Articolo
23 giu 2017

Il 26 giugno IIIa edizione “Di corsa in centro”!

di Cristina Betti

Il 26 giugno alle 20:30 torna "Di corsa in centro", la manifestazione podistica non competitiva organizzata dal Consorzio Santa Trinita e dal Consorzio Le Vie del Serraglio. La gara, nata per riqualificare il centro storico, propone una corsa non competitiva di 10,25 km e, in alternativa una passeggiata di 5 km, in notturna fra le strade del centro. Al termine della gara premi a sorteggio e rinfresco. E' prevista una preiscrizione (che dà un importante aiuto organizzativo) di 5 euro, costo della gara più un rinfresco. I bambini sotto i 10 anni invece non pagano. La corsa e la passeggiata per e nel Centrostorico di Prato organizzata dai Consorzi Santa Trinita e Le Vie del Serraglio, uniti per la riqualificazione e valorizzazione del centro per una notturna da gustare. Se volete collaborare, contattateci. E' possibile pre iscriversi, attualmente presso: - Cartoleria Bruschi, Via del Pellegrino - Profumeria Risaliti, Via del Serraglio - Serendip Palestra, Via Valentini - Parafarmacia Nuti, Via SAnta Trinita - Zibibbo, Via Muzzi Info: Consorzio Santa Trinita  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 mag 2017

La mostra “Piece for Peace: Le donne dichiarano la pace” in Piazza delle Carceri

di Cristina Betti

Oggi, mercoledì 31 maggio, dalle 17:00 saranno esposti in Santa Maria delle Carceri i lavori prodotti dai partecipanti ai corsi di Qi Gong; alle 18 nel Salone Comunale la consegna al sindaco dei 70 pezzi per la pace. "Piece for Peace: Le donne dichiarano la pace" è il titolo della mostra, preso dal movimento nato in Israele  "Le donne dichiarano la Pace", ideato dopo lo stallo delle trattative di pace del 2014, quando Israele lanciò nella Striscia di Gaza l'operazione "Margine Protettivo". Un movimento senza leader, che grazie al passaparola che corre sui social network  nell'ottobre 2016 ha visto unite in una marcia per la pace circa trentamila donne dal nord di Israele a  Gerusalemme in un percorso  duecento chilometri.. Lo scorso 8 marzo, in occasione della festa della donna,  in  un incontro con i partecipanti ai gruppi di Qi Gong per la terza età organizzati dall'Associazione Psycheros e  Dryphoto arte contemporanea,  è stato proiettato il video di questa marcia,  che ha unito la voce delle madri israeliane e palestinesi in un coro chiede dialogo e concrete soluzioni e per porre fine ai conflitti. Da qui l'idea di un appello internazionale che il movimento ha lanciato per la creazione di una coperta per la pace: ogni donna produce un quadrato di stoffa ricamato o disegnato con qualsiasi tecnica che,  firmato con nome e nazione di residenza verrà poi spedito in Israele per comporre un grande pacthwork. «Non ci fermeremo - si legge nel sito dell'organizzazione - finché non sarà raggiunto un accordo politico che porterà a noi, ai nostri figli, ai nostri nipoti un futuro sicuro. La pace non è un'utopia; è il necessario fondamento per la vita di due popoli in questo luogo, in sicurezza e in libertà.»* Questo gruppo pratese di  Women Wage Peace chiede inoltre al sindaco di farsi portavoce presso il  nostro  Governo della richiesta di  ridurre la spesa militare, che  in Italia è sempre aumentata arrivando nel 2017 alla cifra di  64 milioni di euro al giorno. https://www.youtube.com/watch?v=YyFM-pWdqrY Info: Centro Psycheros - cell. 3343909490 Dryphoto arte contemporanea - info@dryphoto.it - cell. 3472297801   * Fonte: Il Tirreno - Prato

