Articolo
21 apr 2017

Firenze: Sunrisebikeride 2017

di Alessandra Santoni

Sappiamo che vi siete alzati presto tutta la settimana per andare a lavoro, ma domani la levataccia è giustificata! Infatti questo sabato, 22 aprile, a Firenze ci sarà la Sunrisebike ride 2017: una pedalata all'alba (dalle 6.00 alle 8.00) che, partendo e arrivando al Parco delle Cascine di Firenze, attraverserà tutto il centro storico. Potete iscrivervi online sul sito della manifestazione: 10 euro per gli adulti e 2 euro per i bambini dai 6 ai 12 anni. Potete passare a ritirare il pacco-gara venerdì 21 al Parco delle Cascine, e se proprio non ce la fate sabato mattina mezzora prima della partenza. Per farvi un idea, questa è stata la pedalata dello scorso anno: Buona pedalata a tutti!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 apr 2017

Arrivano i poliziotti in bicicletta

di Cristina Betti

Il questore Paolo Rossi annuncia che da fine Aprile entreranno a pieno regime i poliziotti in bicicletta, che dovranno affiancare le volanti di controllo nelle zone del centro e del lungo Bisenzio. La Confesercenti, con l'acquisto delle biciclette,  sponsorizzerà il nuovo serviziodi polizia su due ruote, che ha lo scopo di agevolare i controlli in quelle aree del centro storico che sono ovviamente più difficili da controllare con i mezzi a motori. «Si tratta di rendere più agevoli e capillari i controlli e i servizi di prevenzione in zone dove le volanti hanno più difficoltà a penetrare - afferma il questore Paolo Rossi - ne sono un esempio le piste ciclabili lungo il Bisenzio, spesso al centro dell’attenzione per lo spaccio di droga. Oppure alcune stradine del centro storico a traffico limitato dove con le auto si ha più difficoltà ad entrare» La notizia è stata data in occasione della 165esima Festa della Polizia del 7 Aprile, evento in cui sono stati anche resi noti dei dati riguardo al lavoro fatto nell'ultimo anno:  il 10% in più di arresti e il 20% in più delle denunce; aumentano anche i reati (circa duecento in più) ma diminuiscono i furti in appartamento e le rapine.   Il problema che colpisce soprattutto la zona del centro e del lungo Bisenzio, dove entreranno in azione i nuovi poliziotti in bicicletta, riguarda soprattutto lo spaccio di droga. Il questore Paolo Rossi è persuaso che lo spaccio , che vede da anni la città in testa per criminalità diretta o indotta, sta iniziando a segnare il passo. «L’opera costante di prevenzione e repressione sta dando i suoi frutti - dice Rossi - Pur in una realtà molto difficile come quella di Prato [...], l’efficacia dell’azione coordinata fra le forze dell’ordine ci consente di segnalare qualche progresso. I continui sequestri di droga, unitamente ai controlli e agli arresti, hanno reso meno facile la vendita e l’aumento del prezzo delle dosi, cresciuto del doppio in un anno, può essere un indicatore che c’è meno droga e lo spaccio è meno facile. Alcune zone come quella del centro storico sono state degongestionate, la vendita risulta più diluita nello spaccio e più periferica. Diminuisce il pendolarismo dei tossicodipendenti verso Prato»  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 gen 2017

Riversibility: un nuovo incontro e due pedalate in città

di Alessandra Santoni

Continua il percorso partecipativo per Riversibility, con un incontro aperto a tutti i cittadini e due biciclettate lungo il Bisenzio. Dopo il primo incontro con gli stakeholders dello scorso 13 gennaio, domani, venerdì 20 gennaio, alle ore 10.30 si terrà verso l'Urban Center di Palazzo Pacchiani in via Mazzini 65 il secondo incontro del percorso partecipativo, stavolta aperto a tutta la cittadinanza. Per l'occasione saranno presentati gli obiettivi del progetto e illustrate le 16 aree dove saranno realizzate attività ambientali, culturali, sociali e ludico-sportive, raccogliendo le idee e proposte che verranno da parte dei partecipanti. Invece per il giorno dopo, sabato 21 gennaio, saranno previste due biciclettate lungo il Bisenzio durante le quali saranno discussi direttamente sul posto gli interventi previsti dal progetto. La prima pedalata partirà alle 11.00 dal locale Il Chiosco lungo la ciclabile all'altezza della stazione del Serraglio e proseguirà in direzione nord, la seconda partirà alle 14.00 dal parcheggio adiacente al Bastione delle Forche, direzione sud; entrambe dureranno circa 2 ore e si concluderanno nel punto di partenza. Essendo organizzate in collaborazione con la Fiab Prato, entrambe le biciclettate godranno di copertura assicurativa. Inoltre, per chi vuole partecipare alle due pedalate ma non è in possesso di una bicicletta propria, sarà possibile noleggiarla gratuitamente presso Ecoposta (via Magnolfi 26) o Cicli Coppini (via A. Franchi 12). Quindi non vi resta che partecipare, e per farlo basta registrarsi gratuitamente cliccando qui. Altrimenti, per rimanere informati sulle attività del progetto Riversibility, registratevi cliccando qui. Foto: Eventbrite.it

