Articolo
10 gen 2019

Oltre 1 milione e 700 mila euro di investimenti al Museo di Palazzo Pretorio, all’ex Conservatorio di Santa Caterina e al Centro Pecci

di Mobilita Prato

Il primo progetto riguarda la realizzazione del nuovo ingresso al Museo di Palazzo Pretorio che sarà spostato dall'attuale posizione in piazza del Comune, a quella, sempre in piazza, lato fontana del Bacchino. Il nuovo ingresso avverrà dai due grandi portali sotto la scalinata esterna del Palazzo Pretorio, nella stessa zona d'ingresso sarà collocato anche il nuovo punto di informazioni turistiche. Saranno nell'occasione realizzati un nuovo bancone per la biglietteria, nuovi espositori per il bookshop, nuovi armadietti per il guardaroba e sarà realizzata  una video proiezione nella attuale sala della timeline. Il costo di questo intervento sarà di 155 mila euro. L'altro progetto approvato riguarda la ritrutturazione del teatro e dei locali annessi all' Ex Conservatorio di Santa Caterina che saranno poi consegnati a Manifatture Digitali Cinema e che ospiteranno una produzione cinematografica e una sala incontro. Saranno rifatte le pavimentazioni interne e esterne, sostituiti gli infissi e rifatti tutti i portoncini in legno sempre seguendo i criteri del restauro e quindi conservando le caratteristiche attuali. Verranno poi realizzate, all’interno del teatro, delle pareti in cartongesso insonorizzate per creare degli ambienti separati, controsoffittati sempre con materiali insonorizzanti. Verrà infine ristrutturato anche l’edificio sul retro che si trova all’interno della corte dove verrà ricavato un ulteriore locale tecnico, mentre la parte restante sarà concessa a “Manifatture Digitali Cinema” dove sarà realizzato uno spazio espositivo. Il costo di questo intervento sarà di circa 540 mila euro. L'ultimo progetto riguarda il Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci con la riqualificazione dell'edificio esistente attraverso la riorganizzazione dei locali del seminterrato. Sarà interamente recuperato il porticato e lo spazio antistante il vano di accesso al montacarichi e sarà realizzato un laboratorio a disposizione dell’Opificio delle Pietre Dure (OPD), con il quale la Fondazione del Museo Pecci ha recentemente stipulato una apposita convezione, per il restauro delle opere di proprietà del Centro ovvero delle opere d’arte in arrivo o in partenza. Al piano terra è previsto il ripristino di un locale da sempre destinato ad aula didattica. Il costo di questo intervento sarà di 1.104.000 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 dic 2018

Divieto di transito alla rotatoria di via Foscolo, via Alfani e via Ciulli

di Mobilita Prato

Per lavori di riasfaltatura da domani 11 dicembre a venerdì 14 divieto di transito alla rotatoria tra via Foscolo, via Alfani e via Ciulli. I lavori saranno divisi in due fasi. Nella prima il traffico proveniente da via Suor Niccolina Infermiera con direzione via Alfani sarà deviato in via Foscolo, via dell'Organo, via Matteo degli Organi e via Alfani. Quello in direzione via Ciulli/piazza della Chiesa di Galciana sarà deviato in via Foscolo e via dell'Alberaccio. Il flusso diretto a via Ciulli/via Scarlatti sarà deviato in via Suor Niccolina Infermiera, viale Nam Dinh, inversione ad "U" alla rotatoria con via della Pace e viale Nam Dinh e via Ciulli. Il traffico proveniente da via Alfani con direzione via Foscolo "Ospedale Santo Stefano" sarà deviato in via Bettazzi, via della Lastruccia, via del Fondaccio, via Nesi, via della Chiesa di Capezzana, via dell'Organo e via Foscolo. Le auto provenienti da via della Chiesa di Galciana con direzione via Alfani proseguiranno per via Frescobaldi, via Isidoro del Lungo, via Matteo degli Organi e via Alfani. Quello dalla via della Chiesa di Galciana in direzione di via Foscolo/Ospedale Santo Stefano andrà invece verso via dell'Alberaccio, mentre quello in direzione di via Ciulli/via Scarlatti, sarà deviato in via via dell'Alberaccio e via Foscolo, via Suor Niccolina Infermiera, viale Nam Dinh, inversione ad "U" alla rotatoria con Via della Pace. Il traffico proveniente da via Ciulli (lato via Scarlatti) in direzione di via Alfani, sarà deviato in via Scarlatti, via Corelli, viale Nam Dinh, via Galcianese e via degli Organi. Subirà delle deviazioni anche il trasporto pubblico locale La LAM BLU in direzione Ospedale da via Pistoiese proseguirà su via Arcangelo Corelli, viale Nam Dinh, via Suor Niccolina Infermiera e Ospedale Santo Stefano da dove prenderà il percorso regolare; in direzione Repubblica dall'Ospedale Santo Stefano proseguirà per via Suor Niccolina Infermiera, viale Nam Dinh, via Vivaldi e via Mascagni da dove prenderà il percorso regolare; La LAM ARANCIO in direzione Ospedale/Galciana dall' Ospedale Santo Stefano devierà su via Foscolo, via dell'Organo, via della Chiesa di Capezzana, via Nesi, via del Fondaccio, via della Lastruccia, via Bettazzi e via Visiana, da dove riprenderà il percorso regolare; in direzione Stazione da via della Lastruccia deviazione in via del Fondaccio, via Nesi, via della Chiesa di Capezzana, via dell'Organo e via Foscolo da dove riprenderà il percorso regolare; La LINEA 10, direzione Maliseti, dall'Ospedale transiterà da via Suor Niccolina Infermiera, viale Nam Dinh, via Vivaldi, via Mascagni, via Borgioli, via Albinoni, via Becherini, via Don Ciabatti e via Pistoiese da dove prenderà il percorso regolare; in direzione Iolo da via Pistoiese deviazione in via Corelli, viale Nam Dinh, via Suor Niccolina Infermiera e Ospedale Santo Stefano da dove prenderà il percorso regolare.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 dic 2018

