Articolo
17 ott 2017

3 nuovi centri di raccolta rifiuti

di Cristina Betti

Nel 2018 Prato si ritroverà con 3 centri di raccolta rifiuti. Tre punti strategici perché vicini a importanti assi viari, centri che una volta attivi sostituiranno il centro di via Paronese, sede di Asm, che così potrà trasformarsi in polo per la raccolta differenziata. Sorgeranno tra viale Fratelli Cervi e via San Martino per Galceti, vicino alla pista d'atletica; in piazzale Abbè Pierre, tra la Declassata e Parco Prato e in viale Marconi, tra il campo nomadi e l'area Fiera.  «Si tratta di servizi fondamentali per i cittadini, che potranno conferire qui qualsiasi tipo di rifiuto domestico, ad integrazione della raccolta porta a porta - spiega l'assessore all'Ambiente Filippo Alessi - Le aree sono grandi 2.500 mq e saranno costruite con grande attenzione alla qualità, facilmente raggiungibili ed accessibili, attrezzate e dotate di sorveglianza. Sono state progettate per essere funzionali al riuso e alla differenziazione dei rifiuti in modo corretto» Il costo è di 3,3 milioni di euro coperti da Alia, la nuova azienda di rifiuti di ambito metropolitano in cui confluirà Asm dal prossimo 13 marzo. La gara è ancora in fase di apertura.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 set 2017

Il bilancio dei concerti: 15.000 i partecipanti

di Cristina Betti

<strong>Gli organizzatori della fonderia Cultart che hanno gestito i concerti pratesi sono molto soddisfatti: buone le presenze, soprattutto per Brunori Sas.</strong> <hr /> Non ci sono ancora i numeri precisi dei singoli concerti, ma in tutto sono stati staccati la bellezza di 15.000 biglietti: <blockquote>«In tutto stimiamo 15.000 biglietti staccati, è andata come da previsione - dice <b>Francesco Fantauzzi </b>- La sorpresa è stato il concerto di Brunori Sas, che ha fatto il pieno. Hanno funzionato perfettamente le misure di sicurezza, il dispositivo concordato con prefettura e forze dell’ordine ha funzionato bene. Molto bene anche l’attività della Piazza dei piccoli, le cui presenze sono aumentate in modo esponenziale rispetto allo scorso anno»</blockquote> Il rischio maggiore per le presenze arriva dai bollettini meteo e si stanno studiando modi per poter spostare in caso di pioggia gli eventi al chiuso, in modo da non rinviarli. <blockquote>«Continuano a prevedere pioggia e siamo preoccupati - prosegue Fantauzzi - Vogliamo evitare rinvii o sospensioni degli spettacoli, che si svolgono tutti all’aperto. Per questo stiamo valutando alcune opzioni per portare gli spettacoli al chiuso».</blockquote> Ovviamente, per la Palla Grossa ciò non è possibile e si giocherà comunque.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 ago 2017

Settembre pratese in arrivo!

