Articolo
17 ago 2018

“Dinamitri Jazz Folklore”, terzo appuntamento con i Concerti della Verdi nella corte della Biblioteca Lazzerini

di Mobilita Prato

Prosegue la rassegna musicale dei Concerti della Verdi: lunedì 20 agosto, alle 21.30, la Corte delle sculture della Biblioteca Lazzerini tornerà ad ospitare le esibizioni dei docenti della Scuola comunale di musica Giuseppe Verdi coordinati da Paolo Ponzecchi, in una serata ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili nell'ambito della Prato Estate organizzata dall'assessorato alla Cultura. Lunedì 20 torna protagonista il jazz con  Dinamitri Jazz Folklore, che trascinerà il pubblico in un viaggio da Ornette Coleman al jazz modale, dal be-pop alle polifonie di New Orleans, dal blues all'Africa. Animeranno la serata gli artisti Piero Gesuè con la sua voce, Emanuele Parrini al violino, Dimitri Grechi Espinoza al sax alto, Beppe Scardino al sax baritono, Pee Wee Durante all'hammond elettrico, Gabrio Baldacci alla chitarra elettrica, Andrea Melani alla batteria e Simone Padovani alle percussioni. I Concerti della Verdi proseguiranno con l'ultimo appuntamento di lunedì 27 agosto con Riccardo Galardini Trio, sempre nella corte delle Sculture; ulteriori informazioni sugli eventi estivi in città sono disponibili agli indirizzi  www.pratoestate.it,  www.cittadiprato.it ed alla pagina Facebook @PratoEstate2018.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 ott 2017

Le biblioteche di Prato sempre aperte!

di Alessandra Santoni

Da questa settimana, e più esattamente da domenica 1 ottobre, la biblioteca Lazzerini resterà aperta anche la domenica dalle 9 alle 19.Comincia così l’orario prolungato di apertura al pubblico, dopo le variazioni del periodo estivo. La grande novità è però l'apertura del lunedì mattina a partire dalle ore 9, con orario continuato fino alle 20 e il giovedì fino alle 23.  Come sempre saranno garantiti tutti i servizi, sia specialistici che di base, dal prestito alle consulenze, dalle risorse online ai servizi interculturali, fino al prestito interbibliotecario. Anche i bambini potranno godere ancor di più degli spazi e dei servizi: la sezione ragazzi e bambini sarà aperta la domenica dalle 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 19, il lunedì dalle 14.30 alle 19, e dal martedì al sabato dalle 9 alle 19. Ma non è finita anche qui: anche le biblioteche decentrate delle circoscrizioni Nord e Ovest aumentano gli orari di apertura, e dal 7 ottobre al 2 dicembre saranno aperte anche il sabato pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30. Foto: comunediprato.it

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 set 2017

L’accessibilità è il tema di “Autunno da sfogliare 2017″

di Cristina Betti

Il cartellone del Sistema Bibliotecario Pratese ha scelto come tema del 2017 l'accessibilità: oltre 160 appuntamenti per tutta la provincia. "Autunno da Sfogliare", iniziative a cura del Sistema Bibliotecario Provinciale Pratese con il sostegno congiunto del Comune di Prato e della Regione Toscana, e coordinate dalla Biblioteca Lazzerini, promette bene come rassegna del 2017: oltre 160 gli eventi gratuiti che, dal 1 ottobre al 23 dicembre, animeranno la rete delle biblioteche e degli archivi del territorio provinciale. La scelta del tema dell'accessibilità, insieme agli altri che toccheranno questa iniziativa, avrà una particolare attenzione alle utenze speciali (persone disabili, malate, migranti, anziani, ecc.), e partecipa alla campagna promossa dalla Regione Toscana “Ottobre. Un mese nelle biblioteche per una cultura accessibile” L’accessibilità alla cultura come diritto universale e come rimozione di tutti gli ostacoli che ne possono impedire l’accesso è infatti il filo conduttore di una serie di iniziative che sotto il titolo “Per tutti, nessuno escluso”. Verso biblioteche sempre più accessibili, vedono approfondirsi i partenariati fra le biblioteche pubbliche e le associazioni e gli enti del territorio come l’Azienda Usl Toscana Centro, il Centro antiviolenza La Nara, la Camera di Commercio. Moltissime le attività anche per i bambini e i ragazzi. E' qui possibile consultare il calendario completo delle iniziative.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 giu 2017

