Articolo
04 apr 2017

Candidature aperte per lavorare con Vueling

di Alessandra Santoni

La compagnia aerea spagnola Vueling organizza un Open Day per la selezione di nuovo personale in Italia: le selezioni si terranno domani, mercoledì 5 aprile a partire dalle ore 9.00 a Firenze all'NH Hotel di via Vittorio Veneto, 4. Il nuovo personale selezionato andrà ad integrare gli equipaggi della compagnia aerea in vista della stagione estiva: per l’estate 2017 Vueling infatti offrirà 88 rotte in partenza da 16 aeroporti italiani, verso tutta Europa. Per partecipare alle selezioni, gli interessati dovranno inoltrare la loro candidatura registrandosi sul sito della compagnia, e presentarsi poi all’Open Day di domani. I requisiti minimi richiesti sono età minima 18 anni diploma di scuola superiore una buona presentazione personale ottime doti relazionali e comunicative ottima conoscenza di lingua spagnola e inglese; la conoscenza di altre lingue è un plus (francese in primis) permesso di lavoro valido in UE disponibilità assoluta a trasferte in diverse aree geografiche flessibilità e capacità di adattamento agli orari assenza di precedenti penali  In sede di colloquio, i candidati dovranno presentare: Due copie del proprio documento di identità Due copie del proprio CV Nel caso ne dispongano, due copie del “Cabin Crew Attestation”. Questo titolo non costituisce una condizione vincolante per partecipare alla selezione. Foto: Wikipedia

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 mar 2017

Industrial Heritage: per una mappatura della Prato industriale

di Alessandra Santoni

L’artista Chiara Bettazzi di Studio Corte 17 lancia “Industrial Heritage”, una vera e propria mappatura delle strutture industriali a Prato e in Val di Bisenzio realizzato insieme all’architetto Federica Cerella, alla sociologa Chiara Soldà e all’archeologa industriale Stefania Biagioni. L'incontro tra queste tre professioniste che hanno scelto il patrimonio industriale di Prato per le proprie tesi di laurea ha dato vita a un progetto di studio le cui basi scientifiche serviranno per indagare il patrimonio industriale della nostra città attraverso le arti visive. Finoa d ora sono state censite 120 strutture industriali,  individuate anche grazie alla collaborazione dell’ufficio urbanistica oppure attraverso delle vere e proprie esplorazioni urbane; la mappa però non raccoglie solo strutture abbandonate. Federica Cerella infatti spiega: Il progetto prevede la mappatura di tutte le strutture industriali esistenti, da quelle in rovina a quelle ancora in attività, passando per quelle che sono state convertite a usi diversi da quello industriale, quelle sottoutilizzate o semplicemente abbandonate. Per ogni struttura, si potrà trovare l’ubicazione, la documentazione fotografica e la storia così come siamo riuscite a ricostruirla. Infatti parlare di fabbriche a Prato significa parlare della storia di una città intera, ma “Industrial Heritage” non sembra avere nulla a che fare con questo approccio secondo le parole di Chiara Bettazzi: Il patrimonio industriale di Prato rappresenta la storia dei suoi abitanti ma nessuno ha ancora provato seriamente a sfruttarlo per avvicinare le persone; eppure questi spazi, che siano in rovina o ancora utilizzati, rappresentano un patrimonio di scenari, scorci e immagini dal richiamo internazionale. Per questo vogliamo rivolgere un appello a tutti i pratesi perché ci aiutino a completare la mappa, integrandola fornendoci indicazioni di strutture non ancora censite oppure informazioni aggiuntive su quelle già presenti. Troverete tutte le informazioni sul sito di Industrial Heritage, e siete tutti invitati quindi a scrivere all'indirizzo e-mail info@sc17.it nel caso in cui abbiate qualsiasi tipo di informazioni sulle fabbriche già incluse nella mappa, basate su racconti o ricordi, oppure segnalazioni riguardanti strutture non ancora inserite. Fonte: Pratosfera