di Cristina Betti

Ecco i principali eventi del settembre pratese. Piazza Duomo 31 Agosto Brunori Sas | A casa tutto bene tour Opening act Tommaso Novi 1 Settembre Afterhours + Luci della centrale elettrica 2 Settembre Litfiba 3 Settembre Baustelle Opening act Verdiana Raw 4 Settembre Benjamin Clementine Opening act BIRTHH 5 Settembre Camerata Strumentale Città di Prato – Ingresso libero Piazza Santa Maria in Castello Dopo il successo della scorsa edizione, la piazza “dei piccoli” si animerà per dieci giorni e con un programma ancora più ricco di laboratori e iniziative dedicate ai bambini di tutte le età. Il programma è ricchissimo. Castello dell’Imperatore Due giorni di rock indipendente con “Fortezza Santa Valvola”: 2 settembre Alessandro Fiori, Solki, MiticiGorgi, Daniel D. Demented dj e Fluize. 3 settembre. VO, CRTVTR, Idlegod, Naresh Ran e Bad Girl. A cura di Santa Valvola Records, Barock, Urban Skatepark, Cencio’s club e le label Diodrone e Millessei dischi. Dalle 18,30 in poi. Ingresso libero. 9 e il 10 settembre Freaky Deaky, una due giorni interamente dedicata alla musica elettronica. Dalle 17 a mezzanotte. Museo del Tessuto 1 settembre Alle 18 inaugurazione della mostra “Sognatori Anonimi” , composta dalle opere di Martina Futura Caschera, Alessia Castellano, Marino Neri e Beatrice Pucci ispirate ai sogni dei sognatori anonimi. Ingresso 7 euro che include: museo, mostra il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento europeo, mostra Sognatori Anonimi. Per i possessori del biglietto di uno dei concerti del Settembre l’ingresso è 4 euro. A cura di Zappa. Fino al 17 settembre, ingresso libero. 3 settembre Concerto dell’Orchestra Nazionale Artes. 16 settembre Alle 18,30 verrà inaugurato un bassorilievo in ceramica dedicato al mondo del lavoro tessile realizzato da Leonetto Tintori e donato dal Cral del Lanificio “Pecci”. A seguire, dopo l’aperitivo, spettacolo di cabaret a cura della Compagnia “La 5° abbondante” con la regia di Paolo Gonfiantini. Info: 0574 611503 – info@museodeltessuto.it – A cura della Fondazione Museo del Tessuto e del Laboratorio per Affresco “Elena e Leonetto Tintori”. Corteggio Storico Il Corteggio Storico, evento simbolo della città di Prato, come ogni 8 settembre invaderà le strade del centro storico per festeggiare non solo la Madonna ma anche il proprio cinquantesimo anniversario. Giardino Buonamici 3 settembre Ai concerti principali in piazza Duomo si deve poi aggiungere anche “7cori per 7embre”, che culminerà proprio nel giardino Buonamici. A cura dell’associazione corale “Euphonios”, un pomeriggio alla scoperta di numerose formazioni corali provenienti da tutta la Toscana che animeranno le strade e le piazze del centro storico. 9 settembre Il centralissimo giardino Buonamici ospiterà lo spettacolo “Vero su Bianco” (ore 21, ingresso libero) di Riccardo Goretti e Edoardo Nardin. 9 e 10 settembre Market di editoria indipendente Oioi Market. Dalle 16 a mezzanotte, autoproduzioni, illustrazione, grafica e fotografia, con uno sguardo alle arti contemporanee al nuovo e al diverso. Quilombo Il nuovo spazio culturale di via Santa Chiara ospiterà “Foto Gang” (16 e 17 settembre), una libreria indipendente e itinerante che ha come scopo la diffusione di creazioni editoriali indipendenti. Previste anche presentazioni e proiezioni a ingresso libero. A cura di Simone Ridi, CUT Circuito Urbano Temporaneo, Zine Tonic, Quilombo Santa Trinita 4 settembre “Da sponda a sponda”. Manifestazione ludico/motoria aperta a tutti con percorsi di 5 Km e 10 Km lungo le sponde del Bisenzio, a cura di Cai Prato, che animerà le strade del centro storico. 7 settembre Alle 19  “Quanto AMI lo Swing?”: una serata per sostenere il progetto Prama della Fondazione Ami. Aperitivo e musica con Santa Lucia Big Band, swing e latino americano anni ’50. Dalle 19. Visite Guidate 5 settembre Alle 18, con incontro alla porta Mercatale, ci sarà una passeggiata alla scoperta dei rioni della Palla Grossa con aneddoti, storie e curiosità. Quota di partecipazione 5€ (gratuita se in possesso di un biglietto del festival). 6 settembre Alle ore 16 visita guidata che  porterà i partecipanti alla scoperta di come sono nati i quartieri della Palla Grossa. Quota di partecipazione 5€ (gratuita se in possesso di un biglietto del festival). Info e iscrizioni: tel: 3405101749 e-mail info@artemiaprato.it.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 ago 2017

