Articolo
25 set 2018

Al via i lavori di manutenzione nei giardini di via Bresci, via Ragnaia, via Spadaro, via Guerra e via Righi

di Mobilita Prato

Approvati questa mattina con delibera della Giunta i lavori di manutenzione straordinaria nei giardini dell'area di via Bresci e via Ragnaia a La Querce, e in via Spadaro, via Guerra e via Righi. Gli interventi rientrano nel più ampio piano di miglioramento del verde da 600.000 euro annunciato lo scorso giugno. Nell'area di via Bresci e via Ragnaia a La Querce previste nuove aree verdi e l'ampliamento dell'attuale parco giochi, oltre alla realizzazione di un'area di sgambatura per cani, il tutto per un costo totale di 66.000 euro. In via Spadaro, via Guerra e via Righi previsti interventi generali di riqualificazione, il miglioramento degli arredi e un adeguamento della viabilità con creazione di vialetti d'accesso. Il costo previsto per i lavori è di 31.000 euro. Nello specifico, nel giardino di via Guerra verrà risistemata la pavimentazione, mentre nel giardino di via Righi saranno sostituite e riposizionate le panchine ed eliminate due grandi ceppaie di pioppo. I lavori partiranno nelle prossime settimane

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 set 2018

Mobilità dolce per gli studenti, entusiasmo per la giornata senza macchine

di Mobilita Prato

Ieri si è conclusa la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, in cui il Comune di Prato, in collaborazione i partner di DEMOS (Didattica Inclusiva e MObilità Sostenibile), ha realizzato una serie di azioni di sensibilizzazione verso le scuole per promuovere la cultura della mobilità alternativa e pulita. L'ultima iniziativa, ieri con la sperimentazione  della chiusura del polo scolastico alle auto e ai motorini. I ragazzi che raggiungono la scuola con mezzi a motore sono stati invitati a parcheggiare o a farsi accompagnare al grande parcheggio situato in fondo a via di Reggiana, lato Parco*Prato. Via di Reggiana è restata comunque regolarmente aperta al traffico senza alcuna difficoltà. Il " campus studentesto sperimentale"  è stato allestito per l'occasione con stand informativi, un'area relax e diverse postazioni di street sport a cura di Decathlon. Oltre a distribuire materiali informativi e gadget per promuovere nuove forme di mobilità sostenibile, chi è arrivato con la propria bici è stato accolto con il kit della "colazione del ciclista". Riuscito in pieno l'obiettivo è mostrare ai ragazzi e ai loro genitori quanto possa migliorare la qualità e la sicurezza degli spazi antistanti le scuole liberati dalle auto, oltre a favorire una maggiore autonomia dei ragazzi, la socializzazione e la salute legata al movimento e all'attività fisica, sperimentando nuove forme di mobilità (in particolare i mezzi pubblici, la bicicletta, ma anche le auto condivise)  per effettuare i percorsi casa-scuola. Entusiasmo è stato espresso anche dalla dirigenza scolastica. "Oggi abbiamo dimostrato due cose: che si può arrivare a scuola con mezzi diversi dalla macchina e che  i giovani sono pronti a questo cambio culturale - ha sottolineato l'assessore all'Ambiente Filippo Alessi -. Spesso il Pums viene percepito solo come una sigla, invece è la concretezza di interventi come quello sulle piste ciclabili e di iniziative che possano far meglio comprendere come una mobilità dolce migliori la qualità della vita quotidiana, la sicurezza e la vivibilità degli spazi".  E proprio sul fronte riqualificazione e sicurezza è arrivato il plauso anche degli insegnanti: "Mi hanno fatto notare come questo grande spazio privo di macchine sia anche più sicuro, ovviamente perché riempito anche da attività svolte dai ragazzi - ha sottolineato il sindaco Matteo Biffoni -. La sperimentazione di oggi incoraggia verso un cambio di prospettiva e per il futuro si potrebbe ripensare tutta l'area intorno al polo scolastico di via Reggiana così da creare uno spazio dedicato alla scuola, magari chiuso di notte, una sorta di campus permanente. Per farlo ovviamente dovremmo ridurre sensibilmente l'uso dell'auto o semplicemente cambiare abitudini su dove parcheggiare. Oggi lo questo spazio liberato dalle auto e rimepito dagli studenti era davvero bello". Coinvolte anche alle scuole primarie don Milani dove nell'occasione il sindaco Biffoni, l'assessore alla Mobilità Alessi e l'assessore alla Pubblica Istruzione Mariagrazia Ciambellotti hanno inaugurato la pista ciclabile che permette di raggiungere la scuola anche da Via Orione, sul retro del Parco Prato. Un collegamento che consente agli studenti di entrare adesso su due lati dell'edificio, favorendo chi proviene da sud alleggerendo il traffico su via di Reggiana. Cos’è il progetto DEMOS Il Comune di Prato, in collaborazione con Legambiente Prato, Simurg di Livorno, Euromobility di Roma, CRAS di Roma, ha vinto un bando del Ministero dell’Ambiente sulla promozione di una mobilità casa-scuola sostenibile. Il progetto DEMOS - Didattica Inclusiva e Mobilità Sostenibile – ha avuto avvio a febbraio 2018 e terminerà a gennaio 2020: durante questo periodo verranno realizzate azioni sia infrastrutturali che di sensibilizzazione per favorire ed incentivare una mobilità più sostenibile soprattutto negli spazi antistanti le scuole pratesi e sui tragitti casa- scuola (scuole primarie e secondarie di I e II grado).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 set 2018

