Articolo
13 lug 2018

Inaugurata la nuova piazza Borsi a Narnali

di Mobilita Prato

Taglio del nastro oggi venerdì 13 per la nuova piazza Giosuè Borsi a Narnali, trasformata da aiuola spartitraffico in vera e propria piazza come luogo d'incontro e svago . Un volto del tutto nuovo, molto atteso da residenti e commercianti dell'area che oggi non sono mancati all'inaugurazione. Primo fra tutti Bruno Menicacci, che volontariamente ogni giorno innaffia le aiuole della nuova piazza. Insieme a tanti bambini, a Don Bruno Martini che ha benedetto l'opera e ai progettisti, il sindaco Matteo Biffoni e l'assessore all'Urbanistica Valerio Barberis hanno voluto l'anziano accanto per tagliare il nastro di inaugurazione: «Sono stati gli abitanti nel perrcorso partecipativo che abbiamo ad indicarci questa area come luogo identitario della frazione - hanno detto Biffoni e Barberis - L'intervento fa parte del progetto "100 piazze", con cui vogliamo creare in centro e nelle periferie degli spazi riqualificati che siano punti di riferimento della vita dei cittadini, una cornice per le loro attività». L'opera di riqualificazione urbana voluta dall'Amministrazione comunale fa infatti parte del programma "100 piazze" che ha l'obiettivo di ridisegnare gli spazi pubblici dei quartieri e dare loro nuova identità per aumentare la qualità dell’abitare e la vivibilità. Questo è già avvenuto in piazza Cardinale Niccolò, piazza Ciardi, piazzale Landini davanti alla biblioteca Lazzerini, piazza Olmi a Cafaggio e piazza Bianchini a Iolo. Il progetto. Finora la piazza Borsi si presentava come un'aiuola con quattro pini che funzionava come spartitraffico per le auto che ci giravano attorno e usavano i bordi come parcheggio.  Le scelte progettuali sono state avanzate direttamente dai cittadini in un processo partecipativo che li ha visti esprimere le loro idee sull’intero quartiere ed individuare loro stessi gli ambiti d’intervento, ovviamente calibrati sulle risorse economiche messe a disposizione dell’Amministrazione. Dai contenuti dei report pervenuti durante gli incontri sono staticostruiti i progetti. L’ambito d’intervento è l'area adiacente alla nuova chiesa di Narnali e il rifacimento del marciapiede antistante il sagrato della chiesa. Il progetto realizzato ha previsto la completa rivisitazione della piazza aprendola completamente alla fruizione da parte degli abitanti, con asfalto colorato, 7 panchine, nuove alberature (quercia rossa, acero campestre, albero di Giuda e bagolaro), parcheggi, marciapiede più largo lungo il perimetro della chiesa, quattro nuove aiuole, 25 dissuasori per delimitare l'area pedonale e nuovi lampioni a led. I lavori sono iniziati all'inizio dell'anno e hanno richiesto più tempo del previsto a causa delle temperature rigide, che impedivano la stesura dell'asfalto colorato. Il progetto della riqualificazione di piazza Giosuè Borsi è degli architetti Michela Brachi e Massimo Fabbri del Servizio Urbanistica, diretto da Francesco Caporaso, con la coprogettazione di Alessia Bettazzi e la collaborazione di Silvia Pinzauti e Viola Valeri. L'importo dei lavori è di € 122.000. Foto di copertina TV Prato