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 mar 2017

80.000 volumi per la città di Pistoia

di Cristina Betti

Una famiglia svizzera ha deciso di donare un ricco patrimonio librario alla città della cultura 2017. 80mila volumi rari e pregiati  sono stati donati dalla svizzera Annapaola Campori Mettel, nata ad Empoli e residente a Mendrisio, e profondamente legata alla città di Pistoia, che quest'anno porta avanti il vanto di Capitale della Cultura. Per comprendere la portata del dono, basti pensare che 80mila volumi bastano per aprire ex-novo una biblioteca di medie dimensioni. In questi 80mila volumi sono presenti testi del '500, del '700, fondi di autori e fondi storici, con un grande valore quindi oltre che documentario anche economico. Figurano 5mila volumi provenienti dalla biblioteca personale dell'organizzatore teatrale Paolo Grassi (padre del Teatro Piccolo di Milano); la collezione completa dei libri editi dalla storica Tipografia Elvetica Capolago (l’editrice che pubblicava i libri di patrioti ed esuli del Risorgimento, da Gioberti a Guerrazzi, da Tommaseo a Sismondi, passando per Balbo e d’Azeglio e molti altri); l'edizione nazionale completa delle opere di Gabriele D'annunzio; una delle 500 copie dell’edizione della Stamperia Apuana del 1923 di “Il porto sepolto” di Ungaretti , e molto altro. Dal 4 marzo presso la Biblioteca "San Giorgio" di Pistoia sarà possibile vedere un piccolo assaggio di questa donazione attraverso la mostra bibliografica "Al caro gangster Elio", uno dei fondi acquisiti: un centinaio di libri tutti con dedica ad Elio Vittorini.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 mar 2017

Proposte di lavoro come autisti di autobus

di Cristina Betti

Selezione pubblica della Copit di Pistoia per nuovi conducenti. La domanda va presentata entro l'8 marzo. E' ancora possibile presentare domanda per partecipare alla selezione pubblica per autisti di bus indetta dalla Società Copit di Pistoia che svolge servizio di trasporto pubblico su linee urbane ed extra-urbane della zona pistoiese. La scadenza è alle ore 24 di mercoledì 8 marzo prossimo. I principali requisiti richiesti sono: cittadinanza nell’ambito dell’Unione Europea; ottima conoscenza della lingua italiana; possesso della Patente di guida di categoria almeno pari a D e della Carta di Qualificazione del Conducente (CQC) per il trasporto persone in corso di validità per l’esercizio della professione; pieno godimento dei diritti civili e politici; non aver riportato condanne penali e non avere carichi penali pendenti; possesso di un diploma di Scuola Secondaria di Primo Grado (Scuola Media Inferiore) o equipollente ai sensi del D. Lgs. 27.01.1992 n° 115. Visitare il sito internet della Copit (http://www.copitspa.it/) per vedere il bando integrale nella sezione "Amministrazione trasparente" e poi "Bando di concorso personale".  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 dic 2016

