Articolo
12 dic 2018

31 dicembre e 1° gennaio 2019, gli appuntamenti in programma all’insegna della musica

di Mobilita Prato

L'assessore alla Cultura Simone Mangani ha presentato gli eventi in programma per il 31 dicembre e il 1 gennaio 2019. Insieme a lui Umberto Bonanni e Federico Tafuro di TAG srl, il direttore artistico di "Capodanno live music 2019" Alessandro Rubino e Attilio Baldanzi presidente del Concerto cittadino Edoardo Chiti. "Quella che abbiamo pensato per la città il 31 dicembre e il 1 gennaio sarà un'unica grande festa - ha affermato l'assessore Mangani- che unirà piazza San Francesco, dove si svolgerà il concerto previsto, con molti locali del centro che ospiteranno musica dal vivo e dj set. Si conferma poi il 1 gennaio l'appuntamento con il concerto della Chiti nell'atrio della stazione centrale e il gospel al teatro Metastasio. Tante occasioni per finire il vecchio anno e iniziare quello nuovo all'insegna della musica". Lunedì 31 dicembre sarà la band de I Ministri ad accompagnare i pratesi e non solo nel 2019 con il concerto gratuito previsto in piazza san Francesco. "Il nostro programma - afferma Umberto Bonanni di TAG srl - prevede l'inizio della serata alle 21.30 circa con la band citatdina dei Blu Agata e poi alle 22.30 salirà sul palco il collettivo musicale pratese Frank DD & Friends. I Ministri, che concluderanno a Prato un anno ricco di successi con presenze importanti nei più grandi festival nazionali e un album che ha avuto molito successo, saranno i protagonisti dalle 23.30 per poi terminare intorno alle 1 del nuovo anno. Siamo felici di poter proporre questo programma e ci auguriamo che saranno molti coloro che sceglieranno di festeggiare il nuovo anno in piazza san Francesco". Anche per quest'anno ci sarà il "Capodanno live music" che vede coinvolti 14 locali del centro che proporranno la notte del 31 dicembre musica dal vivo o dj set. "Lo scorso anno furono 9 i locali coinvolti, quest'anno saranno 14 a conferma della riuscita di questa nuova formula che farà diventare il centro storico un unico palco a cielo aperto". Così il direttore artistico Alessandro Rubino. Sempre il 31 dicembre alle 22,30 sarà protagonista anche la Camerata Strumentale che al Teatro Politeama metterà in scena lo spettacolo dal titolo "Un nuovo caso al Barlume: il Capodanno del lupo" con la voce recitante di Marco Malvadi. Biglietti in vendita presso Teatro Politeama: 20 euro platea, 15 euro galleria. Il costo è comprensivo di spumante e dolce per brindisi di mezzanotte. Il 1° gennaio, alle 17, ritorna al  Metastasio il tradizionale concerto gospel con Uni.sound Christmas Golspel show! Uno show giovane e moderno in cui le quattro voci di Terelle Tipton, Eric Sumter, Shilan Douglas e Sharon Williams, membri fondatori di Uni.sound daranno vita a un sound unico e speciale. Apriranno il concerto due gruppi gospel pratesi, entrambi diretti da Patrizia Calussi: The Gospel Fire Choir e Little Big Gospel Choir. Ingresso: 15 euro, ridotto 13 euro, soci Unicoop Firenze 12 euro. Info e prevendite: Teatro Metastasio. Altro tradizionale ed imperdibile appuntamento è il concerto dell’Orchestra Chiti che, a partire dalle 17, saluterà il 2019 nell’ atrio della Stazione centrale (ingresso libero). "Da 16 anni ci esibiamo il primo giorno del nuovo anno - ha affermato il presidente Attilio Baldanzi - e anche quest'anno i 35 musicisti dell'orchestra, diretti dal maestro Leonardo Gabuzzini,  si esibiranno in tradizionali brani natalizi, musica jazz, swing, musica leggera nazionale  e internazionale, musiche da film e non solo. Sono sempre molti gli spettatori che assistono in piedi a circa un'ora e mezza di concerto - conclude -  dimostrando di apprezzare questo che ormai è un appuntamento tradizionale per la città". I concerti fanno parte del cartellone  Prato Festival 2018, rassegna di musica ed eventi vari promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comun