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 mag 2017

Stasera il 18° Trofeo della Questura di Prato

di Cristina Betti

Alle ore 20:15 la partenza del 18° Trofeo della Questura della città di Prato. Parte questa sera la manifestazione di podismo di livello nazionale che si snoda per il centro di Prato. 5 km di percorso da compiere due volte attaverso le vie del centro città. La manifestazione è valida anche come campionato toscano Fidal assoluti e Master. Invece per la corsa non competitiva denominata "81 Run" il percorso sarà di 5-10 km. Il ritrovo avverrà alle ore 18:00 in Piazza Lippi, mentre la partenza della gara sarà alle 20:15 in Piazza del Duomo. Alle 19,30 si terrà per i bambini dai 6-12 anni la Corsa della Panterina - Memorial Thomas Langianni per un percorso di 600 metri attraverso le strade del centro. "Questa corsa ricorda un nostro collega e vuole essere un modo per far vivere il centro storico - spiega il questore di Prato, Paolo Rossi - è il miglior modo per far vedere Prato" La manifestazione sarà valida anche per le forze dell'ordine e la non competitiva 81 Run sarà legata alla sicurezza sui luoghi di lavoro. Per informazioni: Il comitato organizzatore di A.S.D. Prato Promozione 0574.583340 - 329.7895662 - info@run1.it - www.trofeoquesturaprato.it - pratopromozione@email.it  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mag 2017

Il servizio di “punzonatura”: lo abbiamo provato per voi!

di Cristina Betti

Dai primi di maggio è partita la nuova campagna "Salvabici" del Comune di Prato. L'abbiamo provata per voi! In un nostro articolo vi abbiamo parlato della nuova campagna del Comune "Salvabici", realizzata dall'assessorato alla Mobilità in collaborazione con Consiag Servizi Comuni e l’assessorato all’Ambiente, che consiste in un servizio di "punzonatura", una marcatura della propria bicicletta che permette di identificare il legittimo proprietario. La scorsa settimana, abbiamo deciso di provare questo servizio! Ho telefonato allo 0574 401621, il numero indicato dal sito e preso appuntamento per il giovedì pomeriggio alla stazione di Porta al Serraglio, nella ex-sede dell'Essegiemme. Presentando un documento, ho compilato l'apposito modulo, così la mia bicicletta è stata descritta, schedata e associata al mio nome. Il modulo contiene un codice alfanumerico, lo stesso che è stato "marchiato" sul telaio della bicicletta attraverso un apposito strumento. Senza rovinare la vernice, il numero è stato impresso sulla bici (una sigla composta dalla sigla del comune, un numero di serie di 6 cifre e la scritta "bike" (ma va!): "PO******BIKE") accompagnato da un'etichetta bianca con su riportata la scritta "Prato - bici registrata - salvabici" (un po' parecchio anti-estetica per la verità ma, dicono, aiuta a svolgere la funzione di deterrente per i possibili ladri). In circa dieci minuti, al costo di 5 euro, la mia due ruote è stata marchiata e segnata in un registro di proprietà del comune e gestito da Consiag. Al termine, ho ricevuto la tessera, di funzione puramente estetica, che mi identifica come proprietaria della bicicletta. Come tutti sappiamo, un semplice marchio non impedisce un furto (alla fine una sigla può essere ben levigata e una bici completamente smontata), ma questo è comunque uno strumento in più per dissuadere i ladri e soprattutto un ottimo modo per regolamentare il possesso di una bicicletta. Se la mia bici venisse rubata (tocco ferro!), anche fuori dal territorio comunale posso dimostrare alle autorità di competenza che il proprietario sono effettivamente io grazie al marchio e al registro. A livello del territorio pratese sembrerebbero quindi non esserci particolari problemi. Quel che non è chiaro è cosa succede se la mia bici finisce, ad esempio, in un'altra regione: se le autorità trovano la bici, come fanno a capire chi contattare leggendo solo il marchio? I carabinieri hanno un elenco consultabile di tutti i registri comunali? Esiste una regola per cui tutte le marchiature cominciano con la sigla della provincia di riferimento? La soluzione migliore sarebbe senza dubbio un registro a livello nazionale consultabile da tutte le autorità non limitato ai singoli comuni coinvolti in queste campagne. In conclusione, registrare la vostra bicicletta è già meglio di niente, ma ricordatevi soprattutto di usare sempre lucchetti di buona qualità!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 apr 2017