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 lug 2018

Al via la riasfaltatura di via Po, via Montalese, via Isonzo e via Clitumno

di Mobilita Prato

Al via da lunedì 9 luglio fino al 13 compreso i lavori per rifare l'asfalto in via Po, tra l'incrocio con via Clitumno e quello con va Montalese, in va Montalese, tra via Po ed il civico 175, in via Isonzo ed in via Clitumno. Le opere saranno divise in due fasi. La prima a partire dalle 6 di lunedì 9 prevede in via Po divieto di sosta e restringimento di carreggiata. Queste le deviazioni: il traffico proveniente da via Montalese lato viale Nam Dinh con direzione via Montalese lato centro città, da via del Campaccio e da Via Vella o Lungo la Bardena  proseguiranno su via Montalese lato adiacente la chiesa di Chiesanuova; il transito proveniente dal lato di via dei Ciliani/Via Garigliano con direzione via del Campaccio sarà deviato verso via Volturno, via Liliana Rossi, inversione ad "U" alla rotatoria di via Danubio, via L. Rossi e viale F.lli Cervi, viale Nam Dinh, inversione ad "U" alla rotatoria di via della Pace, viale Nam Dinh, via Montalese e via del Campaccio, oppure via Garigliano, via Volturno, via Montalese, via Cilento, via dei Gobbi e via del Campaccio. Infine il flusso veicolare proveniente da via dei Ciliani/Via Garigliano in direzione viale F.lli Cervi proseguirà per via Garigliano, via Volturno, via L. Rossi, inversione ad "U" alla rotatoria di via Danubio, via L. Rossi e viale F.lli Cervi. Stessa deviazione anche per la Lam Viola in direzione Stazione. Per la linea 11, direzione Chiesanuova da via Garigliano deviazione in via Volturno, via L. Rossi, via Corridoni, via dei Ciliani e via Montalese, da dove riprenderà il percorso regolare. La seconda fase, che sarà avviata solo una volta ultimata la prima, riguarderà via Isarco e via via Clitumno nel tratto compreso tra via Isarco e via Po, con divieto di sosta e transito. Durante i lavori il traffico sarà deviato su via Cilento, via dei Gobbi, via del Campaccio e via Po.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 giu 2018

Lavori al manto stradale in un tratto di via Montalese, i divieti e le deviazioni

di Mobilita Prato

Per consentire l'esecuzione di lavori di risanamento del manto stradale e di rifacimento del tappeto d'usura in un tratto di Via Montalese, dalle 6.30 di martedì 2 luglio e fino al termine dei lavori e comunque non oltre le 18 di giovedì 5 luglio, sarà attivo il divieto di sosta e transito alla rotonda  tra via Montalese, via del Campaccio e via Po, in  Via Montalese, nel tratto compreso tra l'intersezione con Viale Nam Dinh e l'intersezione con Via del Campaccio: in  Via Po, nel tratto compreso tra l'intersezione con Via del Campaccio e l'intersezione con Via Clitumno e in  Via del Campaccio, nel tratto compreso tra l'intersezione con Via Montalese ed il civico 146. Durante i lavori il traffico veicolare proveniente dal lato di Viale Nam Dinh con direzione Via Montalese sarà deviato in Viale F.lli Cervi, Via L. Rossi, Via Isonzo, Via Garigliano, Via Volturno, Via Clitumno e Via Po. Il traffico veicolare proveniente dal lato di Via del Campaccio con direzione Via Montalese sarà deviato in Via dei Gobbi, Via T. Speri, Via Arno e Via Montalese. Il traffico veicolare proveniente dal lato di Via Vella o Lungo la Bardena con direzione Via Po/Via Montalese sarà deviato in Via Montalese, Via Clitumno e Via Po. Il traffico veicolare proveniente dal lato di Via dei Ciliani/Via Garigliano con direzione Via del Campaccio sarà deviato in Via Garigliano, Via Volturno, Via Clitumno, Via Po, Via Montalese, Via Cilento, Via dei Gobbi e Via del Campaccio. Il traffico veicolare proveniente dal lato di Via dei Ciliani/Via Garigliano con direzione Viale F.lli Cervi sarà deviato in Via Garigliano, Via Volturno, Via L. Rossi, inversione ad "U" alla rotatoria posta all'altezza di Via Danubio, Via L. Rossi e Viale F.lli Cervi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 giu 2018

