Articolo
24 ott 2018

Approvato il progetto definitivo per l’ampliamento dei cimiteri di Coiano, Grignano e Mezzana

di Mobilita Prato

La giunta ha approvato il progetto defintivo per l'ampliamento dei cimiteri di Coiano, Grignano e Mezzana. Il progetto nasce dalla necessità di realizzare ossarini in modo da assicurare una rotazione delle sepolture. Nel cimitero di Coiano e di Mezzana i corpi di fabbrica contenente gli ossarini verranno realizzati all’interno del perimetro cimiteriale, in spazi attualmente poco utilizzati o non ancora utilizzati per le inumazioni. Nel cimitero di Coiano verranno realizzati complessivamente 114 ossarini, mentre in quello di Mezzana saranno 204. Nel cimitero di Grignano invece è previsto un piccolo ampliamento, all’esterno dell’attuale perimetro, per la realizzazione di un blocco di ossarini, 294, e un bagno per i visitatori a norma per disabili. L’importo complessivo dei lavori ammonta a 400 mila euro. Inoltre nel 2019 è previsto anche un intervento di manutenzione straordinaria al cimitero di Chiesanuova dove ci sarà anche il rifacimento della pavimentazione per un importo di 200 mila euro. Nel 2018 sono stati fatti interventi di manutenzione straordinaria anche ai cimiteri di Filettole e Castelnuovo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 set 2018

Prato propone la Gualchiera di Coiano come Luogo del cuore FAI. Ecco come votare

di Mobilita Prato

Il Comune di Prato e l'associazione "Insieme per il recupero della Gualchiera di Coiano" promuovono la candidatura della Gualchiera di Coiano, o Mulino Naldini, come luogo del cuore FAI (Fondo Ambiente Italiano). Ambiente di origine medievale legato all'industria della lana, nell'opificio - conosciuto come Gualchiera di Coiano o Mulino Naldini - veniva esercitata l'attività di follatura (processo che consiste nel compattare il tessuto di lana attraverso l'infeltrimento per renderlo compatto e in alcuni casi impermeabile). Il mulino, veniva alimentato dal sistema di gore che è derivato dal fiume Bisenzio mediante il Cavalciotto di Santa Lucia. L'edificio, per quanto si presenti ad oggi in un pessimo stato di conservazione, mantiene intatta al suo interno tutta l'originaria struttura del processo produttivo. L'idea dell'Amministrazione e dell'associazione "Insieme per il recupero della Gualchiera" è di procedere con una ristrutturazione e riqualificazione in modo da renderlo fruibile per visite turistico-culturali e scolastiche. "Questa è ormai l'unica Gualchiera rimasta a Prato, è un luogo che ci appartiene - il commento dell'assessore Toccafondi - è parte della storia della nostra industria ed è parte della nostra identità, dobbiamo quindi fare in modo di perpetuarne il ricordo in maniera adeguata". Dello stesso avviso anche il sindaco Matteo Biffoni, che definisce la Gualchiera di Coiano "un gioiello architettonico e culturale che una volta risistemato potrebbe diventare un fiore all'occhiello del patrimonio storico della città".  Roberto Dei, presidente dell'associazione Insieme per il recupero della Gualchiera di Coiano, ipotizza una Gualchiera come valida appendice del Museo del Tessuto, una volta rimessa in sesto: "Possiede delle caratteristiche uniche e potrebbe diventare la testimonianza reale di un edificio industriale. Noi ci impegneremo per creare le condizioni affinché possa riprendere vita e tornare parzialmente agibile". Tutti i cittadini possono dare il proprio voto recandosi presso l'Ufficio Informazioni Turistiche in Piazza Buonamici in orario di apertura, al Museo del Tessuto e alla Biblioteca Lazzerini in via Puccetti, oppure votando presso i vari stand che fino al 30 novembre nel fine settimana saranno presenti in città. È possibile votare anche online attraverso il sito https://www.fondoambiente.it/luoghi/la-gualchiera-di-coiano-o-mulino-naldini?ldc Anche l'associazione degli Ex allievi dell'Istituto Buzzi coinvolgerà i suoi circa 600 soci nell'adesione durante l'incontro in programma il prossimo martedì 9 ottobre alle 21.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 set 2018

