Articolo
20 mar 2017

Martedì 21 Giornata contro le Mafie a Prato

di Cristina Betti

La giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie si svolge quest'anno a Prato, per l'occasione capoluogo regionale per la Toscana. Ecco le iniziative. Domani, martedì 21 marzo, si svolgerà a Prato la XII Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, organizzata dall'associazione Libera e da Avviso Pubblico. La marcia in memoria delle vittime della mafia, che vedrà la partecipazione di oltre 3000 persone, fra cui anche studenti provenienti da tutta la Toscana, partirà da piazza del Mercato Nuovo – alle 9.30 – fino a raggiungere piazza Santa Maria delle Carceri, attraversando il centro storico, dove alle 11 si terrà la cerimonia con la lettura dei nomi delle circa 1.000 vittime di mafia in contemporanea in 4.000 piazze in tutta Italia. "Per noi è un piacere ed un motivo di orgoglio poter ospitare la marcia - ha affermato il sindaco Matteo Biffoni -. E' un dovere di tutti ricordare ed è altrettanto importante e necessario tenere alta l'attenzione. La marcia sarà anche un momento di festa, un'occasione gioiosa in cui si ritroveranno centinaia di ragazzi con la loro energia e forza. L'amministrazione è da sempre al fianco di Libera nella sua battaglia con dedizione e convinzione assoluta". I nomi delle vittime di mafia saranno letti in piazza dai rappresentanti delle autoritàdella città, tra cui il vescovo Monsignor Franco Agostinelli, il sindaco Matteo Biffoni e il prefetto Rosalba Scialla. Tra i nomi  ci sono anche quelli dei 7 operai cinesi morti a Prato nell’incendio della confezione Teresa Moda di via Toscana il 1° dicembre 2013. Nel pomeriggio anche seminari organizzati in varie zone della città (clicca qui per un elenco delle attività, oppure clicca sul manifesto dell'evento). Si ricordano che i divieti di sosta in tutte le vie interessate dal passaggio della marcia cominceranno già dalle 6, fino alle 14, includendo anche piazza Sant’Antonino, piazza Santa Maria in Castello, piazza Buonamici, via Dante e via della Fortezza.In piazza del Mercato Nuovo il divieto di transito scatterà invece dalle 7 fino alle 13.   

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 mar 2017

Il Parco centrale di Prato tra aree verdi, caffè, ristoranti e auditorium

di Alessandra Santoni

Vi ricordate il vecchio ospedale di Prato? Ecco, adesso scordatevelo e provate a immaginare un padiglione di 120 metri per 25 di profondità e una zona verde di 3 ettari arredata con sculture, vialetti e prati (avevamo già parlato del progetto qui). Questo l'ambizioso progetto che inizierà ad essere realizzato a settembre 2017 e vedrà la luce, secondo le stime, già il prossimo anno. Il padiglione centrale sarà costituito da una struttura in legno, con un colonnato che creerà un patio di 6 metri quadrati; la struttura ospiterà da un lato un ristorante (che sul retro avrà a disposizione anche un'area per la coltivazione a km 0), dall'altro una caffetteria. Al centro invece uno spazio componibile che, attraverso un sistema di pannelli mobili, potrà dare vita a diversi spazi, tra cui un auditorium da 350 posti e uno spazio coworking, ideale per eventi culturali di ogni tipo e con pareti a vetro che permetteranno la vista del verde all'esterno. All'esterno il grande prato prevederà vialetti con inserti di marmo, panchine, statue, un palco e un camminamento che collegherà Piazza del Collegio e Piazza degli Spedalinghi. Rispetto a quello che era il progetto vincitore le novità non sono molte, ma sono cominciati gli incontro fra i progettisti e le associazioni coinvolte nel progetto, come il Consorzio Santa Trinita, il Teatro Metastasio e il Centro per l'Arte Contemporanea Pecci. Queste le parole dell'assessore all'urbanistica Valerio Barberis: Il progetto definitivo è frutto dell'incontro tra progettisti e realtà cittadine, tenendo particolarmente conto del progetto Prama della fondazione Ami, che renderà l'ex palazzina Avis una struttura per ragazzi disabili trasformandola in un padiglione, anche secondo la logica funzionale del parco stesso, e coinvolgendo Ami nella scelta di giochi inclusivi. Fonte: Notizie di Prato