Al via i nuovi corsi di cultura generale!

di Alessandra Santoni

Dal prossimo ottobre ricominceranno i corsi di cultura generale promossi dal Comune di Prato e coordinati dalla Biblioteca Lazzerini. Si tratta di corsi di educazione permanente e di cultura generale finalizzati all’arricchimento del bagaglio di conoscenze dei partecipanti in diversi campi. Oltre ad essere uno strumento di crescita individuale ed insieme una positiva forma di utilizzo del tempo libero, i corsi  hanno favorito, negli anni, il rafforzamento della collaborazione fra l’amministrazione comunale e le associazioni, organizzazioni e soggetti privati del territorio che operano nel campo dell’arte, della manualità creativa, delle lingue straniere e di numerose altre materie. Martedì scorso la Giunta ha approvato una delibera di riorganizzazione complessiva di molti degli spazi di proprietà dell’amministrazione comunale - ha affermato l'assessore alla Cultura Simone Mangani - e pertanto adesso, come annunciato nelle settimane scorse , siamo in grado di ripartire con questo appuntamento che nel corso del tempo ha incontrato il favore di molti. Fino a venerdì 7 luglio i soggetti interessati – singoli o associazioni - potranno presentare le proprie proposte di corsi che, in via prioritaria, dovranno riguardare le seguenti materie: lingue, teatro, fotografia, storia dell’arte, musica per bambini e ragazzi, informatica, scrittura creativa, manualità, benessere, relazioni interpersonali e familiari. I soggetti interessati a realizzarli possono consultare l’avviso e presentare la domanda usando il Modello A – entrambi consultabili e scaricabili dal sito del Comune di Prato -  esclusivamente via mail. E’ possibile proporre al massimo due corsi, ad eccezione dell’insegnamento delle lingue, per i quali i corsi proposti potranno essere un massimo di cinque e dell’informatica, per i quali i corsi proposti potranno essere tre. Una Commissione tecnica esaminerà le proposte pervenute selezionando le candidature sulla base di criteri predeterminati e stabilirà anche i luoghi di svolgimento di ciascun corso.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 giu 2017

Una foresta (d’ingani) alla Lazzerini

di Alessandro Gori

L'area esterna del complesso Campolmi si arricchisce di una nuova opera d'arte: una foresta! Foresta sì, ma solo illusoria. L'opera che ha realizzato Chiara Spataro è un trompe-l'oeil, ovvero uno sfondato, un'illusione ottica. "Attraverso la rappresentazione di un bosco immaginario su una delle superfici murarie che delimitano il piazzale antistante la biblioteca verrà ricreato un habitat naturale lì dove l’urbanità e i suoi bisogni ne impediscono la crescita”. "L’obiettivo è coinvolgere lo spettatore in un’ambientazione surreale ma concreta e presente, invitando ad esplorare attraverso l’illusione dell’esistenza di una terza dimensione, quell'antico legame uomo-natura indissolubile e profondo”. “La pittura di Chiara Spataro  si riallaccia alla tradizione pittorica rinascimentale toscana in cui gli artisti iniziano a sfondare le superfici piatte con la profondità data dall'uso della prospettiva, creando così nuovi spazi illusori amplificando la visione del piano reale. Lo sviluppo successivo del genere pittorico del trompe-l’oeil, che dal Seicento in poi vede il contributo degli studi di ottica e di percezione visiva, spinge gli artisti a sentire il rapporto con la Natura e la sua imitazione come un gioco e una sfida che da quel momento in poi non ha mai visto un vero declino. Infatti, si tratta di una tecnica caratterizzata da una ricerca continua di possibilità, in precario equilibrio fra desiderio di una rappresentazione verosimile della realtà e un suo superamento, con l’inganno di poter rendere manifesto e visibile ciò che risiede oltre il limite dell’immaginazione”. Ben venga un arricchimento artistico dell'area antistante la biblioteca, magari in attesa di avere, se non proprio una foresta, anche qualche qualche pianta o alberi veri.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 mar 2017

