Articolo
21 giu 2017

Al via la pedonalizzazione di Piazza del Duomo

di Alessandra Santoni

Da venerdì 23 giugno, piazza del Duomo e parte di corso Mazzoni saranno completamente interdette al passaggio delle auto, notte e giorno. Parte finalmente la pedonalizzazione completa del cuore del centro storico, come era già stato fatti per piazza delle Carceri. La nuova area pedonale comprenderà tutta la piazza, il tratto di via Garibaldi che va dalla piazza a via Santo Stefano e Corso Mazzoni fino all'incrocio con via dei Lanaioli: in quest'ultima strada sarà inoltre invertito il senso di marcia per il tratto aperto al passaggio delle auto. Viste le dimensioni non troppo ampie di Corso Mazzoni non sarà posizionata alcuna barriera, ma solo un cartello di avvertimento di inizio dell'area pedonale; Piazza Duomo è invece stata chiusa con l'uso di fioriere e di panchine lungo il tratto che corre lungo Largo Carducci, lasciando libera la svolta in via del Pesce, e con pioli fissi e a scomparsa nel tratto che costeggia via della Sirena e via Magnolfi. L'unica finestra oraria d'accesso, consentita per il carico e scarico, va dalle ore 6.00 alle 9.30, e naturalmente ci sarà il divieto di sosta in tutta l'area, anche per i residenti. E' un'operazione di decoro urbano, - dichiara l'assessore Filippo Alessi - l'obiettivo è valorizzare questa parte del centro e creare un'area più vivibile per tutti. Pensiamo alla bellezza di piazza delle Carceri dove è possibile trascorrere del tempo, giocare e cenare, senza il timore di essere investiti dalle auto. Piazza Duomo non può essere attraversata dalle auto. Tra l'altro stiamo lavorando anche a una nuova illuminazione della cattedrale sostituendo gli attuali proiettori. Costo dell' intera operazione: poco meno di 100mila euro. Ci auguriamo solo che non faccia la fine di Piazza San Niccolò! Fonte e foto: Notizie di Prato

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 giu 2017

Al Serraglio le bici fuori dalle rastrelliere saranno rimosse: ma quali rastrelliere?

di Alessandra Santoni

E' arrivata la notizia che a breve, per la precisione dal prossimo 26 giugno, saranno rimosse tutte le biciclette lasciate fuori dalle rastrelliere. Un provvedimento sicuramente utile al decoro della zona, ma la domanda sorge spontanea: quali rastrelliere? Infatti sono già emerse numerose proteste da parte dei cittadini riguardo al fatto che il numero delle rastrelliere presenti è insufficiente, ed è per questo motivo che spesso si lasciano le bici in "parcheggi di fortuna", come pali e ringhiere.  Come tante persone - spiega una pratese, Eleonora Santini - mi reco ogni mattina in bicicletta alla stazione del Serraglio. Dal 26 di giugno non sarà possibile lasciare le biciclette se non nell'apposita rastrelliera, peccato che questa sia sempre piena. Io voglio continuare a prendere la mia bicicletta per arrivare alla stazione come faccio da quando avevo 15 anni. Vorrei fossero installate ulteriori rastrelliere in grado di soddisfare la richiesta. L'uso della bicicletta deve essere incentivato, non si può  aver paura di tornare alla stazione e non trovare la bici perché rimossa. Consiag Servizi Comuni risponde però che non si vuole penalizzare chi si sposta in bicicletta: Dal 26 giugno inizieranno i lavori di sistemazione dell’area compresa tra il parcheggio delle biciclette della stazione del Serraglio e il bastione. Durante i lavori saranno temporaneamente rimosse le rastrelliere esterne, mentre all’interno del parcheggio sarà ampliata e migliorata la zona, custodita e videosorvegliata, per la sosta delle biciclette. Consiag Servizi Comuni chiarisce inoltre che le biciclette eventualmente rimosse saranno custodite nel parcheggio e che dal 26 giugno, durante i lavori, sarà consentita la sosta gratuita delle biciclette nel parcheggio medesimo, proprio a causa della rimozione temporanea delle rastrelliere. Conclusi i lavori, saranno ripristinate le rastrelliere all’ingresso della stazione, mentre sarà possibile sostare a pagamento per 20 centesimi al giorno nell’area del parcheggio, ampliata e con nuove rastrelliere, riservata alle biciclette. Incentiviamo l'uso della bicicletta e l'intermodalità - dice l'assessore alla Mobilità Filippo Alessi -: lo scambio bicicletta-treno in particolare per i pendolari è uno dei pilastri del Piano urbano della mobilità sostenbile. In quest'ottica si inserisce l'intervento a cura di Consiag Servizi per la realizzazione di un parcheggio per biciclette alla stazione del Serraglio, custodito e con più posti. La richiesta è alta e questo intervento va incontro a un'esigenza molto sentita, quella di poter lasciare la propria bicicletta al sicuro. La velostazione è prevista dal Pums anche nelle altre stazioni e verrà realizzata sia a Borgonuovo sia alla stazione Centrale".  Per ora la situazioni dei parcheggi per le bici a Prato è disastrosa: sulla carta tutto questo suona benissimo, siamo in attesa di vederlo nei fatti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 giu 2017