600 mila euro per il miglioramento di giardini e aree verdi

di Mobilita Prato

Un piano da 600 mila euro per la riqualificazione e manutenzione di giardini e aree verdi, è quanto annunciato questa mattina dall'assessore all'Ambiente Filippo Alessi. Un quadro ampio di interventi in molte aree della città che andranno avanti per tutta l'estate. Ad essere interessati da questa sessione di lavori straordinari saranno l'area giochi di via Anita Garibaldi a Viaccia - dove i lavori sono attualmente in corso - il giardino di via Beethoven a Grignano, il parco giochi di via Murri a Galcetello, il giardino di via Papi-via Dami e via Traversa per le Calvane a San Giorgio a Colonica, le aree verdi in zona Guado, la Piazza dei Bambini in via Ferraris, il giardino in via Spadini in zona Montegrappa, il parco giochi in via Bresci a La Querce e Il Parco Liberazione e Pace (ex-Ippodromo) in via Roma. "Non si tratta della creazione di nuove aree verdi" ci tiene a specificare l'assessore Alessi. "Abbiamo resistito alla pressione degli utenti che chiedevano fortemente la costruzione di nuove aree in un'ottica di razionalizzazione, concentrazione e diversificazione". Gli interventi riguarderanno non solo il miglioramento delle aree gioco per bambini, ma anche le potature di alberi e l'adeguamento della viabilità. Nell'area giochi di via Anita Garibaldi a Viaccia, è prevista l'installazione di una nuova giostrina per il girotondo, una struttura per l'arrampicata e di un dondolo a bilico. È in programma anche un'aggiunta di alberi e panchine, una integrazione della siepe e la realizzazione di una recinzione bassa con cancello, al fine di scongiurare la possibilità di fuga in strada dei bambini. In via Beethoven a Grignano uno degli obiettivi è creare un'area giochi strutturata e soddisfacente che sia punto di aggregazione per bambini e genitori. Verranno quindi installati nuovi giochi, oltre a nuove panchine e un tavolo con sedute. In zona Guado invece non è prevista l'installazione di giochi e attrezzature ludiche, essendo già sono presenti due aree per l'infanzia ben attrezzate in via Hermada e in via Caduti senza Croce. Nell'area a nord di via Kuliscioff gli interventi di miglioramento previsti consisteranno quindi nella eliminazione della piazzola con fondo in ghiaia sciolta e il completamento dei vialetti asfaltati. Il giardino situato a sud di via Kuliscioff verrà invece destinato ad attività sportive: oltre al campo da basket attualmente presente verrà realizzato un campo da calcetto, un'area per il fitness all'aperto e un circuito per il footing lungo i vialetti già esistenti. È prevista inoltre l'integrazione delle panchine e delle alberature in modo da creare ampie zone d'ombra dove verranno installati anche due tavoli con panche. È previsto un adeguamento funzionale dei giardini di via Ferraris, un'area a verde attrezzata per l'infanzia dove negli anni scorsi sono già stati eseguiti lavori di manutenzione ordinaria a straordinaria, e dove verrà quindi principalmente eseguito un adeguamento della viabilità. È prevista la ricarica nei punti più bassi e il rifacimento completo del tappeto di usura di alcuni vialetti, oltre all'abbassamento di circa 5 centimetri del terreno circostante. Inoltre, due accessi in terra battuta regolarmente utilizzati dai fruitori del giardino verranno ufficialmente trasformati in vialetti. Nell'area che guarda la montagnola e che divide il "piazzale dei bambini" dal parco dell’ex Banci verranno piantati alcuni alberi a foglia caduca per fornire il necessario ombreggiamento. A San Giorgio a Colonica saranno sistemati i due giardini via Papi-Via Dami e via Traversa per le Calvane. L'area per l'infanzia in via Papi-via Dami verrà migliorata e dotata di un gioco a bilico e una giostrina. Verrà integrata la siepe in modo da scongiurare il pericolo di fughe nella strada dei bambini e verranno installate tre ulteriori panchine. È prevista