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 gen 2017

La bicicletta protagonista del calendario 2017 della Polizia Municipale

di Cristina Betti

Il consueto calendario pubblicato ogni anno dalla Polizia Municipale ha come protagonista del 2017 la bicicletta. Si è tenuta il 22 dicembre alle 11,00 in Sala Giunti la Conferenza Stampa per la presentazione del consueto calendario autoprodotto dalla Polizia Municipale, arrivato quest'anno alla sua tredicesima edizione: a presentare il calendario, ed anche i dati dei sinistri stradali pratesi del 2016, il Comandante della Polizia Municipale Andrea Pasquinelli.  La bicicletta è stata scelta non solo come simbolo di mobilità sostenibile, ma soprattutto perché, purtroppo, risulta essere il mezzo più coinvolto in incidenti stradali. Per contribuire ad una diffusione delle buone pratiche, il calendario presenta fotografie e consigli per ricordare come circolare in modo sicuro con il mezzo a due ruote. Oltre al calendario, si sono esposti i sinistri che hanno coinvolto l'area pratese da gennaio a settembre del 2016, in particolare si sono analizzati i sinistri stradali: gli incidenti stradali nei primi nove mesi del 2016 sono stati 1.075 contro i 919 dello stesso periodo del 2015, tra questi gli incidenti con solo danni a cose sono stati 387 (+32,99%), quelli con feriti 685 (+10,13%) e 3 quelli mortali (-50%). Il trend dei sinistri stradali totali dal 2008 al 2012 è tendenzialmente in calo: da 1806 incidenti si è arrivati a 1260. E ancora: le strade con maggiore incidentalità sono: viale Leonardo da Vinci (73), via Pistoiese (30), via Roma (28), viale Galilei (26), via Firenze (25), via Paronese (21), via Ferrucci (21), via Filzi (21) e via Valentini (20).* "Dopo un lungo calo dal 2008 al 2012, la situazione sui sinistri stradali negli ultimi anni è sostanzialmente stabile - ha affermato il comandante della Polizia municipale Andrea Pasquinelli - Questo significa che le misure prese in precedenza, come la patente a punti e alcuni inasprimenti dei reati e delle sanzioni, non riescono più a incidere”.  C'è ancora molto da fare quindi per una migliore educazione e morale stradale, non solo delle nuove generazioni, e per un miglior controllo da parte della autorità, a tal proposito è previsto per gli inizi del 2017 un bando per l'assunzione di nuovi agenti.   * fonte: Comune di Prato  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 dic 2016

18 dicembre: Merry Critical Mass Prato!

di Cristina Betti

La prima biciclettata di massa di Prato, rinviata causa maltempo, ci riprova il 18 dicembre alle ore 15:30. Partenza da P.zza delle carceri. Non perdevi questa critical mass in atmosfera natalizia organizzata dal gruppo Critical Mass Prato.   *Merry Critical Mass*Domenica 18 dicembre alle 15:30 in Piazza delle Carceri a Prato arriva la Critical Mass in versione natalizia, con musica a tema! Venite in bici, con i pattini, in skateboard, in risciò, oppure sulla vostra slitta con le renne travestiti da Babbo Natale. Invadiamo le strade per fare un regalo alla Città: la prospettiva nuova (e antica) di una mobilità sostenibile, leggera, che non inquina l'Aria e che non assedia lo Spazio. Consigliati gadget natalizi! Così il gruppo Critical Mass Prato annuncia sulla propria pagina facebook la prima biciclettata di massa per le vie della città il giorno sabato 18 dicembre, partenza presso Piazza delle Carceri alle ore 15,30. La critical mass è una coincidenza organizzata di ciclisti, in altre parole un gruppo di ciclisti, amici e non, che si ritrovano in bici e che hanno voglia di godersi la città pedalando. E' un modo per riconquistarsi la città, completamente occupata dalle macchine, attraverso uno strumento come quello della bicicletta, che rivendica una migliore mobilità nelle città ed anche un minor impatto ambientale. La critical mass non è una protesta, uno sciopero, o una manifestazione. Il loro slogan è "noi non blocchiamo il traffico, noi siamo il traffico": non chiedono nulla se non di riprendersi gli spazi stradali che ad oggi sono ad uso esclusivo di macchine, suv e motori. Qui sotto la descrizione della prima biciclettata dell'evento su facebook: A Prato ci sono 70 veicoli ogni 100 abitanti e vengono abbondantemente superati i limiti per le polveri sottili raccomandati dall'Organizzazione Mondiale della Salute http://maps.who.int/airpollution/. A questa situazione rispondiamo portando a Prato la Critical Mass, un'iniziativa diffusa ormai in molte città di tutto il mondo: montiamo tutti insieme in sella alla bicicletta e a ritmo di musica ci prendiamo per un pomeriggio le strade, che normalmente appartengono solo alle auto. Liberiamo la città dal traffico e dall'inquinamento atmosferico per ritrovare uno spazio che sia a misura d'uomo, di tutti e respirabile, non più ostaggio delle macchine!Si possono portare casse portatili, maracas, fischietti, si può venire anche in skateboard o coi pattini... diventerà una festa itinerante!per maggiori dettagli http://criticalmassfirenze.blogspot.it/2009/06/critical-mass-frequently-asked-question.html Per maggiori informazioni visitare la pagina di facebook: Critical Mass Prato. Noi non blocchiamo il traffico, noi siamo il traffico!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 dic 2016