Messa in sicurezza dell’intersezione tra via Manzoni e via Castruccio, approvato il progetto definitivo

di Mobilita Prato

E' stato approvato il progetto definitivo per la messa in sicurezza dell'intersezione tra via Manzoni e via Castruccio. L'intervento rientra nel progetto denominato “Sistema infrastrutturale di area metropolitana, seconda tangenziale Ovest di Prato” e nel caso spefifico prevede la realizzazione di una rotatoria. In questo momento l'intersezione è gestita con semplice immissione a raso di via Castruccio su via Manzoni regolata da una segnaletica orizzontale e da dei semplici segnali verticali di stop. La rotatoria in progetto servirà per la messa in sicurezza dell'intersezione e per la riduzione della velocità dei passaggi su via Manzoni. L'intervento prevede anche l'adeguamento di via Castruccio con i marciapiedi da entrambi i lati e la costruzione di 18-20 posti auto "a pettine". Il costo dell'intervento sarà di 350 mila euro

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 nov 2018

Lavori in piazza della chiesa di Galciana, i divieti e le deviazioni

di Mobilita Prato

Per consentire l'esecuzione dei lavori di scavo per la sostituzione delle valvole alle tubazioni della rete gas in Piazza della Chiesa di Galciana,  dalle 9 di lunedì 26 novembre e non oltre venerdì 7 dicembre sarà attivo il divieto di sosta e transito in Piazza della Chiesa di Galciana , limitatamente al tratto di viabilità principale posta a collegamento tra Via G. Pieraccioli e Via L. Ciulli. Durante i lavori il traffico veicolare proveniente da Via L. Ciulli con direzione Via Matteo degli Organi sarà deviato in Via L. Ciulli, Via Ugo Foscolo, Via dell'Organo e Via Matteo degli Organi --oppure -- Via L. Ciulli, Via dell'Alberaccio, Via dell'Organo e Via Matteo degli Organi. Il traffico veicolare proveniente da Via L. Ciulli con direzione Via Isidoro del Lungo sarà deviato in Via L. Ciulli, Via dell'Alberaccio, Via Giovan F. Becatelli, Via P. Villari, Via G. Frescobaldi e Via Isidoro del Lungo. Il traffico veicolare proveniente da Via della Lasatruccia/Via del Fondaccio con direzione Via L. Ciulli sarà deviato in Via del Fondaccio, Via O. Nesi, Via della Chiesa di Capezzana, Via dell'Organo, Via U. Foscolo e Via L. Ciulli -- oppure -- Via A. Costa, Via Matteo degli Organi, Via A. Alfani e Via L. Ciulli. Il traffico veicolare proveniente da Via G. Pieraccioli con direzione Via L. Ciulli sarà deviato in Via G. Frescobaldi, Via P. Villari, Via Giovan F. Becatelli, Via dell'Alberaccio e Via L. Ciulli.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 nov 2018