Al via i lavori di manutenzione nei giardini di via Bresci, via Ragnaia, via Spadaro, via Guerra e via Righi

di Mobilita Prato

Approvati questa mattina con delibera della Giunta i lavori di manutenzione straordinaria nei giardini dell'area di via Bresci e via Ragnaia a La Querce, e in via Spadaro, via Guerra e via Righi. Gli interventi rientrano nel più ampio piano di miglioramento del verde da 600.000 euro annunciato lo scorso giugno. Nell'area di via Bresci e via Ragnaia a La Querce previste nuove aree verdi e l'ampliamento dell'attuale parco giochi, oltre alla realizzazione di un'area di sgambatura per cani, il tutto per un costo totale di 66.000 euro. In via Spadaro, via Guerra e via Righi previsti interventi generali di riqualificazione, il miglioramento degli arredi e un adeguamento della viabilità con creazione di vialetti d'accesso. Il costo previsto per i lavori è di 31.000 euro. Nello specifico, nel giardino di via Guerra verrà risistemata la pavimentazione, mentre nel giardino di via Righi saranno sostituite e riposizionate le panchine ed eliminate due grandi ceppaie di pioppo. I lavori partiranno nelle prossime settimane

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 set 2018

Al via i lavori di manutenzione ai giardini di viale Ferraris, Maliseti e San Giorgio a Colonica

di Mobilita Prato

Partiranno nelle prossime settimane i lavori di manutenzione straordinaria dei giardini in viale Ferraris, in zona Guardo a Maliseti e a San Giorgio a Colonica. Gli interventi, approvati oggi con delibera della Giunta, rientrano nel più ampio piano di miglioramento del verde annunciato lo scorso giugno e per il quale è stato previsto un investimento totale di 600mila euro. Nei giardini di viale Ferraris i lavori prevedono un adeguamento funzionale generale, un adeguamento della viabilità nell'area a verde attrezzata per l'infanzia, la ricarica nei punti più bassi e il rifacimento completo del tappeto di usura di alcuni vialetti, oltre all'abbassamento di circa 5 centimetri del terreno circostante. Due accessi in terra battuta regolarmente utilizzati dai fruitori del giardino verranno ufficialmente trasformati in vialetti. Nell'area che guarda la montagnola e che divide il "piazzale dei bambini" dal parco dell'ex Banci verranno piantati invece alcuni alberi a foglia caduca per fornire il necessario ombreggiamento. A Maliseti, in zona Guado, gli interventi di miglioramento previsti consisteranno, nell'area a nord di via Kuliscioff, nella eliminazione della piazzola con fondo in ghiaia sciolta e il completamento dei vialetti asfaltati, mentre il giardino situato a sud di via Kuliscioff verrà invece destinato ad attività sportive con la realizzazione di un campo da calcetto, un'area per il fitness all'aperto e un circuito per il footing lungo i vialetti già esistenti, che si andranno ad aggiungere al campo da basket già esistente. Verranno integrate le panchine e le alberature in modo da creare ampie zone d'ombra dove verranno installati due tavoli con panche. A San Giorgio a Colonica i lavori interesseranno i due giardini via Papi-Via Dami e via Traversa per le Calvane. L'area per l'infanzia in via Papi-via Dami verrà sistemata e dotata di un gioco a bilico e una giostrina. La siepe verrà integrata in modo da scongiurare il pericolo di fughe nella strada dei bambini e verranno installate tre ulteriori panchine. È prevista, inoltre, la realizzazione di un campo da calcetto non recintato e la piantagione di una dozzina di alberi di alto fusto scelti in modo da creare un piacevole effetto cromatico e paesaggistico. Nei giardini di via Traversa delle Calvane gli interventi saranno volti soprattutto a garantire la sicurezza dei fruitori. Il campo da bocce, mai utilizzato, verrà trasformato in un'aiuola nella quale saranno piantati quattro alberi di alto fusto che in futuro produrranno un piacevole ombreggiamento.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 set 2018