Pop Up Prato: si rinnova Via del Serraglio con 27 nuove attività

di Cristina Betti

Presentata la graduatoria di Pop Up Prato, 27 nuove attività aprono per il periodo invernale. Per cercare di riqualificare il centro storico, e in particolare Via del Serraglio e Via Muzzi, è partito il Progetto Pop Up Prato (di cui abbiamo parlato qui): i locali sfitti sono stati assegnati con un bando, e su 38 domande, 27 sono stati i vincitori. Dal 30 settembre 2017 al 14 gennaio 2018, i fondi sfitti (per un totale di 16) in Via del Serraglio e Via Muzzi verranno attribuiti gratuitamente alle nuove attività che hanno partecipato al progetto. Durante il periodo estivo i vincitori si incotreranno con i responsabili del progetto per stabilire l'andamento delle nuove attività, per fare il punto sugli aspetti organizzativi e logistici e per conoscere gli spazi assegnati in modo condiviso o singolarmente. In base agli accordi, al termine dei 3 mesi gratuiti sarà possibile rinnovare il contratto di affitto col proprietario del fondo. A seguito l'elenco dei vincitori.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 ago 2017

Proteste per il taglio degli alberi per far posto alla nuova scuola

di Cristina Betti

Sul Viale Montegrappa sono stati tagliati dei pini per far posto alla costruzione della scuola: proteste fra i cittadini. Il 9 agosto 26 pini pluriquarantenni sono stati abbattuti sul Viale Montegrappa per fare posto alla nuova scuola materna di Ponzano. Gli alberi si trovavano nell’area dei giardini che dalla parte est del viale - dal lato di viale Marconi - confinano ad ovest con viale della Repubblica e a nord con il fiume Bisenzio. Già da 10 anni è stata scelta per la localizzazione della nuova scuola, che farà parte dell’Istituto Comprensivo Pier Cironi. I cittadini protestato perché nei pressi c'era un'area sterrata che poteva essere scelta per ubicare la scuola, senza la necessità quindi di abbattere alberi sani. Il comune rassicura che verranno adeguatamente piantati nuovi alberi: «Il progetto della nuova scuola - afferma l’assessore comunale all’Urbanistica Valerio Barberis - prevede la ripiantumazione di nuovi alberi: 2 carpini bianchi, 12 alberi assortiti fra meli, nespoli e melograni, 6 ciliegi da fiore e circa 80 metri di nuove siepi e altri alberi da piantare in prossimità della recinzione della scuola. Parte dell’area verde della scuola sarà accessibile a tutti i cittadini, perché farà parte di un centro gioco - che prevede la realizzazione di una piazza coperta - per le famiglie del quartiere. La nuova scuola sarà inoltre costruita secondo i principi dell’ecosostenibilità, tramite l'uso di materiali ecologici in legno e risorse rinnovabili. È un progetto innovativo».* Il sindaco inoltre informa che ogni anno circa 100 alberi, fra malati e morti, vengono rimossi a Prato per poi essere sostituiti con il doppio delle piante. Non ci resta altro che vedere se questi nuovi alberi verranno veramente ripiantati.   *Fonte: Il Tirreno - Prato  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 ago 2017