Al via la ristrutturazione dell’Anfiteatro di Santa Lucia

di Alessandra Santoni

A breve al via i lavori di ristrutturazione dell’Anfiteatro di Santa Lucia.  Le condizioni del piccolo anfiteatro ormai sono pessime (si pensi che qualche anno fa la caduta di una balaustra ferì gravemente una bambina di 9 anni): i gradini si stanno sgretolando e il centro della struttura è impraticabile. Così l’intera area è stata recintata, la giunta comunale ha affidato l’incarico dei lavori per un totale di 150 mila euro e il cantiere dovrà essere smontato entro sei mesi. Questa situazione di degrado ha portato più volte i residenti a protestare, ultimamente anche durante il corso del processo partecipativo sul progetto del Parco fluviale Riversibility. Proprio in questa occasione, dovendo il parco fluviale essere collegato nei suoi punti principali con i quartieri vicini, anche e soprattutto con percorsi privi di barriere architettoniche, è stato chiesto di mettere a norma sia quelli del giardino sia quelli interni del teatro all’aperto con percorsi per disabili e ipovedenti. L’intervento di adeguamento renderà quindi interamente fruibile il teatro anche per i cittadini con gravi disabilità sensoriali, nell’ottica di realizzare programmazioni artistiche sperimentali per specificità sensoriali. Nonostante i lavori, la festa prevista dal 29 giugno al 9 luglio organizzata dalla Pro Loco Santa Lucia si svolgerà regolarmente, anche se mancherà uno spazio importante che da sempre ha ospitato i saggi di fine anno delle scuole del quartiere e di quelle di ballo e i capannelli dei ragazzi che abitano in zona. Fonte: Notizie di Prato  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 mag 2017

Gli scarti tessili di Prato finiscono a Firenze

di Cristina Betti

Gli scarti della lavorazione tessile continuano ad essere abbandonati a giro per la nostra città e non solo. Da quando la raccolta differenziata ha raggiunto il centro storico, con la conseguente rimozione dei bidoni dell'immondizia, sono aumentati i casi di abbandoni di rifiuti nella varie aree della città (ne abbiamo già parlato qui). Molti mezzi sono stati fermati nel loro tentativo di scaricare abusivamente, ma i tentativi sono arrivati fuori provincia. Dopo essere stati infatti trovati a Pistoia, gli scarti tessili sono apparsi anche a Campi Bisenzio: i controlli da parte dei Carabinieri sono stati intensificati nell'ultimo periodo, e la notte del 9 maggio sono stati fermati 3 residenti di Prato di nazionalità cinese con i famigerati "sacchi neri" mentre erano alla guida di tre furgoni contenenti 3 tonnellate di questi rifiuti. Il tutto è stato ovviamente posto sotto sequestro. Come già affermato dall'assessore Alessi, sulla raccolta dei rifiuti porta a porta non si torna indietro (vedi qui), tuttavia, nonostante gli aumenti dei controlli già effettuati dalle autorità, devono essere presi ulteriori provvedimenti per evitare che la gestione dei rifiuti si trasformi in un gioco a gettare sacchi nei giardini dei vicini o, peggio ancora, in un traffico illecito.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 mag 2017