Domani ultimo appuntamento di Riversibility

di Cristina Betti

Domani 12 aprile, dalle ore 10:30 alle ore 13.00, presso l’Urban Center di Palazzo Pacchiani in via Mazzini 65, si terrà l'ultimo incontro del percorso partecipativo del progetto Riversibility, che riguarda lo sviluppo del Parco fluviale del Bisenzio, da Gonfienti a Santa Lucia. Riversibility, il progetto per lo sviluppo del Parco fluviale del Bisenzio, da Gonfienti a Santa Lucia, è arrivato al suo ultimo incontro. L'obiettivo è quello di iniziare a costruire un calendario condiviso delle attività e delle iniziative che potranno essere attivate sul lungofiume già dalla primavera/estate 2017.  Questi eventi, organizzati da reti di cittadini e associazioni, saranno l'occasione per sperimentare modalità di gestione e sinergie tra i soggetti coinvolti nel percorso partecipativo e generare fin dai prossimi mesi attrattiva ed interesse per le aree del futuro Parco fluviale. Perciò partecipate numerosi, e se non potete farlo, rimanete informati registrandovi a questo link!  

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
03 apr 2017

Parcheggio in do’ voglio: sul posto dei motorini dietro il PIN (30/03/17; 10:54)

di Cristina Betti

Nello stesso momento un Porsche e una fila di 3 macchine ad occupare il posto riservato ai motorini in Via Bisenzio, accanto al PIN. Parcheggio in do' voglio è la nostra piccola bacheca di “denuncia” civica degli automobilisti incivili. Regole del gioco: Fai una foto a qualche simpaticone che parcheggia nei posti più improbabili, Vai alla rubrica Segnalazioni e clicca su Fai la tua segnalazione, Usa questa intestazione per il titolo: Parcheggio in do' voglio: luogo + (data+ora), Copri nel modo che preferisci la targa (per evitare fastidiosi problemi…) e carica la foto come immagine in evidenza. Se non sei in grado non ti preoccupare, ci pensiamo noi! Se vuoi puoi aggiungere un commento ma, per favore, vacci piano Clicca su pubblica. Il post verrà vagliato dalla redazione e poi pubblicato. Ricomincia da capo! Tanto non ti mancheranno le fonti di ispirazione…

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
22 mar 2017

Prato capitale delle irregolarità

di Cristina Betti

Fra i tanti primati negativi, nei primi di marzo Prato ha conquistato quello di maggiori irregolarità: multe per quasi 20mila euro in una sola notte. In occasione di controlli stradali effettuati nella zona dei Macrolotti, tra via Pistoiese, Filzi, via Paronese e via XVI Aprile, la Polizia Municipale di Prato ha effettuato un totale di 20mila euro di multe in una sola notte. Le verifiche del Comune di Prato hanno riguardato 1.260 veicoli, grazie all'impiego di strumenti per la lettura delle targhe quali il Targasystem e l'Assivelox, consentendo il controllo a distanza di vetture provento furto, non revisionate o non assicurate. Questo il bilancio, non completo, dei controlli stradali: 5 multe per guida di veicolo senza assicurazione, per un totale di 4.245 euro con anche il sequestro amministrativo di veicoli; altre 2 multe per guida senza patente per un totale di 10.000 euro e 2 fermi amministrativi dei veicoli; 17 i verbali per omessa revisione del veicolo per un totale di 2.873 euro e uno di 1.959 euro perché la vettura era sospesa dalla circolazione per omessa revisione; ancora 6 verbali per mancato utilizzo della cintura di sicurezza per un totale di 486 euro e 30 punti decurtati. Infine u cittadino cinese è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza alcolica.  

Leggi tutto    Commenti 0