Articolo
20 giu 2017

Una foresta (d’ingani) alla Lazzerini

di Alessandro Gori

L'area esterna del complesso Campolmi si arricchisce di una nuova opera d'arte: una foresta! Foresta sì, ma solo illusoria. L'opera che ha realizzato Chiara Spataro è un trompe-l'oeil, ovvero uno sfondato, un'illusione ottica. "Attraverso la rappresentazione di un bosco immaginario su una delle superfici murarie che delimitano il piazzale antistante la biblioteca verrà ricreato un habitat naturale lì dove l’urbanità e i suoi bisogni ne impediscono la crescita”. "L’obiettivo è coinvolgere lo spettatore in un’ambientazione surreale ma concreta e presente, invitando ad esplorare attraverso l’illusione dell’esistenza di una terza dimensione, quell'antico legame uomo-natura indissolubile e profondo”. “La pittura di Chiara Spataro  si riallaccia alla tradizione pittorica rinascimentale toscana in cui gli artisti iniziano a sfondare le superfici piatte con la profondità data dall'uso della prospettiva, creando così nuovi spazi illusori amplificando la visione del piano reale. Lo sviluppo successivo del genere pittorico del trompe-l’oeil, che dal Seicento in poi vede il contributo degli studi di ottica e di percezione visiva, spinge gli artisti a sentire il rapporto con la Natura e la sua imitazione come un gioco e una sfida che da quel momento in poi non ha mai visto un vero declino. Infatti, si tratta di una tecnica caratterizzata da una ricerca continua di possibilità, in precario equilibrio fra desiderio di una rappresentazione verosimile della realtà e un suo superamento, con l’inganno di poter rendere manifesto e visibile ciò che risiede oltre il limite dell’immaginazione”. Ben venga un arricchimento artistico dell'area antistante la biblioteca, magari in attesa di avere, se non proprio una foresta, anche qualche qualche pianta o alberi veri.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 giu 2017

“Ri-Creazioni”. Fino al 2 luglio alla ex Lucchesi

di Alessandro Gori

Una nuova mostra di arte contemporanea è visitabile in questi giorni all'ex lanificio Lucchesi.   Inaugurata il 02 giugno negli spazi della ex fabbrica in Piazza Macelli 10 (davanti a Officina Giovani/ex macelli), la mostra è stata organizzata dallo studio Ark-Light e dall'associazione Lasa 2.0. Il titolo della mostra vuole far riflettere  sull'arte come forza creativa e rigenerativa in un’area industriale che, dismessi i panni di luogo di produzione industriale, sta trovando una nuova identità. L’area dei Macelli, anche con molte oscillazioni e grosse lacune, sta vivendo in questi anni una metamorfosi in polo di aggregazione e centro propulsore di idee. La fabbrica ospiterà, nel corso dell’esposizione, un fitto calendario di eventi: concerti, performance, dibattiti, presentazioni di libri ed una sfilata di moda. La mostra ha anche uno scopo sociale. Infatti gli artisti doneranno alcune opere da vendere all'asta, il cui ricavato sarà devoluto per le aree terremotate del Centro Italia. Inoltre saranno organizzati eventi per raccogliere i fondi necessari per operare una bambina irachena, Reem, una delle tante vittime della guerra devastata da una bomba e che è arrivata in Italia a fine maggio. Fra gli artisti  presenti nell'esposizione alcuni, come Galliani, Williamson, Nakagomi e Badwan, sono già affermati a livello internazionale; altri sono artisti emergenti. La mostra, dunque, vuol essere trasversale, proponendo artisti di fama insieme ad altri che finora non sono mai transitati nei musei, nelle fiere o nelle case d’asta. La mostra, a ingresso gratuito, sarà visitabile fino a domenica 2 luglio, dal lunedì al venerdì in orario 18:00-24:00 .  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 mag 2017

La “colonna spezzata” torna al Pecci

di Cristina Betti

L'opera di Anne e Patrick Poirer, conosciuta come "La colonna spezzata", torna al Pecci dopo essere stata rimossa per consentire i lavori di ampliamento del museo. Dopo anni di lavori attorno al Museo Pecci, finalmente la statua della colonna spezzata torna al suo posto grazie al finanziamento di Alberto e Giovanna Pecci. L'opera sarà ricollocata esattamente nello stesso posto dove anni fa era stata rimossa per permettere i lavori per il raddoppio del Centro per l'Arte Contemporanea: sulla parte sinistra del prato di fronte all'ingresso principale del Museo. All'avvio dei lavori per il rimontaggio, che dureranno qualche giorno, hanno presenziato il presidente del museo Fabio Cavallucci, l'industriale Alberto Pecci e l'assessore alla cultura Simone Mangani.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mag 2017

In Piazza Ciardi arriva la Mongolfiera di Bagnoli

di Alessandra Santoni

“Mongolfiera – L’anello mancante alla catena che non c’è” è l’opera di Marco Bagnoli che a giugno sostituirà la fontana di Piazza Ciardi al termine della sua riqualificazione. Nella nota del Comune si legge: L’acquisizione da parte dell’assessorato alla Cultura del Comune è stata approvata la scorsa settimana dalla giunta comunale per 78.934,000 euro (64.700,00 più IVA 22%) a fronte di un valore dell’opera pari a 150.000,000 euro come attestato dal Responsabile dell’Area artistica e conservatore del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Stefano Pezzato. Marco Bagnoli è al momento uno dei  maggiori esponenti dell'arte contemporanea in Italia, e riconosciuto anche a livello internazionale, come dimostrano la partecipazione a grandi mostre quali la Biennale di Venezia, l’organizzazione di sue personali da parte di importanti istituzioni museali italiane, come il Castello di Rivoli, ed europee, dal Magasin di Grenoble al De Appel di Amsterdam. Diverse delle sue installazioni sono inoltre presenti in siti di grande valore artistico e architettonico, dalla Cappella Pazzi alla Basilica di San Miniato al Monte a Firenze, dalle sale del Palazzo Pubblico di Siena al Giardino di Boboli e alla Sala Ottagonale della Fortezza da Basso a Firenze, Il maestro si è dichiarato disponibile alla donazione dell’opera d’arte a fronte del mero pagamento dei costi di progettazione, direzione artistica, modellistica, assistenza all’impresa, collaudo strutturale e montaggio.

Leggi tutto    Commenti 0