“Scampia: volti che interrogano”: nuova mostra fotografica in Lazzerini

di Cristina Betti

Da giovedì 2 marzo fino al 21 marzo, in mostra presso la biblioteca Lazzerini la mostra dedicata alla vita sotto la "vela" di Scampia. Un ritratto di volti umani fotografati da Davide Cerullo. Davide Cerullo, ex camorrista, fondatore dell'associazione di promozione sociale "L'albero delle storie", nonché fotografo ed autore di testi, approda nella Biblioteca Lazzerini con fotografie che ritraggono cosa significhi essere bambino, adolescente, uomo o donna a Scampia. La mostra è stata inaugurato giovedì 2 marzo alle ore 21 alla presenza di Don Marco Natali dell'Associazione Libera Prato e alla presenza dell'autore. I suoi scatti raccontano le vite, le storie di un’infanzia violata, il disagio che emerge dagli occhi segnati di chi vive nelle ‘Vele’.L'autore Cerullo, questa realtà l’ha vissuta in prima persona tra droga, armi, carcere, fino a quando un incontro ‘diverso’ lo ha aiutato a ripartire per riprendersi la sua vera vita.Dopo anni di lontananza alla ricerca della sua vera umanità, del suo vero ‘Io’, Davide è tornato a Scampia e ha fondato un’associazione di promozione sociale per dare una speranza a quei bambini e alle loro madri, per farli crescere in un’esperienza di bene, attraverso gesti semplici come giocare, fare i compiti o semplicemente ‘farsi raccontare una storia’. L’iniziativa si colloca all’interno del progetto “Primavera della legalità”, realizzato grazie alla collaborazione fra il Comune di Prato, gli istituti scolastici cittadini, “Roberto Castellani”, “Pier Cironi” e “Nord” e le associazioni Cieli Aperti e Agesci, con l’obiettivo di affrontare il tema della legalità anche attraverso un dialogo fra generazioni, non solo dentro le aule delle scuole.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 feb 2017

Oggi presentazione in biblioteca Lazzerini: “Prossima fermata”.

di Cristina Betti

In Biblioteca Lazzerini giovedì 16 febbraio per la presentazione di "Prossima fermata. Una storia per Renato" di Zero Calcare ed Erre Push. A cura del Circolo Pascoski. Giornata di presentazioni di libri presso la Biblioteca Lazzerini di Prato. Oggi, giovedì 16 febbraio alle 18,30 presso la biblioteca il Circolo Pascoski presenta, assieme al gruppo editoriale, la storia a fumetti "Prossima fermata. Una storia per Renato" disegnato da Zero Calcare ed Erre Push, dove viene raccontata la storia di Renato Biagetti, ucciso dai neofascisti nel 2006. Questo il comunicato dell'evento sulla pagina facebook: "Nel 2006 a Focene, estrema periferia di Roma, Renato viene ucciso da due giovani neofascisti. Solo perché diverso: “una zecca” estranea a quel quartiere. A un anno dall’omicidio ERRE PUSH e Zerocalcare disegnarono un fumetto, La politica non c’entra niente per raccontare le numerose aggressioni e la strategia di media e istituzioni: “liti tra bande”, “atti di bullismo”, “violenze impolitiche”. Impolitiche perché fascismo in Italia è una parola scomoda, e usarla vuol dire riconoscere l’esistenza di un cancro che non è mai stato curato. Oggi, con Prossima fermata. Una storia per Renato, i due autori mostrano l’insostenibile slittamento a destra che ha preso il paese: il razzismo e il populismo crescenti, la precarietà come unico orizzonte di vita, le politiche di austerity che colpiscono milioni di persone e la negazione dei diritti a spianare la strada al progetto neoliberista. Un libro narrato con amore e con rabbia che è anche un viaggio a ritroso nel tempo, un appello contro l’oblio della memoria: una storia per Renato e per chi non dimentica e continua a lottare contro ogni fascismo. Il libro sarà l’occasione per aprire un dibattito con i partecipanti. Interverranno: la campagna "Io non dimentico" , la rete editoriale Elementi Kairos, il Comitato Madri per Roma Città Aperta. Evento organizzato in collaborazione con la biblioteca Lazzerini." Per maggiori informazioni: Circolo Pascoski, Biblioteca Lazzerini di Prato.  

Leggi tutto    Commenti 0