Ferragosto di Prato: ecco il programma

di Cristina Betti

"Festa di mezz'estate" 2017: cocomerata e visita in notturna del Palazzo Pretorio. In Piazza dell Carceri e Viale Piave si rinnova l'appuntamento per il ferragosto in città: il pomeriggio del 15 agosto torna l'evento gratuito con cocomero a volontà e musica organizzato dal Comune di Prato in collaborazione con la Pubblica Assistenza L'Avvenire e con il contributo di Esselunga. la tradizionale Ostensione della Sacra Cintola di Maria si terrà alle 18:00 dal Pulpito di Donatello in Duomo. In piazza S. M. delle Carceri aalle 19:00 comincerà la Festa di mezz'estate: il sindaco taglierà la prima fetta di cocomero, che sarà poi distribuito a tutti i presenti dai volontari della Pubblica Assistenza L'Avvenire. I 20 quintali di cocomeri verranno messi a disposizione da Esselunga. Il palco sarà posizionato sotto il Castello dell'Imperatore, gli stand della Pubblica Assistenza per la distribuzione del cocomero e i vari punti ristoro saranno invece posizionati in viale Piave, da via Dante verso via Frascati. A partire dalle 20:00 musica dal vivo con il Clan dei Ribot. Palazzo Pretorio effettuerà invece anche qust'anno l'apertura in notturna, e sarà possibile godere della splendida vista dalla terrazza panoramica:  in occasione della Festa di Ferragosto ,  martedì 15 agosto, il Museo non osserverà il giorno di chiusura e aprirà anzi eccezionalmente  con  orario prolungato fino alle 22. Per i residenti di Prato l'ingresso è gratuito dalle 18 alle 22, un regalo del Comune per i residenti di Prato che rimangono in città per Ferragosto. Per quanto riguarda la viabilità, ecco che cambiamenti ci saranno: per permettere lo svolgimento della manifestazione lunedì 15 agosto dalle 9:00 a mezzanotte divieto di sosta e transito in piazza Santa Maria delle Carceri nel tratto compreso tra l'incrocio con via Dante e quello con con via del Ceppo Vecchio. Durante la chiusura il traffico proveniente da via Dante sarà deviato in via San Bonaventura, piazza San Francesco, via Rinaldesca, via degli Alberti, via Banchelli, via del Pellegrino, via Santa Caterina, via Dolce de' Mazzamuti, via delle Misericordia, via Cavour, via J. Monnet, via Roncioni, via Zarini, via Don G. Arcangeli, via Frascati, via del Ceppo Vecchio e viale Piave.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 ago 2017

Prato lancia il Pin per tentare il titolo di Capitale Italiana della Cultura 2020

di Cristina Betti

Il PIN avrà tempo fino al 15 settembre per prepare il progetto per l'ambito titolo. Dopo la nomina di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017, Prato non ci sta e vuole provarci. E sarà proprio il Polo Universitario di Prato, a dover preparare il dossier per la candidatura della città di Prato all'ambito premio per l'anno 2020. E per farlo avrà tempo fino al 15 settembre. Il Pin è stato scelto in merito "della sua natura e dell'oggetto della sua attività, - si legge nell'atto di affidamento - delle competenze professionali di carattere scientifico possedute, della sua radicazione sul territorio, della propria organizzazione strutturale, nonchè del suo coinvolgimento trasversale su una pluralità di obiettivi, interventi strategici e progetti che risultano connessi con la progettualità in questione".* C'è a disposizione quindi poco tempo, e per questo il Comune ha deciso di affidare questo compito delicatissimo a un ente esterno che sappia arrivare all'impellente scadenza nel modo migliore. Costo dell'incarico: 20mila euro più Iva (quindi 24.400 euro). Ben altre altre 45 città che hanno manifestato il proprio interesse per il bando: Agrigento, Agropoli, Alberobello, Altamura, Ancona, Asti, Aversa, Bellano, Benevento, Bitonto, Capaccio Paestum, Casale Monferrato, Caserta, Catania, Ceglie Messapica, Cuneo, Fabriano, Fasano, Foligno, Gallipoli, Lanciano, Macerata, Merano, Messina, Montepulciano, Noto, Nuoro, Oristano, Parma, Piacenza, Pietrasanta, Pieve di Cadore, Ragusa, Ravello, Reggio Emilia, Salerno, Scandiano, Siracusa, Telese Terme, Teramo, Tivoli, Tremezzina, Treviso, Vibo Valentia e Villa Castelli. Incrociamo le dita.   *Fonte: Notizie di Prato

Leggi tutto    Commenti 0