In progetto una superstrada ciclabile fra Firenze e Prato

di Cristina Betti

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha annunciato il finanziamento del progetto da 5 milioni, presentato dal Comune di Prato, per realizzare la più grande superstrada ciclabile del Centro Italia.  Sabato 5 novembre è stato siglato il "Patto per Firenze" fra il premier Matteo Renzi e il sindaco Nardella: di interventi infrastrutturali per vari progetti, 5 milioni verranno impiegati per la realizzazione del maxi progetto di superstrada ciclabile Firenze-Prato, che seguirà la Perfetti-Ricasoli. La proposta era stata avanzata dall'assessore alla mobilità di Prato Filippo Alessi, che durante una passata riunione convocata per la metropoli fiorentina, aveva pensato a una mobilità più sostenibile fra le due città. "E' un progetto molto interessante  - commenta l'assessore Alessi - facilmente realizzabile per il quale, oggi, ringraziamo Nardella che l'ha inserito nel Patto per Firenze e Renzi che ha messo a disposizione i fondi per realizzarla" Il tracciato, di circa 20 km, dovrebbe seguire la Perfetti-Ricasoli: partendo da Prato, la futura superstrada ciclabile inizierebbe dalla Declassata, seguirebbe la Perfetti-Ricasoli, entrando così nel territorio di Signa, proseguirebbe nel Parco della Piana e si immetterebbe infine nel sistema delle piste ciclabili fiorentine. Ancora non sono chiari i tempi di realizzazione del progetto e come saranno suddivise le responsabilità dei lavori. Sicuramente dovrà essere coinvolta la Regione. Il progetto è destinato a diventare, se realizzato, la più grande superstrada ciclabile del centro-Italia, speriamo pertanto che la pianificazione sia effettuato con rigore: la ciclabile dovrà essere adeguatamente progettata, che sia illuminata, non tortuosa, che attraversi tratti non deserti e che si colleghi ad altre ciclabili cittadine. Dovrà essere una ciclabile non di svago ma destinata ai "pendolari" e ai lavoratori, in modo da poter essere una vera alternativa ai mezzi privati e modello di mobilità sostenibile.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 dic 2016

Parcheggio bici di Porta al Serraglio: è stato messo in sicurezza?

di Cristina Betti

Un anno fa era stata promessa la messa in sicurezza del parcheggio per le biciclette di Porta al Serraglio: qual è ad oggi la situazione? Nel luglio 2015 l'assessore alla mobilità Alessi aveva annunciato di voler rendere il parcheggio per le biciclette della Stazione di Prato Porta al Serraglio un posto più sicuro (sia per le persone che per i mezzi a due ruote) dotando l'accesso al parcheggio di un cancello apribile solo tramite tessera elettronica. Tale tessera sarebbe stata fornita da Essegiemme tramite un abbonamento acquistabile con una cifra "simbolica". "Si tratterà di un prezzo simbolico, - diceva l'assessore Alessi nel luglio di un anno fa - per tenere lontane droga e delinquenza. In poche parole, si potrà accedere al parcheggio solo tramite una tessera, che verrà rilasciata da Essegiemme."* Ad oggi la tessera elettronica non risulta acquistabile, anzi, la piastra che è stata correttamente installata di fatto è inutilizzabile. Il personale della Essegiemme, che afferma di non sapere quando e se saranno distribuite le tessere in futuro, si limita ad aprire il cancello del parcheggio "a richiesta", quindi senza effettuare un vero controllo. Inoltre questo servizio di "apertura" è effettuabile soltanto durante l'orario di servizio del personale, rendendo quindi il parcheggio non praticabile in orario non lavorativo. L'area inoltre continua ad essere un punto critico della città per quanto riguarda la questione della sicurezza: la stazione è poco frequentata in determinati orari oppure mal frequentata; poco illuminata e trascurata nelle aree che riguardano il parcheggio. Anche il parcheggio esterno è di fatto molto soggetto a vandalismo. Il PUMS (vedi qui il nostro articolo) prevede la costruzione di una Velostation (edifici la cui caratteristica principale è quella di fornire un parcheggio al coperto e custodito per le biciclette, ma dove in realtà si forniscono anche altri servizi - infatti al parcheggio vengono affiancati bar, officine, negozi per biciclette...) solo nella Stazione di Prato Centrale, ma data la situazione e anche la praticità della Stazione di Porta al Serraglio, ci auguriamo che possa essere presa in considerazione la possibilità di installarla anche a Porta al Serraglio, o perlomeno che sia messa in atto una nuova politica di riqualificazione del parcheggio per le biciclette.   * fonte: La Nazione di Prato - 4 luglio 2015

Leggi tutto    Commenti 0