Chiude Granello di Senapa

di Alessandro Gori

Lo storico esercizio del commercio equo e solidale getta la spugna. Sparisce così un esempio di business "diverso". Dopo ben 25 anni di attività in via Magnolfi, a due passi dalla stazione di Porta al Serraglio, cessa l'attività il negozio specializzato nella vendita di prodotti etici. Chiuderà definitivamente il 31 luglio, schiacciato da "crisi e tasse alte", e sarà un colpo notevole non solo per il centro storico ma anche per tutta la città, perché Granello di Senapa è stato, ed è a tutt'oggi, l'unico negozio equo-solidale di Prato. Una realtà votata al volontariato, all'economia circolare, ai principi di giustizia e redistribuzione, alla territorialità e allo sviluppo sostenibile. Diversi fattori hanno portato a questa decisione: da un lato la possibilità di trovare sempre più frequentemente nei supermercati prodotti solidal ha causato una riduzione delle entrate, dall'altro affitto alto e tasse in continuo aumento hanno aggravato le uscite. Ma l'associazione di volontari che gestiscono Granello si Senapa, che ricordiamo è senza scopo di lucro, non si sono ancora dati per vinti e sono alla ricerca di un nuovo fondo, sempre in centro storico, magari più piccolo e abbordabile.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 mag 2017

Montemurlo: messa a nuovo per il giardino di Via Palagrane

di Cristina Betti

Il comune di Montemurlo decide di combattere il degrado riqualificando le aree verdi della città. Il giardino di Via Palagrane è la prima area verde scelta dal comune di Montemurlo per la sua azione di recupero urbano e di lotta al degrado, in modo da rendere di nuovo queste aree luoghi di aggregazione urbana. Con un investimento di 25mila euro il parco ha trovato tutta una serie di nuovi funzioni: area di sgambatura per i cani, in modo da venire incontro alle esigenze di diversi proprietari di cani della zona, e un campetto di pallacanestro. Ad inaugurare il giardino, il giorno 6 maggio, erano presenti oltre alle autorità anche alcuni giovani giocatori dell' "Asd Montemurlo basket”.  "Questo giardino era poco utilizzato e qualche tempo fa si erano verificati alcuni episodi di degrado - dice il sindaco Lorenzini- per questo il Comune di Montemurlo ha deciso d'intervenire per ridare un nuovo volto al tutta l'area e favorire l'aggregazione sociale". A completare l'opera, il gruppo di artisti montemurlesi “Pattern nostrum”, composto da Stefano Roit e Chiara Lanzillotta, ha decorato la cabina elettrica del lato di Via Udine con decorazioni di street art.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mag 2017

In Piazza Ciardi arriva la Mongolfiera di Bagnoli

di Alessandra Santoni

“Mongolfiera – L’anello mancante alla catena che non c’è” è l’opera di Marco Bagnoli che a giugno sostituirà la fontana di Piazza Ciardi al termine della sua riqualificazione. Nella nota del Comune si legge: L’acquisizione da parte dell’assessorato alla Cultura del Comune è stata approvata la scorsa settimana dalla giunta comunale per 78.934,000 euro (64.700,00 più IVA 22%) a fronte di un valore dell’opera pari a 150.000,000 euro come attestato dal Responsabile dell’Area artistica e conservatore del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Stefano Pezzato. Marco Bagnoli è al momento uno dei  maggiori esponenti dell'arte contemporanea in Italia, e riconosciuto anche a livello internazionale, come dimostrano la partecipazione a grandi mostre quali la Biennale di Venezia, l’organizzazione di sue personali da parte di importanti istituzioni museali italiane, come il Castello di Rivoli, ed europee, dal Magasin di Grenoble al De Appel di Amsterdam. Diverse delle sue installazioni sono inoltre presenti in siti di grande valore artistico e architettonico, dalla Cappella Pazzi alla Basilica di San Miniato al Monte a Firenze, dalle sale del Palazzo Pubblico di Siena al Giardino di Boboli e alla Sala Ottagonale della Fortezza da Basso a Firenze, Il maestro si è dichiarato disponibile alla donazione dell’opera d’arte a fronte del mero pagamento dei costi di progettazione, direzione artistica, modellistica, assistenza all’impresa, collaudo strutturale e montaggio.

Leggi tutto    Commenti 0