Al via i lavori di manutenzione ai giardini di viale Ferraris, Maliseti e San Giorgio a Colonica

di Mobilita Prato

Partiranno nelle prossime settimane i lavori di manutenzione straordinaria dei giardini in viale Ferraris, in zona Guardo a Maliseti e a San Giorgio a Colonica. Gli interventi, approvati oggi con delibera della Giunta, rientrano nel più ampio piano di miglioramento del verde annunciato lo scorso giugno e per il quale è stato previsto un investimento totale di 600mila euro. Nei giardini di viale Ferraris i lavori prevedono un adeguamento funzionale generale, un adeguamento della viabilità nell'area a verde attrezzata per l'infanzia, la ricarica nei punti più bassi e il rifacimento completo del tappeto di usura di alcuni vialetti, oltre all'abbassamento di circa 5 centimetri del terreno circostante. Due accessi in terra battuta regolarmente utilizzati dai fruitori del giardino verranno ufficialmente trasformati in vialetti. Nell'area che guarda la montagnola e che divide il "piazzale dei bambini" dal parco dell'ex Banci verranno piantati invece alcuni alberi a foglia caduca per fornire il necessario ombreggiamento. A Maliseti, in zona Guado, gli interventi di miglioramento previsti consisteranno, nell'area a nord di via Kuliscioff, nella eliminazione della piazzola con fondo in ghiaia sciolta e il completamento dei vialetti asfaltati, mentre il giardino situato a sud di via Kuliscioff verrà invece destinato ad attività sportive con la realizzazione di un campo da calcetto, un'area per il fitness all'aperto e un circuito per il footing lungo i vialetti già esistenti, che si andranno ad aggiungere al campo da basket già esistente. Verranno integrate le panchine e le alberature in modo da creare ampie zone d'ombra dove verranno installati due tavoli con panche. A San Giorgio a Colonica i lavori interesseranno i due giardini via Papi-Via Dami e via Traversa per le Calvane. L'area per l'infanzia in via Papi-via Dami verrà sistemata e dotata di un gioco a bilico e una giostrina. La siepe verrà integrata in modo da scongiurare il pericolo di fughe nella strada dei bambini e verranno installate tre ulteriori panchine. È prevista, inoltre, la realizzazione di un campo da calcetto non recintato e la piantagione di una dozzina di alberi di alto fusto scelti in modo da creare un piacevole effetto cromatico e paesaggistico. Nei giardini di via Traversa delle Calvane gli interventi saranno volti soprattutto a garantire la sicurezza dei fruitori. Il campo da bocce, mai utilizzato, verrà trasformato in un'aiuola nella quale saranno piantati quattro alberi di alto fusto che in futuro produrranno un piacevole ombreggiamento.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 set 2018

