Articolo
22 ago 2017

Da settembre nuovi treni per la tratta Prato-Bologna

di Cristina Betti

Ci saranno 5 nuovi collegamenti fra le due regioni a partire dal prossimo 11 settembre. Nuovi orari ancora in fase di definizione. A dare questa notizia è la Regione Toscana, che punta a un potenziamento dei rapporti, e quindi dei collegamenti, fra le due città e le rispettive regioni. “Saranno cinque i nuovi treni istituiti- annuncia il comunicato - o la cui percorrenza verrà prolungata, o che effettueranno un numero maggiore di fermate con la conseguente soppressione di alcune delle corse nella stessa fascia oraria” Quali sono le novità? - Due nuovi treni partiranno da Prato Centrale in direzione Bologna: il primo alle 6.40, il secondo alle 8.40. - Per il ritorno, da Bologna sarà a disposizione dei pendolari un nuovo collegamento Bologna-Prato Centrale con partenza dal capoluogo emiliano alle 7.10 (che fermerà anche nelle aree industriali intorno a Pianoro in una fascia oraria finora sguarnita di collegamenti ferroviari). - Ci saranno nuovi collegamenti serali: sarà prolungata fino a Prato Centrale la corsa del regionale 6531 che parte da Bologna alle 22.10 (finora terminava a San Benedetto Val di Sambro dove giungeva alle 22.51). Prima i collegamenti serali alta velocità fra Bologna e Firenze terminavano alle 21,30. - La corsa di ritorno serale da San Benedetto val di Sambro a Bologna delle 22.59 - treno 6592, con utenza quasi nulla - verrà invece soppressa, e la sua funzione verrà assolta dal regionale 11634, in partenza da Firenze SMN alle 22.23 per Bologna centrale, cui verranno assegnate anche le fermate di Grizzana, Monzuno e Pianoro. Ci saranno ulteriori modifiche alla circolazione: - In virtù di questi nuovi collegamenti non si rendono più necessari alcuni convogli attualmente in esercizio sul versante toscano, che verranno quindi soppressi. Si tratta del 6476 in partenza alle 6.10 da Firenze Campo di Marte per Vernio, Montepiano, Cantagallo, che viene però mantenuto nella tratta da Firenze Campo Marte-Prato dato che da questa stazione si potrà proseguire verso Bologna con il nuovo treno che partirà da Prato alle 6.40. - Verrà soppresso anche il treno 6409 delle 6.22 da Bologna a San Benedetto Val di Sambro. Il servizio delle 7.13 da San Benedetto Val di Sambro a Bologna sarà svolto, alla stessa ora, dal nuovo treno che partirà da Prato alle 6.40. - Coloro che utilizzavano il treno 6583 che partiva alle 8.14 da Vernio verso Firenze Campo di Marte, dall'11 settembre potranno salire su quello che partirà da Bologna alle 7.10, mentre la possibilità di proseguire verso Firenze sarà garantita dallo stesso 6583 che avrà origine da Prato verso Firenze Campo Marte, con le stesse fermate che effettua oggi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 ago 2017

Raccolta dei rifiuti durante Ferragosto e nel mese di Agosto

di Cristina Betti

Ecco come si svolgerà il servizio Alia nel mese di agosto. Alia comunica che gli sportelli informativi AliaPoint presenti nel comune di Prato saranno regolarmente operativi per tutto il mese di agosto ad eccezione di Ferragosto e delle altre date di seguito elencate: Il punto di via Tintori 50 resterà chiuso nei giorni di sabato 12 e sabato 19 agosto; lunedì 14 agosto non saranno operativi gli AliaPoint di Galcetello in via VII Marzo 15 e quello di via De Gasperi 67 (zona I Lecci) il punto informativo di Galciana (via Isidoro del Lungo 12) resterà chiuso nei giorni di mercoledì 16 e 23 agosto. Agli ALIAPoint possono rivolgersi tutti i cittadini per l'approvvigionamento del materiale necessario alla raccolta differenziata porta a porta e per informazioni sulla modalità e svolgimento del servizio. Martedì 15 agosto il servizio di raccolta rifiuti sarà regolarmente effettuato in tutto il territorio comunale, compreso il centro storico, come da calendario. Per ogni ulteriore informazione è possibile rivolgersi ai numeri: 800.007.081 e 0574/7081.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 ago 2017