Count up, l’Orologio della Costituzione torna al suo posto

di Mobilita Prato

Si sono conclusi i lavori di restauro dell'opera "Count up", il monumento di piazza dell'Università conosciuto come "Orologio della Costituzione" e ideato dall'artista Alessandra Andrini. Un restauro complesso per l'orologio che conta il tempo trascorso dal 27 dicembre 1947, quando fu promulgata la Costituzione ad opera del Capo dello Stato provvisorio Enrico De Nicola. "Questo lungo ma puntuale intervento di restauro ha permesso di restituire alla città un'opera importante senza dover rinunciare al meccanismo originale e anche alla sua collocazione in piazza dell'Università - sottolinea il sindaco Matteo Biffoni -. Count up è un'opera particolare, densa di significato, un promemoria per ciascuno di noi sul valore della Costituzione". Da un esame accurato fatto sull’opera dai restauratori, la ditta Angelinoartworks di Roletto (Torino), insieme con l’artista Alessandra Andrini, è emerso che nonostante le oggettive difficoltà a ripristinare il movimento elettromeccanico dell’opera, poteva essere fatto un tentativo. La volontà dell’artista infatti è sempre stata quella di mantenere il meccanismo originale. Per fare ciò sono state recuperate le palette dei secondi ed una nuova scheda elettronica, mentre per testare il movimento è stato realizzato un nuovo software. Al termine dei lavori di restauro è stato avviato per alcuni mesi un test per verificare l’affidabilità del meccanismo soprattutto in caso di esposizione al sole. Visti i buoni risultati sono stati presi alcuni accorgimenti per garantire una ventilazione adeguata all'interno del cassone, la posa della scheda madre in zona protetta dagli agenti atmosferici e dagli sbalzi di temperatura e il fissaggio del policarbonato esterno per evitarne lo spostamento. L'intervento di restauro ha avuto un costo di circa 20mila euro. "La collaborazione tra l'artista Alessandra Andrini, puntuale nelle sue osservazioni e nei suggerimenti, e la ditta di restauro che già si era occupata della prima installazione dell'opera, ha permesso di ottenere il risultato ottimale. - spiega l'assessore alla Cultura Simone Mangani - Chiudiamo idealmente l'anno del 70° anniversario dall'entrata in vigore della Costituzione". Foto di copertina TV PRATO

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 nov 2018

Pista ciclopedonale, lunedi inizieranno i lavori per il posizionamento dell’arcata del Ponte Manetti

di Mobilita Prato

Lunedì inizieranno i lavori per il posizionamento dell'arcata del Ponte Manetti, dando così la svolta decisiva per la realizzazione del nuovo ponte ciclo-pedonale dove tuttora sorgono i due portali in pietra dello storico “Ponte Leopoldo II” sull’Ombrone, realizzato nel 1833 su progetto di Alessandro Manetti e distrutto dalle truppe tedesche nel 1944. La struttura metallica sarà lunga complessivamente 50 metri e costituita da tre elementi che saranno realizzati in officina, trasportati in cantiere e montati in opera per mezzo di gru. La struttura portante sarà in metallo e il rivestimento della passerella in legno. Il progetto rientra tra gli interventi previsti per il Parco agricolo della Piana ed è stato finanziato dalla Regione Toscana con un investimento di 750.000 € con il recupero dei vecchi bastioni e del nuovo ponte di acciaio e legno.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 nov 2018

Lavori al manto stradale in un tratto di via Roma, i divieti e le deviazioni

di Mobilita Prato

Per consentire l'esecuzione di lavori di risanamento del manto stradale e di rifacimento del tappeto d'usura in Via Roma, nel tratto compreso tra il civico 607/f e l'intersezione con Via Albano Laziale, dalle 7 di martedì 20 novembre e non oltre le 18 di giovedì 22 novembre sarà attivo il divieto di sosta e il restringimento della carreggiata in via Roma nel  tratto compreso tra il civico 607/f e l'intersezione con Via Ostia. In Via Roma, nel tratto compreso tra l'intersezione con Via Ostia e l'intersezione con Via Albano Laziale sarà attivo il divieto di sosta e il senso unico con direzione da Via Albano Laziale verso Via Ostia, oltre al restringimento della carreggiata. Durante la fase di senso unico di circolazione del suddetto tratto di Via Roma il traffico veicolare proveniente dal lato di Poggio a Caiano con direzione centro città sarà deviato in Via Ostia, Via Albano Laziale e Via Roma.

Leggi tutto    Commenti 0