la realizzazione di un campo da calcetto non recintato e la piantagione di una dozzina di alberi di alto fusto scelti in modo da creare un piacevole effetto cromatico e paesaggistica. Nei giardini di via Traversa delle Calvane sono previsti principalmente alcuni interventi volti soprattutto a garantire la sicurezza dei fruitori. Il campo da bocce - che non è mai stato utilizzato - verrà trasformato in aiuola nella quale saranno piantati quattro alberi di alto fusto che in futuro produrranno un piacevole ombreggiamento. Nel Parco della Liberazione e Pace (ex-Ippodromo) inizieranno a breve i lavori di ampliamento del chiosco. Sarà quindi necessaria l'eliminazione dell'altalena attualmente presente nelle vicinanze, ma due altalene a due posti con sedili a gabbia per bambini piccoli saranno installate dietro ai bagni autopulenti. Il parco sarà inoltre interessato da una particolare novità: la creazione di un'area fitness. Nel giardino di via Spadini, il progetto prevede l'asfaltatura del vialetto che collega via Spadini a via Fra Bartolomeo e della piazzola in stabilizzato che lo attraversa, oltre alla sostituzione delle panchine e l'installazione di un tavolo con panche. Verranno reintegrati gli alberi con quattro nuovi alberi a foglia caduca. Nel giardino di via Guerra è previsto un adeguamento della viabilità. Verrà risistemata la pavimentazione. Nel giardino di via Ofelia Giugni i vialetti sollevati dalle radici dei pini saranno ripavimentati con manto bituminoso. Saranno inoltre risistemate le panchine, con la sostituzione delle stecche in legno. Nel giardino di via Righi occorrerà sostituire e riposizionare le panchine ed eliminare due grandi ceppaie di pioppo. Nell'area di via Bresci a La Querce è previsto l'ampliamento dell'attuale parco giochi oltre alla realizzazione di un'area di sgambatura per cani, mentre il parco giochi di via Murri a Galcetello sarà interessato da una ristrutturazione generale. Oltre a questi interventi più sostanziosi, saranno eseguiti una serie di piccoli interventi straordinari necessari per garantire la piena fruibilità delle aree a verde o il decoro della città, in particolare: Nel giardino di via del Malfante saranno rimosse alcune attrezzature ludiche non a norma e in cattive condizioni e al loro posto verrà realizzato un campo di calcetto in modo da soddisfare le esigenze di bambini e ragazzi di una fascia di età maggiore. In via Toscanini verrà installato un punto acqua là dove lo scorso anno fu realizzata un'area sgambatura cani. Verrà inoltre realizzata la fornitura di acqua nella rotonda fra via Toscanini e via di San Paolo, già realizzata alcuni anni fa e mai allestita con arredo verde per assenza di acqua. Verrà realizzato l'arredo verde della rotonda viale Galilei-via Marradi e della rotonda viale Leonardo da Vinci-viale della Repubblica. Fuori dal piano continueranno ad essere eseguiti i lavori di ordinaria manutenzione nelle altre aree verdi della città. "Per una manutenzione regolare del verde servirebbero ingenti risorse ogni anno. Con questo tipo di investimenti mirati riusciamo comunque ad aumentare il livello qualitativo e la sicurezza, e la diversificazione delle varie aree ci permette inoltre di ottimizzare le risorse" ha commentato l'assessore Filippo Alessi. La razionalizzazione ha riguardato anche il sistema delle potature, tant'è che in questi anni è stato possibile mantenere la media del turno degli interventi di potatura degli alberi situati lungo le strade intorno ai quattro anni. Una potatura ciclica contribuisce ad incrementare la sicurezza dei fruitori della strada oltre che la salute stessa dell'albero stesso. Per quanto riguarda le potature straordinarie, l'intervento più urgente risulta essere al momento la potatura dei pini di viale Galilei, mentre a fine estate sarà possibile potare i lecci alle Cascine di tavola.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 giu 2018