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 dic 2018

Divieto di transito alla rotatoria di via Foscolo, via Alfani e via Ciulli

di Mobilita Prato

Per lavori di riasfaltatura da domani 11 dicembre a venerdì 14 divieto di transito alla rotatoria tra via Foscolo, via Alfani e via Ciulli. I lavori saranno divisi in due fasi. Nella prima il traffico proveniente da via Suor Niccolina Infermiera con direzione via Alfani sarà deviato in via Foscolo, via dell'Organo, via Matteo degli Organi e via Alfani. Quello in direzione via Ciulli/piazza della Chiesa di Galciana sarà deviato in via Foscolo e via dell'Alberaccio. Il flusso diretto a via Ciulli/via Scarlatti sarà deviato in via Suor Niccolina Infermiera, viale Nam Dinh, inversione ad "U" alla rotatoria con via della Pace e viale Nam Dinh e via Ciulli. Il traffico proveniente da via Alfani con direzione via Foscolo "Ospedale Santo Stefano" sarà deviato in via Bettazzi, via della Lastruccia, via del Fondaccio, via Nesi, via della Chiesa di Capezzana, via dell'Organo e via Foscolo. Le auto provenienti da via della Chiesa di Galciana con direzione via Alfani proseguiranno per via Frescobaldi, via Isidoro del Lungo, via Matteo degli Organi e via Alfani. Quello dalla via della Chiesa di Galciana in direzione di via Foscolo/Ospedale Santo Stefano andrà invece verso via dell'Alberaccio, mentre quello in direzione di via Ciulli/via Scarlatti, sarà deviato in via via dell'Alberaccio e via Foscolo, via Suor Niccolina Infermiera, viale Nam Dinh, inversione ad "U" alla rotatoria con Via della Pace. Il traffico proveniente da via Ciulli (lato via Scarlatti) in direzione di via Alfani, sarà deviato in via Scarlatti, via Corelli, viale Nam Dinh, via Galcianese e via degli Organi. Subirà delle deviazioni anche il trasporto pubblico locale La LAM BLU in direzione Ospedale da via Pistoiese proseguirà su via Arcangelo Corelli, viale Nam Dinh, via Suor Niccolina Infermiera e Ospedale Santo Stefano da dove prenderà il percorso regolare; in direzione Repubblica dall'Ospedale Santo Stefano proseguirà per via Suor Niccolina Infermiera, viale Nam Dinh, via Vivaldi e via Mascagni da dove prenderà il percorso regolare; La LAM ARANCIO in direzione Ospedale/Galciana dall' Ospedale Santo Stefano devierà su via Foscolo, via dell'Organo, via della Chiesa di Capezzana, via Nesi, via del Fondaccio, via della Lastruccia, via Bettazzi e via Visiana, da dove riprenderà il percorso regolare; in direzione Stazione da via della Lastruccia deviazione in via del Fondaccio, via Nesi, via della Chiesa di Capezzana, via dell'Organo e via Foscolo da dove riprenderà il percorso regolare; La LINEA 10, direzione Maliseti, dall'Ospedale transiterà da via Suor Niccolina Infermiera, viale Nam Dinh, via Vivaldi, via Mascagni, via Borgioli, via Albinoni, via Becherini, via Don Ciabatti e via Pistoiese da dove prenderà il percorso regolare; in direzione Iolo da via Pistoiese deviazione in via Corelli, viale Nam Dinh, via Suor Niccolina Infermiera e Ospedale Santo Stefano da dove prenderà il percorso regolare.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 dic 2018

