15 giu 2017

Al Serraglio le bici fuori dalle rastrelliere saranno rimosse: ma quali rastrelliere?


E’ arrivata la notizia che a breve, per la precisione dal prossimo 26 giugno, saranno rimosse tutte le biciclette lasciate fuori dalle rastrelliere. Un provvedimento sicuramente utile al decoro della zona, ma la domanda sorge spontanea: quali rastrelliere?

Infatti sono già emerse numerose proteste da parte dei cittadini riguardo al fatto che il numero delle rastrelliere presenti è insufficiente, ed è per questo motivo che spesso si lasciano le bici in “parcheggi di fortuna”, come pali e ringhiere. 

Come tante persone – spiega una pratese, Eleonora Santini – mi reco ogni mattina in bicicletta alla stazione del Serraglio. Dal 26 di giugno non sarà possibile lasciare le biciclette se non nell’apposita rastrelliera, peccato che questa sia sempre piena. Io voglio continuare a prendere la mia bicicletta per arrivare alla stazione come faccio da quando avevo 15 anni. Vorrei fossero installate ulteriori rastrelliere in grado di soddisfare la richiesta. L’uso della bicicletta deve essere incentivato, non si può  aver paura di tornare alla stazione e non trovare la bici perché rimossa.

Consiag Servizi Comuni risponde però che non si vuole penalizzare chi si sposta in bicicletta:

Dal 26 giugno inizieranno i lavori di sistemazione dell’area compresa tra il parcheggio delle biciclette della stazione del Serraglio e il bastione. Durante i lavori saranno temporaneamente rimosse le rastrelliere esterne, mentre all’interno del parcheggio sarà ampliata e migliorata la zona, custodita e videosorvegliata, per la sosta delle biciclette.

Consiag Servizi Comuni chiarisce inoltre che le biciclette eventualmente rimosse saranno custodite nel parcheggio e che dal 26 giugno, durante i lavori, sarà consentita la sosta gratuita delle biciclette nel parcheggio medesimo, proprio a causa della rimozione temporanea delle rastrelliere.

Conclusi i lavori, saranno ripristinate le rastrelliere all’ingresso della stazione, mentre sarà possibile sostare a pagamento per 20 centesimi al giorno nell’area del parcheggio, ampliata e con nuove rastrelliere, riservata alle biciclette.

Incentiviamo l’uso della bicicletta e l’intermodalità - dice l’assessore alla Mobilità Filippo Alessi -: lo scambio bicicletta-treno in particolare per i pendolari è uno dei pilastri del Piano urbano della mobilità sostenbile. In quest’ottica si inserisce l’intervento a cura di Consiag Servizi per la realizzazione di un parcheggio per biciclette alla stazione del Serraglio, custodito e con più posti. La richiesta è alta e questo intervento va incontro a un’esigenza molto sentita, quella di poter lasciare la propria bicicletta al sicuro. La velostazione è prevista dal Pums anche nelle altre stazioni e verrà realizzata sia a Borgonuovo sia alla stazione Centrale”. 

Per ora la situazioni dei parcheggi per le bici a Prato è disastrosa: sulla carta tutto questo suona benissimo, siamo in attesa di vederlo nei fatti.


Biciclettaparcheggiopratorastrelliererimozione biciclettestazione porta al serraglio


Lascia un Commento