12 dic 2016

Aree 30


Le zone 30 esistono come pianificazione urbana dal 1995, ma ancora non sono sfruttate nelle grandi città. 


 

La zona 30 è un’intervento urbanistico per moderare il traffico nella viabilità urbana. In queste aree la velocità massima è di appunto 30 km/h (invece dei 50 previsti dal codice), il tutto nell’ottica di favorire e rendere più sicura la mobilità di pedoni e ciclisti nelle aree urbane.

Queste zone 30, oltre all’opportuna segnaletica che indica l’area interessata, sono caratterizzate da strutture architettoniche (muretti, rallentatori, piante ecc…) che non facilitano il transito veloce delle auto e che invece favoriscono lo scorrimento di pedoni e biciclette in maggiore sicurezza possibile.

Attualmente ci sono diverse aree pratesi che potrebbero essere tranquillamente una zona 30, come i quartieri del centro interni alle mura (anzi, dovrebbero, perché poste in zone molto centrali e quindi in strade particolarmente strette e frequentate) ma, nonostante vari interventi, ancora non ci sono stati dei veri e propri piani di realizzazione.

Queste aree 30 faciliterebbero molto la vita anche ai ciclisti, specialmente nel centro città, dove la realizzazione di ciclabili non è la soluzione più ideale. Si potrebbe invece optare per aree 30 km/h massimo con la possibilità per i ciclisti di andare contromano.

Ovviamente tali aree dovranno essere ben delimitate e indicate (segnaletica verticale e orizzontale, anche accompagnate da opportune modifiche architettoniche), in modo tale che ciclisti e automobilisti si rendano conto immediatamente di essere entrati in una di queste zone.

foto: http://www.marcianiseinbici.it/

foto: http://www.marcianiseinbici.it/

Per realizzare un vero piano di intervento, come prima cosa si dovrebbero selezionare aree residenziali dove il traffico quotidiano è limitato.

La prima zona da prendere in considerazione è ovviamente il Centro Storico, già delimitato dal perimetro murario, ma anche i centri di determinati quartieri periferici come quelli di:

  • San Paolo (nell’area circoscritta tra Via dell’Alberaccio/S. Paolo, Via Donizzetti, Via Pistoiese)
  • Galciana (nel quadrilatero compreso tra Via della Lastruccia/Fondaccio, Via Nesi/Organo, Via Ugo Foscolo/Alfani)
  • Chiesanuova (nelle zone fra la ferrovia, Via Montalese/Strozzi, Via Taro/Ciliani, Via Liliana Rossi)
  • Aree interessate dalla presenza di edifici scolastici o sanitari
  • ecc.

 

 

 


aree 30bici

Proposta successiva


Lascia un Commento