Messa in sicurezza dell’intersezione tra via Manzoni e via Castruccio, approvato il progetto definitivo

di Mobilita Prato

E' stato approvato il progetto definitivo per la messa in sicurezza dell'intersezione tra via Manzoni e via Castruccio. L'intervento rientra nel progetto denominato “Sistema infrastrutturale di area metropolitana, seconda tangenziale Ovest di Prato” e nel caso spefifico prevede la realizzazione di una rotatoria. In questo momento l'intersezione è gestita con semplice immissione a raso di via Castruccio su via Manzoni regolata da una segnaletica orizzontale e da dei semplici segnali verticali di stop. La rotatoria in progetto servirà per la messa in sicurezza dell'intersezione e per la riduzione della velocità dei passaggi su via Manzoni. L'intervento prevede anche l'adeguamento di via Castruccio con i marciapiedi da entrambi i lati e la costruzione di 18-20 posti auto "a pettine". Il costo dell'intervento sarà di 350 mila euro

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 nov 2018

Inaugurato il nuovo parcheggio in Via Oberdan

di Mobilita Prato

E' stato inaugurato oggi il nuovo parcheggio di via Oberdan alla presenza del sindaco Matteo Biffoni, dell'assessore all’Ambiente e alla Mobilità Filippo Alessi, dell'amministratore unico di Consiag Servizi Comuni Antonio Ossi e della direttrice Maria Tripoli. Il parcheggio è costituito da circa 70 posti misti tra auto e moto e sarà utilizzabile a partire da sabato 1 dicembre, dietro sottoscrizione di un abbonamento trimestrale, semestrale o annuale. Il costo degli abbonamenti, tutti H/24, sarà di 150 euro per il trimestrale riservato alle auto, 275 euro per il semestrale e 500 euro per l'annuale. Per le moto invece il prezzo sarà di 90 euro per il trimestrale, 150 euro per il semestrale e 300 euro per l'annuale. "Questo intervento ha permesso di riqualificare un'area rimasta a lungo inutilizzata dando posti auto dedicati in particolare ai residenti del centro storico e dintorni - sottolinea l'assessore Filippo Alessi -. Un progetto che guarda anche alla sicurezza, con accesso tramite badge e sistema di telecamere". Da oggi sarà possibile visionare il garage e le persone interessate potranno opzionare il posto che più gradiscono: "Sin da questa mattina sono cominciate le richieste di scelta dei posti auto, segno dell'attesa da parte dei cittadini di questa apertura", spiega Maria Tripoli. Si tratta di una prelazione che avrà valore per un massimo di cinque giorni e che non implica un impegno a sottoscrivere, in seguito, l'abbonamento. Trascorso questo periodo il posto può essere mantenuto pagando l’abbonamento oppure ritornerà nella disponibilità di Consiag Servizi Comuni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 nov 2018

Lavori in piazza della chiesa di Galciana, i divieti e le deviazioni

di Mobilita Prato

Per consentire l'esecuzione dei lavori di scavo per la sostituzione delle valvole alle tubazioni della rete gas in Piazza della Chiesa di Galciana,  dalle 9 di lunedì 26 novembre e non oltre venerdì 7 dicembre sarà attivo il divieto di sosta e transito in Piazza della Chiesa di Galciana , limitatamente al tratto di viabilità principale posta a collegamento tra Via G. Pieraccioli e Via L. Ciulli. Durante i lavori il traffico veicolare proveniente da Via L. Ciulli con direzione Via Matteo degli Organi sarà deviato in Via L. Ciulli, Via Ugo Foscolo, Via dell'Organo e Via Matteo degli Organi --oppure -- Via L. Ciulli, Via dell'Alberaccio, Via dell'Organo e Via Matteo degli Organi. Il traffico veicolare proveniente da Via L. Ciulli con direzione Via Isidoro del Lungo sarà deviato in Via L. Ciulli, Via dell'Alberaccio, Via Giovan F. Becatelli, Via P. Villari, Via G. Frescobaldi e Via Isidoro del Lungo. Il traffico veicolare proveniente da Via della Lasatruccia/Via del Fondaccio con direzione Via L. Ciulli sarà deviato in Via del Fondaccio, Via O. Nesi, Via della Chiesa di Capezzana, Via dell'Organo, Via U. Foscolo e Via L. Ciulli -- oppure -- Via A. Costa, Via Matteo degli Organi, Via A. Alfani e Via L. Ciulli. Il traffico veicolare proveniente da Via G. Pieraccioli con direzione Via L. Ciulli sarà deviato in Via G. Frescobaldi, Via P. Villari, Via Giovan F. Becatelli, Via dell'Alberaccio e Via L. Ciulli.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 nov 2018