Prato al IV° posto per Ecosistema Scuola

di Cristina Betti

La classifica di Legambiente "Ecosistema Scuola" pone Prato al quarto posto per la qualità dell'edilizia e dei servizi scolastici. La classifica di Legambiente (rapporto scaricabile qui) è basata su dati relativi alla sicurezza, alla riqualificazione degli edifici e alle buone pratiche relative a mensa, mobilità e servizi relativi al 2015. Le prime cinque sono Piacenza, Parma, Trento, Prato e Bergamo. Secondo il Rapporto: "Prato, che ha dotato le scuole di tutte le certificazioni, ha eseguito sul 43% dei propri edifici scolastici la verifica di vulnerabilità sismica". “Gli investimenti nella scuola sono la nostra priorità e lo dimostrano i numeri: nel 2016 abbiamo messo a bilancio oltre 9 milioni per l’edilizia scolastica, con interventi ordinari e straordinari in corso anche in questi mesi. Nel triennio l’investimento continuerà per un totale di 20milioni – spiega il sindaco Matteo Biffoni - Accanto a questo impegno continua quello sui servizi scolastici, a partire da un’attenzione per la refezione scolastica dove su 12.599 pasti giornalieri circa 900 sono diete speciali." Oltre all'edilizia e ai servizi, sono considerati fattori importanti anche l'innovazione, l'uso di energie rinnovabili, la mobilità, la raccolta differenziata e il livello di inquinamento atmosferico. Tutte le città toscane hanno partecipato all'indagine: Prato (4º) e Firenze (19º) si posizionano nella parte più alta della graduatoria, Livorno (23°), Siena (28º) ed Arezzo (31º) in quella intermedia, Pistoia (44°), mentre Massa (64º), Lucca (66º), Grosseto (68º) e Pisa (75º) finiscono in coda. Complessivamente, secondo il rapporto, nonostante gli investimenti in tutta Italia, i lavori di messa in sicurezza delle strutture scolastiche italiane (soprattutto a seguito dei terremoti degli ultimi anni) procedono troppo a rilento. Il sud Italia registra un patrimonio scolastico in media nelle peggiori condizioni. A Prato per il triennio 2016-2018 sono previsti 19.800.000 euro di investimenti scolastici: di questi, 6 milioni andranno alla demolizione e ricostruzione della scuola primaria Zipoli di Galciana e per la realizzazione di una nuova palestra; 3 milioni e 100 mila euro per la nuova scuola materna in Viale Montegrappa; 2 milioni e 600 mila euro per l'ampliamento del plesso scolastico di Mezzana "Dalla Chiesa" e 2 milioni e 450 mila euro per la nuova primaria di Fontanelle

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 nov 2016

Primo Critical Mass Prato: 19 novembre

di Cristina Betti

Biciclettata di massa sabato 19 novembre ore 16:00, partenza P.zza delle Carceri, organizzata dal gruppo Critical Mass Prato   Il gruppo Critical Mass Prato ha organizzato per il giorno sabato 19 novembre una biciclettata di massa per le vie della città, partenza presso Piazza delle Carceri alle ore 16:00. La critical mass è una coincidenza organizzata di ciclisti, in altre parole un gruppo di ciclisti, amici e non, che si ritrovano in bici e che hanno voglia di godersi la città pedalando. E' un modo per riconquistarsi la città, completamente occupata dalle macchine, attraverso uno strumento come quello della bicicletta, che rivendica una migliore mobilità nelle città ed anche un minor impatto ambientale. La critical mass non è una protesta, uno sciopero, o una manifestazione. Il loro slogan è "noi non blocchiamo il traffico, noi siamo il traffico": non chiedono nulla se non di riprendersi gli spazi stradali che ad oggi sono ad uso esclusivo di macchine, suv e motori. Qui sotto la descrizione dell'evento su facebook: A Prato ci sono 70 veicoli ogni 100 abitanti e vengono abbondantemente superati i limiti per le polveri sottili raccomandati dall'Organizzazione Mondiale della Salute http://maps.who.int/airpollution/. A questa situazione rispondiamo portando a Prato la Critical Mass, un'iniziativa diffusa ormai in molte città di tutto il mondo: montiamo tutti insieme in sella alla bicicletta e a ritmo di musica ci prendiamo per un pomeriggio le strade, che normalmente appartengono solo alle auto. Liberiamo la città dal traffico e dall'inquinamento atmosferico per ritrovare uno spazio che sia a misura d'uomo, di tutti e respirabile, non più ostaggio delle macchine!Si possono portare casse portatili, maracas, fischietti, si può venire anche in skateboard o coi pattini... diventerà una festa itinerante!per maggiori dettagli http://criticalmassfirenze.blogspot.it/2009/06/critical-mass-frequently-asked-question.html L'evento sarà ripetuto ogni ultimo giovedì del mese. Per maggiori informazioni visitare la pagina di facebook: Critical Mass Prato.

Leggi tutto    Commenti 0