Articolo
07 set 2017

Museo del Tessuto: cercasi catalogatori e fotografi!

di Alessandra Santoni

Il Museo del Tessuto seleziona giovani catalogatori e fotografi da coinvolgere nelle iniziative sperimentali di digitalizzazione degli archivi tessili previste dal progetto europeo Interreg Med Creativewear. Per partecipare ad entrambe le selezioni è necessario essere in possesso del diploma di maturità e non aver compiuto 31 anni. Ai catalogatori sarà inoltre richiesto di possedere buone conoscenze di tecnologia e merceologia tessile (fibre e filati, armature, processi di fabbricazione, tipologie merceologiche), del settore tessile abbigliamento e di storia della moda moderna e contemporanea, oltre a una buona conoscenza della lingua inglese. Ai fotografi, invece, si richiede di aver avuto esperienze formative e/o professionali pertinenti alla materia e buone conoscenze di fotografia still life. Tramite le selezioni verrà formata una graduatoria di soggetti ritenuti idonei a collaborare allo svolgimento delle diverse attività sperimentali di valorizzazione del patrimonio tessile dell’area pratese previste dal progetto. Il termine per presentare la domanda scade il 22 settembre. Ulteriori precisazioni, la modulistica ed il bando sono consultabili alla pagina dedicata sul sito del Museo!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 ago 2017

Pop Up Prato: si rinnova Via del Serraglio con 27 nuove attività

di Cristina Betti

Presentata la graduatoria di Pop Up Prato, 27 nuove attività aprono per il periodo invernale. Per cercare di riqualificare il centro storico, e in particolare Via del Serraglio e Via Muzzi, è partito il Progetto Pop Up Prato (di cui abbiamo parlato qui): i locali sfitti sono stati assegnati con un bando, e su 38 domande, 27 sono stati i vincitori. Dal 30 settembre 2017 al 14 gennaio 2018, i fondi sfitti (per un totale di 16) in Via del Serraglio e Via Muzzi verranno attribuiti gratuitamente alle nuove attività che hanno partecipato al progetto. Durante il periodo estivo i vincitori si incotreranno con i responsabili del progetto per stabilire l'andamento delle nuove attività, per fare il punto sugli aspetti organizzativi e logistici e per conoscere gli spazi assegnati in modo condiviso o singolarmente. In base agli accordi, al termine dei 3 mesi gratuiti sarà possibile rinnovare il contratto di affitto col proprietario del fondo. A seguito l'elenco dei vincitori.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 giu 2017

Al via i nuovi corsi di cultura generale!

di Alessandra Santoni

Dal prossimo ottobre ricominceranno i corsi di cultura generale promossi dal Comune di Prato e coordinati dalla Biblioteca Lazzerini. Si tratta di corsi di educazione permanente e di cultura generale finalizzati all’arricchimento del bagaglio di conoscenze dei partecipanti in diversi campi. Oltre ad essere uno strumento di crescita individuale ed insieme una positiva forma di utilizzo del tempo libero, i corsi  hanno favorito, negli anni, il rafforzamento della collaborazione fra l’amministrazione comunale e le associazioni, organizzazioni e soggetti privati del territorio che operano nel campo dell’arte, della manualità creativa, delle lingue straniere e di numerose altre materie. Martedì scorso la Giunta ha approvato una delibera di riorganizzazione complessiva di molti degli spazi di proprietà dell’amministrazione comunale - ha affermato l'assessore alla Cultura Simone Mangani - e pertanto adesso, come annunciato nelle settimane scorse , siamo in grado di ripartire con questo appuntamento che nel corso del tempo ha incontrato il favore di molti. Fino a venerdì 7 luglio i soggetti interessati – singoli o associazioni - potranno presentare le proprie proposte di corsi che, in via prioritaria, dovranno riguardare le seguenti materie: lingue, teatro, fotografia, storia dell’arte, musica per bambini e ragazzi, informatica, scrittura creativa, manualità, benessere, relazioni interpersonali e familiari. I soggetti interessati a realizzarli possono consultare l’avviso e presentare la domanda usando il Modello A – entrambi consultabili e scaricabili dal sito del Comune di Prato -  esclusivamente via mail. E’ possibile proporre al massimo due corsi, ad eccezione dell’insegnamento delle lingue, per i quali i corsi proposti potranno essere un massimo di cinque e dell’informatica, per i quali i corsi proposti potranno essere tre. Una Commissione tecnica esaminerà le proposte pervenute selezionando le candidature sulla base di criteri predeterminati e stabilirà anche i luoghi di svolgimento di ciascun corso.

Leggi tutto    Commenti 0