Urban Water Agenda 2030, Prato tra le città firmatarie

di Mobilita Prato

La dichiarazione mira a sostenere le città europee per accelerare l'attuazione delle politiche e delle pratiche locali per una gestione idrica sostenibile. Come città firmataria Prato si impegna a sostenere il processo di cooperazione tra le città europee e la Commissione europea per lo sviluppo di un'Agenda urbana per l'acqua 2030 sottolineando l'importanza di affrontare le sfide idriche nelle città attraverso un approccio integrato di gestione, la necessità di promuovere lo scambio di conoscenze tra le città europee, per diffondere e valorizzare le buone pratiche nella gestione delle risorse idriche urbane e l’importanza di aumentare gli sforzi per comunicare le complesse sfide idriche in modi adeguati per  aumentare la consapevolezza e la comprensione di tutte le parti e i cittadini interessati.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 mag 2018

Pop Art e Pop House, comincia nel segno dell’arte la rinascita del Macrolotto Zero

di Mobilita Prato

Prato sarà una delle città italiane, tra cui Milano, Roma, Venezia e Bologna, in cui farà tappa il progetto artistico Dream di Yoko Ono: comincia quindi dalla visione di futuro in un'unica parola di questa artistica eclettica la primavera del Macrolotto Zero. Nell’ambito dei progetti Pop Art e Pop House sotto l’insegna "La Cultura unisce", a partire dal 1° giugno si realizzano azioni di rigenerazione urbana e sociale e interventi artistici di grandi interpreti della scena contemporanea internazionale. Pop House e Pop Art fanno parte di “Rigenerazione POP”, progetto pilota in materia di sicurezza urbana integrata del Comune di Prato finanziato da Regione Toscana e attuato attraverso Pin Polo Universitario Città di Prato. I due interventi – che si aggiungono a Pop Up Lab già realizzato nel 2017 con la riaperturadi diversi fondi sfitti in via Muzzi e via del Serraglio – sono svolti in collaborazione con il Centro per l’Arte contemporanea Pecci, le associazioni culturali Chi-na, Dryphoto, Kinkaleri, Circolo Curiel e un’ampia rete di cittadini e di attori e partner locali. I progetti sono stati illustrati stamani in Palazzo comunale dall'assessore Vittorio Bugli della Regione Toscana, dall'assessore alla Cultura del Comune di Prato Simone Mangani, dal direttore generale del Pin Enrico Banchelli, da Stefano Pezzato, responsabile dell'area Arte e Ricerca del Pecci, e dai rappresentanti delle associazioni coinvolte. Il contesto urbano di Prato si propone come laboratorio per la sperimentazione di una nuova generazione di politiche locali per la sicurezza urbana, da affiancare alle tradizionali misure di controllo del territorio. Con Pop House e Pop Art, cultura, arte e socialità diventano i presupposti per la rigenerazione del tessuto sociale e urbano della città e, quindi, per la sicurezza dei suoi abitanti: «E' stata scelta l'area del Macrolotto Zero perchè rappresenta l'anello di congiunzione con il Progetto di Innovazione Urbana PIU, anch'esso finanziato dalla Regione Toscana per la rinascita dello storico quartiere produttivo pratese, e le associazioni che da anni operano sul territorio - dice l'assessore Mangani - Un vero intervento di coprogettazione, rispondente alle linee strategiche di questa Amministrazione che intendono fare del Macrolotto Zero il distretto creativo dell'area metropolitana». I due interventi “Pop” per il Macrolotto Zero – pensati in stretta connessione con il Progetto di Innovazione Urbana PIU Prato e con altre iniziative promosse nella zona dall’Amministrazione comunale – si sviluppano lungo tre direttrici. 1 / POP HOUSE - Nasce Pop House Garden , il primo spazio pubblico dell’area, “pensato” insieme ai residenti attraverso un percorso partecipativo. Uno spazio verde con al centro la Pop House , un piccolo “edificio” (leggero, rimovibile e successivamente ricollocabile in altre zone) che vuole essere un nuovo punto di aggregazione e integrazione per gli abitanti della zona. Con Pop House Garden si apre “in anteprima” ai cittadini un’area che con il progetto PIU Prato sarà poi definitivamente destinata a parco urbano. Pop House Garden si trova all’angolo tra via Giordano e via Colombo, e nel mese di giugno sarà “teatro” di un intenso programma di attività. 