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 mar 2017

Pecci: 48 ore di iniziative per la fine de “La fine del mondo”

di Cristina Betti

Oggi scatta il conto alla rovescia al termine della mostra "La fine del mondo", lanciata dal Museo Pecci. Eventi, dibattiti, incontri e discussioni aperte per gli ultimi due giorni. Oggi sarà l'ultima settimana della mostra "La fine del mondo" del Museo Pecci, inaugurata il 16 ottobre 2016 e che ha già realizzato oltre 600mila presenze. Per l'occasione, il museo ha organizzato una 48 h di iniziative non stop dalle 21,00 del 17 marzo fino alle 24,00 del 19 marzo dal titolo "Waiting for the end". Sarà quindi l'occasione giusta per vedere (o rivedere) la mostra. Le due giornate non-stop avranno una presenza molto variegata: gli astrofisici dell'osservatorio di Arcetri; il gruppo teatrale polacco Teatr Cinema insieme al russo Akhe; l'architetto francese Didier Faustino; Paolo Angeli che terrà un concerto monografico dedicato a Björk; Padre Bernardo, abate dell'Abbazia di San Miniato; riflessioni sulla condizione dei migranti dell'Opera di Santa Rita; Braccialini; Mi; Pardo; conversazioni scientifiche con Luigi Dei e Matteo Cerri. Anche il cinema avrà una due giorni non stop. Il costo del biglietto è 10 euro e permetterà ai visitatori di rientrare quante volte vogliono nell'arco dei 3 giorni di chiusura. Al termine della mostra, il museo resterà chiuso per tre settimane per il disallestimento prima del lancio della nuova stagione di esposizioni.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mar 2017

Approvato il super progetto per il Soccorso

di Alessandra Santoni

Il mese di marzo si è aperto con la presentazione del progetto preliminare per la nuova viabilità del sottopasso del Soccorso e per il nuovo parco.  Un progetto d’importanza capitale , dal momento che, secondo le parole del sindaco Biffoni: Dopo il nuovo ospedale è la più grande opera pubblica realizzata dal Comune di Prato nella storia della città. Purtroppo l’impatto sul traffico per i due anni di lavori sarà pesante ma, una volta che questo progetto di rigenerazione urbana sarà realizzato, la viabilità e la faccia della città ne risentiranno positivamente, in particolar modo il quartiere del Soccorso, uno dei più densamente popolati di Prato e con un traffico di attraversamento che secondo le stime del Comune raggiunge ogni giorno quota cinquantamila veicoli. Le nuove strade avranno la funzione di smaltire la viabilità locale anche attraverso la creazione di due nuove rotatorie su via del Purgatorio e su via Roma, ed avranno anche la funzione di viabilità provvisoria durante la fase di cantiere del raddoppio della Declassata. Il parco, 8.000 mq di verde e 7.000 pavimentati, sarà caratterizzato da un’area a verde alberato attraversata da percorsi pedonali posti in direzione nord-sud; verrà inoltre realizzata una seduta continua con andamento sinuoso per superare il dislivello di quote tra le due sedi stradali, che diventerà occasione per la sosta dei cittadini; lungo la via Tasso saranno invece previsti filari di alberi a fare da filtro tra il parco e la viabilità e una pista ciclabile che contribuisca a rafforzare la connessione della mobilità lenta in direzione est-ovest. Queste le immagini a confronto della situazione attuale, e di quella prevista a fine lavori:

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 mar 2017

“Scampia: volti che interrogano”: nuova mostra fotografica in Lazzerini

di Cristina Betti

Da giovedì 2 marzo fino al 21 marzo, in mostra presso la biblioteca Lazzerini la mostra dedicata alla vita sotto la "vela" di Scampia. Un ritratto di volti umani fotografati da Davide Cerullo. Davide Cerullo, ex camorrista, fondatore dell'associazione di promozione sociale "L'albero delle storie", nonché fotografo ed autore di testi, approda nella Biblioteca Lazzerini con fotografie che ritraggono cosa significhi essere bambino, adolescente, uomo o donna a Scampia. La mostra è stata inaugurato giovedì 2 marzo alle ore 21 alla presenza di Don Marco Natali dell'Associazione Libera Prato e alla presenza dell'autore. I suoi scatti raccontano le vite, le storie di un’infanzia violata, il disagio che emerge dagli occhi segnati di chi vive nelle ‘Vele’.L'autore Cerullo, questa realtà l’ha vissuta in prima persona tra droga, armi, carcere, fino a quando un incontro ‘diverso’ lo ha aiutato a ripartire per riprendersi la sua vera vita.Dopo anni di lontananza alla ricerca della sua vera umanità, del suo vero ‘Io’, Davide è tornato a Scampia e ha fondato un’associazione di promozione sociale per dare una speranza a quei bambini e alle loro madri, per farli crescere in un’esperienza di bene, attraverso gesti semplici come giocare, fare i compiti o semplicemente ‘farsi raccontare una storia’. L’iniziativa si colloca all’interno del progetto “Primavera della legalità”, realizzato grazie alla collaborazione fra il Comune di Prato, gli istituti scolastici cittadini, “Roberto Castellani”, “Pier Cironi” e “Nord” e le associazioni Cieli Aperti e Agesci, con l’obiettivo di affrontare il tema della legalità anche attraverso un dialogo fra generazioni, non solo dentro le aule delle scuole.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 mar 2017