Lavori in via Roma, ecco tutte le deviazioni della linea LAM-MT azzurra SUD

di Mobilita Prato

Dalle ore 09:00 di giovedì 22 novembre 2018 e fino al termine dei lavori allo scopo di consentire l’esecuzione di lavori di risanamento del manto stradale e di rifacimento del tappeto d’usura sarà istituito un senso unico di circolazione in Via Roma a Prato nel tratto compreso tra Via Franco Sacchetti e Via Paronese in direzione di quest’ultima. Pertanto la linea LAM-MT azzurra SUD dovrà effettuare le seguenti deviazioni temporanee di percorso: Direzione POGGIO A CAIANO: “Percorso regolare fino a Via Roma, poi alla rotatoria a destra su Via Paronese, alla terza rotatoria a sinistra su Via dei Fossi, sinistra Via Traversa il Crocifisso, destra Via Roma, poi regolare”. Direzione SEANO: “Percorso regolare fino a Via Roma, poi alla rotatoria a destra su Via Paronese, alla terza rotatoria a sinistra su Via dei Fossi, sinistra Via Traversa il Crocifisso, sinistra Via Roma, sinistra Via Maestri del Lavoro (Conad), poi regolare”. Direzione PRATO: “Percorso regolare”. Fermate: tutte quelle esistenti sul percorso in deviazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 nov 2018

Count up, l’Orologio della Costituzione torna al suo posto

di Mobilita Prato

Si sono conclusi i lavori di restauro dell'opera "Count up", il monumento di piazza dell'Università conosciuto come "Orologio della Costituzione" e ideato dall'artista Alessandra Andrini. Un restauro complesso per l'orologio che conta il tempo trascorso dal 27 dicembre 1947, quando fu promulgata la Costituzione ad opera del Capo dello Stato provvisorio Enrico De Nicola. "Questo lungo ma puntuale intervento di restauro ha permesso di restituire alla città un'opera importante senza dover rinunciare al meccanismo originale e anche alla sua collocazione in piazza dell'Università - sottolinea il sindaco Matteo Biffoni -. Count up è un'opera particolare, densa di significato, un promemoria per ciascuno di noi sul valore della Costituzione". Da un esame accurato fatto sull’opera dai restauratori, la ditta Angelinoartworks di Roletto (Torino), insieme con l’artista Alessandra Andrini, è emerso che nonostante le oggettive difficoltà a ripristinare il movimento elettromeccanico dell’opera, poteva essere fatto un tentativo. La volontà dell’artista infatti è sempre stata quella di mantenere il meccanismo originale. Per fare ciò sono state recuperate le palette dei secondi ed una nuova scheda elettronica, mentre per testare il movimento è stato realizzato un nuovo software. Al termine dei lavori di restauro è stato avviato per alcuni mesi un test per verificare l’affidabilità del meccanismo soprattutto in caso di esposizione al sole. Visti i buoni risultati sono stati presi alcuni accorgimenti per garantire una ventilazione adeguata all'interno del cassone, la posa della scheda madre in zona protetta dagli agenti atmosferici e dagli sbalzi di temperatura e il fissaggio del policarbonato esterno per evitarne lo spostamento. L'intervento di restauro ha avuto un costo di circa 20mila euro. "La collaborazione tra l'artista Alessandra Andrini, puntuale nelle sue osservazioni e nei suggerimenti, e la ditta di restauro che già si era occupata della prima installazione dell'opera, ha permesso di ottenere il risultato ottimale. - spiega l'assessore alla Cultura Simone Mangani - Chiudiamo idealmente l'anno del 70° anniversario dall'entrata in vigore della Costituzione". Foto di copertina TV PRATO

Leggi tutto    Commenti 0