2. / POP ART Part 1 – Artista internazionale e icona della cultura pop, Yoko Ono presenta il suo progetto DREAM. A partire dal 1° giugno saranno diffusi nell’area del Macrolotto Zero, da Porta Pistoiese a via Pistoise, via Filzi e strade limitrofe, 11 grandi cartelli con la scritta “DREAM”- più due al Centro Pecci- , che ripetono l’invito ad abitanti e passanti a sognare e a immaginare nuove chiavi di lettura della realtà. L’intervento artistico – curato dal Centro Pecci e con la partecipazione della Fondazione Bonotto di Molvena – contribuisce alla diffusione di sentimenti di comune appartenenza tra i residenti e di nuovi spunti di interesse per potenziali visitatori e artisti. 3. / POP ART Part 2 – Due progetti di arte urbana per piazza dell’Immaginario, nel cuore del Macrolotto Zero. Il primo è Please, teach me Chinese - Please, teach me Italian , un progetto con cuiRainer Ganahl – artista austriaco, eclettico e poliglotta, acclamato a livello mondiale – propone la richiesta di apprendimento della lingua altrui come forma di avvicinamento e considerazione reciproca, per la comprensione e la convivenza. L'artista ha ideato una linea di tessuti (prodotti da Marini Industrie S.p.A.) con cui confezionare diversi abiti (a cura di Manifatture Digitali Cinema) e mettere in scena una performance pubblica in cui lo scambio degli abiti da parte di un gruppo di attori di varie nazionalità diventa una rappresentazione della fluidità dei ruoli sociali e delle contaminazioni culturali tipiche delle città contemporanee. Il secondo progetto consiste nella rigenerazione artistica di uno dei principali luoghi di aggregazione spontanea della zona. Con la creazione di una grande PAN-CHI-NA(una lunga ‘panca di via’ progettata e realizzata con l’associazione culturale Chi-na) si mette a disposizione dei cittadini un nuovo luogo dedicato alla socialità e all’incontro che contribuisca alla vitalità della zona e che sia sentito proprio da chi lo frequenta. La performance conclusiva del progetto di Rainer Ganahl (realizzata con il collettivo artistico Kinkaleri) e l’inaugurazione della PAN-CHI-NA costituiranno gli elementi centrali di un vero e proprio street festival, che sarà animato da un ampio programma di eventi e che coinvolgerà cittadini, associazioni, esercenti e imprenditori, italiani e cinesi. Lo street festival – momento culminante di Pop Art e punto di partenza ideale per la rigenerazione del tessuto urbano e sociale del Macrolotto Zero – si terrà in via Pistoiese, nella cosiddetta piazza dell’Immaginario (progetto pluriennale a cura di Dryphotoarte contemporanea), il 22 giugno. La strada sarà chiusa dalle 17 alle 22. L’evento è collegato alle iniziative del trentennale del Centro Pecci.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 mag 2018

Lavori al manto stradale in un tratto di via Roma, i divieti e le deviazioni

di Mobilita Prato

Per consentire l'esecuzione dei lavori di risanamento del manto stradale e di rifacimento del tappeto d'usura in via Roma, nel tratto compreso tra l'intersezione con via castellano de' Castellani e l'intersezione con via Maestri del Lavoro, dalle 14 di mercoledì 2 maggio e fino al termine del lavori, comunque non oltre le 22, sarà attivo il divieto di sosta con il restringimento della carreggiata. Durante i divieti il traffico veicolare sarà così deviato: il traffico veicolare con itinere nord (proveniente da Poggio a Caiano) in via Domenico Giuliotti, via Ardengo Soffici, via Castellano de' Castellani e nuovamente in via Roma. Il traffico veicolare con itinere sud (proveniente da centro città in direzione Poggio a Caiano) in via Paronese, via Toscana, via del Molinuzzo, via Traversa il Crocifisso e nuovamente in via Roma.

Leggi tutto    Commenti 0