Prato lancia il Pin per tentare il titolo di Capitale Italiana della Cultura 2020

di Cristina Betti

Il PIN avrà tempo fino al 15 settembre per prepare il progetto per l'ambito titolo. Dopo la nomina di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017, Prato non ci sta e vuole provarci. E sarà proprio il Polo Universitario di Prato, a dover preparare il dossier per la candidatura della città di Prato all'ambito premio per l'anno 2020. E per farlo avrà tempo fino al 15 settembre. Il Pin è stato scelto in merito "della sua natura e dell'oggetto della sua attività, - si legge nell'atto di affidamento - delle competenze professionali di carattere scientifico possedute, della sua radicazione sul territorio, della propria organizzazione strutturale, nonchè del suo coinvolgimento trasversale su una pluralità di obiettivi, interventi strategici e progetti che risultano connessi con la progettualità in questione".* C'è a disposizione quindi poco tempo, e per questo il Comune ha deciso di affidare questo compito delicatissimo a un ente esterno che sappia arrivare all'impellente scadenza nel modo migliore. Costo dell'incarico: 20mila euro più Iva (quindi 24.400 euro). Ben altre altre 45 città che hanno manifestato il proprio interesse per il bando: Agrigento, Agropoli, Alberobello, Altamura, Ancona, Asti, Aversa, Bellano, Benevento, Bitonto, Capaccio Paestum, Casale Monferrato, Caserta, Catania, Ceglie Messapica, Cuneo, Fabriano, Fasano, Foligno, Gallipoli, Lanciano, Macerata, Merano, Messina, Montepulciano, Noto, Nuoro, Oristano, Parma, Piacenza, Pietrasanta, Pieve di Cadore, Ragusa, Ravello, Reggio Emilia, Salerno, Scandiano, Siracusa, Telese Terme, Teramo, Tivoli, Tremezzina, Treviso, Vibo Valentia e Villa Castelli. Incrociamo le dita.   *Fonte: Notizie di Prato

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 ago 2017

Tobbiana e San Giusto di nuovo unite dalla nuova passerella ciclopedonale

di Cristina Betti

Inaugurata il 4 agosto la passerella ciclo-pedonale che attraversa viale Allende in corrispondenza della rotatoria con via Orione. Le due zone, precedentemente divise dalla tangenziale, sono adesso unite. All'inaugurazione era presente il consigliere comunale Pd Maurizio Calussi assieme ai residenti della zona, sono inoltre intervenuti il sindaco Matteo Biffoni e l'assessore alla Mobilità Filippo Alessi. Il ponte, il cui costo è stato di 300mila euro, è lungo 28 metri; due travi in legno lamellare di dimensioni 20x170 centimetri, collegate tra loro da un impalcato anch'esso in legno. Le spalle, su cui sono poggiate le due travi, sono invece di cemento e terra armata. Tutto il percorso ha una larghezza costante di 3 metri. "Questo intervento è nato per garantire la sicurezza stradale in un tratto molto trafficato della città, un tratto in cui come ben sappiamo molte persone attraversavano la tangenziale in bici, con grave pericolo per se stessi e gli automobilisti - ha dichiarato l'assessore alla Mobilità Filippo Alessi -. E' soprattutto un collegamento molto importante tra frazioni finora divise. Un'alternativa ciclo-pedonale pratica e veloce che rientra negli obiettivi del Pums"* Il progetto è parte dei lavori del Pums, assieme alle ciclabili dell'area, che purtroppo, per ora, invece che vere e proprie piste ciclabili sono solo dei marciapiedi dipinti di rosso. Ci auguriamo che le prossime in progetto non siano dello stesso tipo...   Fonte: Notizie di Prato