Settimana europea della Mobilità Sostenibile 2018 a Prato

di Mobilita Prato

Dal 16 al 22 settembre si svolgerà a Prato la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, in cui il Comune di Prato, in collaborazione i partner di DEMOS(Didattica Inclusiva e MObilità Sostenibile), realizzerà una serie di azioni di sensibilizzazione verso le scuole per promuovere la cultura della mobilità alternativa e pulita.  Essendo anche la prima settimana di scuola, l'evento ha l'obiettivo di comunicare ai ragazzi e alle famiglie nuove abitudini di mobilità casa-scuola, fin dai primi giorni di scuola,  e ridurre la congestione da traffico durante gli orari di ingresso e uscita da scuola, che ormai sembra diventata cronica in tutte le città . Lunedì 17 e martedi 18 , al momento dell'ingresso e dell'uscita da scuola, operatori DEMOS distribuiranno materiali informativi ai ragazzi dell'istituto Buzzi e del polo scolastico di via Galcianese. Mercoledì 19, giovedì 20 e venerdì 21 settembre l'attenzione sarà invece rivolta al polo scolastico di via di Reggiana che ospita 4 istituti superiori e ha un bacino di utenza di più di 3000 studenti. In particolare, nella giornata di venerdì 21 settembre verrà sperimentata la chiusura del polo scolastico alle auto e ai motorini, invitando chi viene con mezzi a motore a parcheggiare o a farsi accompagnare al grande parcheggio situato in fondo a via di Reggiana, lato Parco*Prato. Via di Reggiana resterà comunque regolarmente aperta al traffico. Il " campus studentesto sperimentale" sarà allestito per l'occasione con stand informativi, un'area relax e diverse postazioni di street sport a cura di Decathlon. Oltre a distribuire materiali informativi e gadget per promuovere nuove forme di mobilità sostenibile, chi arriverà con la propria bici sarà accolto con il kit della "colazione del ciclista". L'obiettivo è mostrare ai ragazzi e ai loro genitori quanto possa migliorare la qualità e la sicurezza degli spazi antistanti le scuole liberati dalle auto, oltre a favorire una maggiore autonomia dei ragazzi, la socializzazione e la salute legata al movimento e all'attività fisica, sperimentando nuove forme di mobilità (in particolare i mezzi pubblici, la bicicletta, ma anche le auto condivise)  per effettuare i percorsi casa-scuola. Inoltre, poiché le scuole selezionate sono quelle che hanno già attivato un percorso specifico attraverso i focus group svolti a maggio 2018, sarà l’occasione per mostrare i risultati raccolti ed evidenziare le iniziative che l’amministrazione comunale intende realizzare proprio su quelle scuole. Cos’è il progetto DEMOS Il Comune di Prato, in collaborazione con Legambiente Prato, Simurg di Livorno, Euromobility di Roma, CRAS di Roma, ha vinto un bando del Ministero dell’Ambiente sulla promozione di una mobilità casa-scuola sostenibile. Il progetto DEMOS - Didattica Inclusiva e Mobilità Sostenibile – ha avuto avvio a febbraio 2018 e terminerà a gennaio 2020: durante questo periodo verranno realizzate azioni sia infrastrutturali che di sensibilizzazione per favorire ed incentivare una mobilità più sostenibile soprattutto negli spazi antistanti le scuole pratesi e sui tragitti casa- scuola (scuole primarie e secondarie di I e II grado).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 lug 2018