Settimana europea della Mobilità Sostenibile 2018 a Prato

di Mobilita Prato

Dal 16 al 22 settembre si svolgerà a Prato la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, in cui il Comune di Prato, in collaborazione i partner di DEMOS(Didattica Inclusiva e MObilità Sostenibile), realizzerà una serie di azioni di sensibilizzazione verso le scuole per promuovere la cultura della mobilità alternativa e pulita.  Essendo anche la prima settimana di scuola, l'evento ha l'obiettivo di comunicare ai ragazzi e alle famiglie nuove abitudini di mobilità casa-scuola, fin dai primi giorni di scuola,  e ridurre la congestione da traffico durante gli orari di ingresso e uscita da scuola, che ormai sembra diventata cronica in tutte le città . Lunedì 17 e martedi 18 , al momento dell'ingresso e dell'uscita da scuola, operatori DEMOS distribuiranno materiali informativi ai ragazzi dell'istituto Buzzi e del polo scolastico di via Galcianese. Mercoledì 19, giovedì 20 e venerdì 21 settembre l'attenzione sarà invece rivolta al polo scolastico di via di Reggiana che ospita 4 istituti superiori e ha un bacino di utenza di più di 3000 studenti. In particolare, nella giornata di venerdì 21 settembre verrà sperimentata la chiusura del polo scolastico alle auto e ai motorini, invitando chi viene con mezzi a motore a parcheggiare o a farsi accompagnare al grande parcheggio situato in fondo a via di Reggiana, lato Parco*Prato. Via di Reggiana resterà comunque regolarmente aperta al traffico. Il " campus studentesto sperimentale" sarà allestito per l'occasione con stand informativi, un'area relax e diverse postazioni di street sport a cura di Decathlon. Oltre a distribuire materiali informativi e gadget per promuovere nuove forme di mobilità sostenibile, chi arriverà con la propria bici sarà accolto con il kit della "colazione del ciclista". L'obiettivo è mostrare ai ragazzi e ai loro genitori quanto possa migliorare la qualità e la sicurezza degli spazi antistanti le scuole liberati dalle auto, oltre a favorire una maggiore autonomia dei ragazzi, la socializzazione e la salute legata al movimento e all'attività fisica, sperimentando nuove forme di mobilità (in particolare i mezzi pubblici, la bicicletta, ma anche le auto condivise)  per effettuare i percorsi casa-scuola. Inoltre, poiché le scuole selezionate sono quelle che hanno già attivato un percorso specifico attraverso i focus group svolti a maggio 2018, sarà l’occasione per mostrare i risultati raccolti ed evidenziare le iniziative che l’amministrazione comunale intende realizzare proprio su quelle scuole. Cos’è il progetto DEMOS Il Comune di Prato, in collaborazione con Legambiente Prato, Simurg di Livorno, Euromobility di Roma, CRAS di Roma, ha vinto un bando del Ministero dell’Ambiente sulla promozione di una mobilità casa-scuola sostenibile. Il progetto DEMOS - Didattica Inclusiva e Mobilità Sostenibile – ha avuto avvio a febbraio 2018 e terminerà a gennaio 2020: durante questo periodo verranno realizzate azioni sia infrastrutturali che di sensibilizzazione per favorire ed incentivare una mobilità più sostenibile soprattutto negli spazi antistanti le scuole pratesi e sui tragitti casa- scuola (scuole primarie e secondarie di I e II grado).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 set 2018