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 ago 2017

“Prato vista dal fiume. Visite insolite ad uno scampolo di città”: una nuova vista di Prato dal Bisenzio

di Cristina Betti

Un tragitto in gommone alla scoperta della città dal punto di vista del suo fiume. Il progetto nasce dall'Associazione ArteMia e la Lega Navale Italiana (sezione di Prato e Firenze), un modo di far scoprire la città attraversando le acque del Bisenzio, un percorso di un'ora e mezzo ricco di aneddoti, che parte verso le 20,15 all'altezza di Via Giovanni Amendola. Prima della visita sarà fatta un breve excursus sul comportamento da adottare sul gommone, poi si indossano i giubbotti salvagente, infine si prendono i gommoni e si mettono in acqua. Si parla di nutrie, pesca, dei ponti, degli edifici storici, dei Bastioni, di palazzi. Il calendario degli appuntamenti in canotto è il seguente: 3 agosto ore 20.15 - 21.30; 10 agosto ore 20.15 - 21.30 (solo due posti liberi a questo turno); 24 agosto: 20.15 - 21.30; 10, 17, 24 settembre ore 9.30, 10.45, 12; 1, 8, 22, 29 ottobre ore 9.30, 10.45, 12. Le visite della città dal fiume costano 20 euro e il limite minimo di età è 6 anni. E' fatto obbligo di indossare giubbotti e casco sicurezza dati dalla Lega Navale Italiana e di seguire le indicazioni degli istruttori. Per informazioni visitare il sito di Artemia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 ago 2017

Cassa d’espansione pronta per l’Ombrone

di Cristina Betti

I lavori a Ponte a Tignano stanno per concludersi, giusto in tempo per l'arrivo della stagione delle grandi piogge. Sono quasi giunti a conclusione i lavori per la cassa di espansione "Ponte a Tignano" che, in caso di superamento dei livelli di guardia del fiume Ombrone, raccoglierà le acqua in eccesso per mettere in sicurezza le frazioni di Iolo, Tavola e Castelnuovo e il territorio di Poggio a Caiano. L'opera potrà contenere fino a 650mila metri cubi di acqua, acqua che sarà reimmessa nell'Ombrone appena questo tornerà nei livelli di guardia. «Grazie a questo intervento potremo mettere in sicurezza un’area importante del Comune di Prato che ha spesso vissuto momenti di difficoltà – ha spiegato il sindaco Biffoni – Quest’opera arriva dopo altri significativi interventi lungo l’asse dell’Ombrone ad opera del Consorzio di Bonifica, grazie ai quali possiamo dire di aver ridotto al minimo il rischio di inondazioni»* Il costo per la realizzazione è stato di 3 milioni e mezzo di euro, sostenuto con finanziamento regionali e ministeriali.   * Fonte: La Nazione di Prato

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 lug 2017

Lavori in Viale Galilei e Via Bologna

di Cristina Betti

Possibili disagi alla viabilità fra il 25 e il 29 luglio per opere di urbanizzazione primaria e allacciamenti alla rete idrica. Per permettere i lavori nel tratto compreso tra la rotatoria con via Torricini e quella con via  Marradi, dal 25 luglio fino al termine dei lavori,  sarà attivo il divieto di sosta e il senso unico di circolazione, con direzione da via Marradi verso via Torricini, con il restringimento della carreggiata. Durante la fase di senso unico di circolazione del tratto di viale Galilei il traffico veicolare sarà deviato in via Bologna, via  Campana, via Marradi. Per permettere inoltre l'esecuzione dei lavori di scavo per allacciamenti alla rete idrica in via Bologna (civico 11) dalle ore 9:00, sarà attivo nel tratto compreso tra l'intersezione con via Cerutti e l'intersezione con piazza  Ciardi, il divieto di sosta e transito. Il traffico veicolare sarà deviato in via Cerutti, via Mazzoni e piazza Ciardi.

Leggi tutto    Commenti 0