Inaugurata la nuova piazza Borsi a Narnali

di Mobilita Prato

Taglio del nastro oggi venerdì 13 per la nuova piazza Giosuè Borsi a Narnali, trasformata da aiuola spartitraffico in vera e propria piazza come luogo d'incontro e svago . Un volto del tutto nuovo, molto atteso da residenti e commercianti dell'area che oggi non sono mancati all'inaugurazione. Primo fra tutti Bruno Menicacci, che volontariamente ogni giorno innaffia le aiuole della nuova piazza. Insieme a tanti bambini, a Don Bruno Martini che ha benedetto l'opera e ai progettisti, il sindaco Matteo Biffoni e l'assessore all'Urbanistica Valerio Barberis hanno voluto l'anziano accanto per tagliare il nastro di inaugurazione: «Sono stati gli abitanti nel perrcorso partecipativo che abbiamo ad indicarci questa area come luogo identitario della frazione - hanno detto Biffoni e Barberis - L'intervento fa parte del progetto "100 piazze", con cui vogliamo creare in centro e nelle periferie degli spazi riqualificati che siano punti di riferimento della vita dei cittadini, una cornice per le loro attività». L'opera di riqualificazione urbana voluta dall'Amministrazione comunale fa infatti parte del programma "100 piazze" che ha l'obiettivo di ridisegnare gli spazi pubblici dei quartieri e dare loro nuova identità per aumentare la qualità dell’abitare e la vivibilità. Questo è già avvenuto in piazza Cardinale Niccolò, piazza Ciardi, piazzale Landini davanti alla biblioteca Lazzerini, piazza Olmi a Cafaggio e piazza Bianchini a Iolo. Il progetto. Finora la piazza Borsi si presentava come un'aiuola con quattro pini che funzionava come spartitraffico per le auto che ci giravano attorno e usavano i bordi come parcheggio.  Le scelte progettuali sono state avanzate direttamente dai cittadini in un processo partecipativo che li ha visti esprimere le loro idee sull’intero quartiere ed individuare loro stessi gli ambiti d’intervento, ovviamente calibrati sulle risorse economiche messe a disposizione dell’Amministrazione. Dai contenuti dei report pervenuti durante gli incontri sono staticostruiti i progetti. L’ambito d’intervento è l'area adiacente alla nuova chiesa di Narnali e il rifacimento del marciapiede antistante il sagrato della chiesa. Il progetto realizzato ha previsto la completa rivisitazione della piazza aprendola completamente alla fruizione da parte degli abitanti, con asfalto colorato, 7 panchine, nuove alberature (quercia rossa, acero campestre, albero di Giuda e bagolaro), parcheggi, marciapiede più largo lungo il perimetro della chiesa, quattro nuove aiuole, 25 dissuasori per delimitare l'area pedonale e nuovi lampioni a led. I lavori sono iniziati all'inizio dell'anno e hanno richiesto più tempo del previsto a causa delle temperature rigide, che impedivano la stesura dell'asfalto colorato. Il progetto della riqualificazione di piazza Giosuè Borsi è degli architetti Michela Brachi e Massimo Fabbri del Servizio Urbanistica, diretto da Francesco Caporaso, con la coprogettazione di Alessia Bettazzi e la collaborazione di Silvia Pinzauti e Viola Valeri. L'importo dei lavori è di € 122.000. Foto di copertina TV Prato

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 lug 2018

Al via la riasfaltatura di via Po, via Montalese, via Isonzo e via Clitumno

di Mobilita Prato

Al via da lunedì 9 luglio fino al 13 compreso i lavori per rifare l'asfalto in via Po, tra l'incrocio con via Clitumno e quello con va Montalese, in va Montalese, tra via Po ed il civico 175, in via Isonzo ed in via Clitumno. Le opere saranno divise in due fasi. La prima a partire dalle 6 di lunedì 9 prevede in via Po divieto di sosta e restringimento di carreggiata. Queste le deviazioni: il traffico proveniente da via Montalese lato viale Nam Dinh con direzione via Montalese lato centro città, da via del Campaccio e da Via Vella o Lungo la Bardena  proseguiranno su via Montalese lato adiacente la chiesa di Chiesanuova; il transito proveniente dal lato di via dei Ciliani/Via Garigliano con direzione via del Campaccio sarà deviato verso via Volturno, via Liliana Rossi, inversione ad "U" alla rotatoria di via Danubio, via L. Rossi e viale F.lli Cervi, viale Nam Dinh, inversione ad "U" alla rotatoria di via della Pace, viale Nam Dinh, via Montalese e via del Campaccio, oppure via Garigliano, via Volturno, via Montalese, via Cilento, via dei Gobbi e via del Campaccio. Infine il flusso veicolare proveniente da via dei Ciliani/Via Garigliano in direzione viale F.lli Cervi proseguirà per via Garigliano, via Volturno, via L. Rossi, inversione ad "U" alla rotatoria di via Danubio, via L. Rossi e viale F.lli Cervi. Stessa deviazione anche per la Lam Viola in direzione Stazione. Per la linea 11, direzione Chiesanuova da via Garigliano deviazione in via Volturno, via L. Rossi, via Corridoni, via dei Ciliani e via Montalese, da dove riprenderà il percorso regolare. La seconda fase, che sarà avviata solo una volta ultimata la prima, riguarderà via Isarco e via via Clitumno nel tratto compreso tra via Isarco e via Po, con divieto di sosta e transito. Durante i lavori il traffico sarà deviato su via Cilento, via dei Gobbi, via del Campaccio e via Po.

Leggi tutto    Commenti 0