21 nuovi bus extraurbani entreranno in servizio a Prato

di Mobilita Prato

Altri 21 nuovi bus extraurbani entreranno in servizio a Prato, rinnovando circa il 15% dell'intero parco dei mezzi extraurbani di Cap e portando così ad un abbassamento di circa 4 anni dell'età media dei mezzi in circolazione. "Questi nuovi bus extraurbani - ha detto l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli - sono frutto del contratto-ponte firmaato dalla Regione e Scarl-One,  la società consortile di cui Cap fa parte. Sono 21 mezzi nuovi, assolutamente moderni e confortevoli, che garantiscono sicurezza e affidabilità. Quando il percorso della gara unica regionale per il tpl sarà conclusa arriveranno oltre 2000 nuovi bus, ma grazie al contratto vigente saranno oltre 400 quelli che entreranno in servizio entro il 2019. Questo dimostra che anche l'adeguamento tariffario che stiamo attuando ci consentirà di dare maggiore equità alle tariffe e di garantire un aumento della qualità del servizio. La Toscana sta puntando molto sul trasporto pubblico locale, sia su ferro che su gomma e quella di oggi è la dimostrazione che gli investimenti fatti ci porteranno ad un un'età media della flotta in linea con quella de lle principali realtà europee. Questa è la dimostrazione che la strada che stiamo perseguendo è quella giusta e sono sicuro che gli utenti che viaggeranno su bus nuovi e più confortevoli sapranno apprezzare gli investimenti e i miglioramenti che questo contratto ha consentito". Il progressivo 'ringiovanimento' dei mezzi pubblici in circolazione è uno dei punti forti del contratto-ponte firmato dalla Regione con l'azienda Scarl-One, di cui Cap fa parte. Abbiamo affidato per due anni il servizio pubblico su bus a Scarlo-One in attesa degli esiti della gara regionale sul tpl, ma abbiamo chiesto che molte dei miglioramenti previsti dalla gara venissero 'anticipati'. L'ingresso in servizio di oltre 2000 autobus nuovi in tutta la Toscana è una di queste richieste, così come la possibilità di geolocalizzare tramite AVM tutti i bus e poter tracciare il loro percorso in modo che gli utenti sappiano esattamente dove si trova l'autobus e tra quanto arriverà. Sono passi in avanti importanti per un servizio migliore, in linea con i principali stati europei". I nuovi 21 autobus saranno dei Setra da 10,5 e 12 metri. Soddisfano le più stringenti normative in materia di sicurezza antiribaltamento, anticollassamento ed antischiacciamento. Hanno impianto frenante a controllo elettronico (EBS) integrato di ABS e sistema antislittamento ASR, oltre che il sistema attivo per il controllo della stabilità del veicolo (ESP). Tutti i bus sono dotati di impianto antincendio automatico per il vano motore e per gli altri vani soggetti a surriscaldamento. Infine, in accordo con la casa costruttrice Michelin, sono stati installati nei pneumatici dei chip di ultima generazione per il controllo dell'usura e della pressione delle gomme. Si tratta di un progetto pilota che Cap per prima in Italia ha portato a compimento. I nuovi autobus, tutti Euro 6, andranno a sostituire mezzi Euro 0, Euro 1 e Euro 2. Cap comunica che questi mezzi andranno a servizio sulle classiche direttrici verso i comuni del territorio pratese: la V della Valbisenzio, la LAM-MT Viola verso Montemurlo, la LAM-MT Azzurra verso Poggio a Caiano. Un miglioramento sostanziale per tutti coloro che utilizzano il servizio extraurbano per i propri spostamenti giornalieri. La foto di copertina è solo indicativa e non si riferisce al modello menzionato nell'articolo  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 set 2018

Approvato il progetto definitivo del collegamento Tangenziale-via Mozza dei Gelli a Maliseti

di Mobilita Prato

E' stato approvato stamani dalla giunta comunale su proposta dell'assessore alla Mobilità Filippo Alessi il progetto definitivo del primo lotto di intervento del collegamento tra viale Nam Dinh (Tangenziale) e via Mozza dei Gelli, redatto dai tecnici del Servizio Mobilità e Infrastrutture. L'investimento è di € 1.600.000, comprese le indennità di esproprio delle aree dichiarate di pubblica utilità. Entro gennaio sarà conclusa la gara d'appalto per avviare i lavori nel primo scorcio del 2019.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 ago 2018

Lavori Ponte della Passerella, questa mattina il sopralluogo del sindaco

di Mobilita Prato

Sono in corso i lavori di ristrutturazione del ponte della Passerella con un complesso intervento di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza della struttura, l'abbattimento delle barriere architettoniche e la sua complessiva riqualificazione. Questa mattina il sindaco Matteo Biffoni ha effettuato un sopralluogo sul cantiere insieme con l'assessore Filippo Alessi e l'architetto Alessandro Malvizzo che sta seguendo i lavori. La lavorazione è piuttosto complessa, poiché il cantiere è allestito sul letto del fiume e per evitare danni all'alveo tutte le lavorazioni vengono raccolte in tempo reale. "Un investimento di 200mila euro che restituirà alla città un ponte più sicuro e più bello, che per la prima volta sarà anche illuminato - ha sottolineato il sindaco Matteo Biffoni -. Grazie al coordinamento anche con la Sovrintendenza il progetto di ristrutturazione permetterà di valorizzare la Passerella anche da un punto di vista estetico". Già chiari i tempi di lavorazione: "Entro la prossima primavera la Passerella sarà di nuovo utilizzabile - ha spiegato l'assessore Filippo Alessi -. In questi mesi sarà ovviamente chiusa per lavori e purtroppo ci sarà qualche disagio, ma ciò è inevitabile per poter fare un intervento così importante".

Leggi tutto    Commenti 0