via del Cilianuzzo, sinistra su via Bologna, a sinistra su via Attilio Spano, a destra su via Marcello Garosi, poi regolare su via del Cilianuzzo.

Leggi tutto    Commenti 0