Pulizia delle strade: cambiano giorni e orari in alcune zone della città!

di Cristina Betti

Attenzione perché a partire dal 1° marzo ci sono stati dei cambiamenti dei giorni e degli orari per la pulizia delle città. Per evitare le multe, ecco l'elenco delle zone coinvolte.   Dal primo marzo:  Via di Cantagallo (tratto tra via San Martino per Galceti e via Bologna) il mercoledì dalle 9 alle  10.30. Dal 2 marzo. Via Castellano de' Castellani il giovedì dalle 8 alle 10.30. Via Primo Maggio il giovedì dalle 14.30 alle 16. Piazza Bianchini il giovedì dalle 16 alle 18.30. Dal 3 marzo. Via 2 Giugno, via Barsanti, piazzale Ferrari, via XXV Aprile il venerdì dalle 5 alle 7.30. Via Torricelli, via Franklin, piazzale Pratilia, via De Sanctis (tra via delle Badie e via Ferraris) dalle 5 alle 8. Via 29 maggio, via delle Ripalte, via Bechi, piazzale del Mulino della Ripalta il primo e il terzo venerdì dalle 5 alle 8. Via Leopardi, via Salviati, via della Chiesa di Grignano il venerdì dalle 8 alle 10.30. Via Miliotti, via Gora di Grignano (tra via Beethoven e via delle Badie) il venerdì dalle 9 alle 10.30. Via dello Sprone, piazzale dello Sprone, via dei Casini (tratto tra via Ginzburg e vicolo di Cortevecchia), via Beethoven (compreso il parcheggio), via Benini, via Pace, il primo e terzo venerdì dalle 8 alle 10.30. Dal 4 marzo. Via Miniati, via Orlando, via Lambruschini il sabato dalle 13 alle 16. Via Salvagnoli, via del Palco (tratto tra via Lambruschini e via Compagni), via Bacci, via Bruno il primo e il terzo sabato dalle 13 alle 16. Via Borselli, il sabato dalle 15.30 alle 17. Consulta il sito di ASM per controllare zona per zona i giorni di pulizia stradale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 feb 2017

Carnevale in mascher-ina con Critical Mass Prato!

di Cristina Betti

Domenica 26 febbraio un nuovo appuntamento per la biciclettata di Critical Mass Prato! Partenza alle ore 15:30 in Santa Maria delle Carceri. Dotatevi di mascherine anti-smog! Critical Mass Prato, dopo il successo della biciclettata di Natale, ha organizzato per domenica 26 febbraio un nuovo giro per le vie della città in occasione del carnevale. Va bene portare una maschera ma, meglio ancora, una mascherina anti-smog per denunciare gli alti livelli di inquinamento atmosferico che hanno caratterizzato Prato negli ultimi mesi (per avere un'idea, leggete il nostro articolo qui). La partenza è prevista alle ore 15:30 da Piazza delle Carceri e si concluderà verso le 17:30. Come previsto per ogni critical mass che si rispetti, venite in bicicletta, pattini o skateboard. Così l'evento è presentato sulla pagina facebook del gruppo Critical Mass Prato: Il Carnevale quest'anno arriva in bicicletta! Venghino signori venghino a prendere parte al carro di carnevale della critical mass! Bastano una bicicletta ( o dei pattini, o uno skateboard ) e una mascherina antismog (o carnevalesca)... la musica la portiamo noi! Ritrovo in Piazza delle Carceri alle 15.30.Giovedì 23 invece festeggiamo con gli amici della critical mass fiorentina! https://www.facebook.com/events/259040971202874/ Per chi non lo sapesse, la critical mass è una coincidenza organizzata di ciclisti, in altre parole un gruppo di ciclisti, amici e non, che si ritrovano in bici e che hanno voglia di godersi la città pedalando. E’ un modo per riconquistarsi la città, completamente occupata dalle macchine, attraverso uno strumento come quello della bicicletta, che rivendica una migliore mobilità nelle città ed anche un minor impatto ambientale. La critical mass non è una protesta, uno sciopero, o una manifestazione. Il loro slogan è “noi non blocchiamo il traffico, noi siamo il traffico”: non chiedono nulla se non di riprendersi gli spazi stradali che ad oggi sono ad uso esclusivo di macchine, suv e motori.  

Leggi tutto    Commenti 0