17 ago 2017

Proteste per il taglio degli alberi per far posto alla nuova scuola


Sul Viale Montegrappa sono stati tagliati dei pini per far posto alla costruzione della scuola: proteste fra i cittadini.


Il 9 agosto 26 pini pluriquarantenni sono stati abbattuti sul Viale Montegrappa per fare posto alla nuova scuola materna di Ponzano. Gli alberi si trovavano nell’area dei giardini che dalla parte est del viale – dal lato di viale Marconi – confinano ad ovest con viale della Repubblica e a nord con il fiume Bisenzio. Già da 10 anni è stata scelta per la localizzazione della nuova scuola, che farà parte dell’Istituto Comprensivo Pier Cironi. I cittadini protestato perché nei pressi c’era un’area sterrata che poteva essere scelta per ubicare la scuola, senza la necessità quindi di abbattere alberi sani.

Il comune rassicura che verranno adeguatamente piantati nuovi alberi:

«Il progetto della nuova scuola – afferma l’assessore comunale all’Urbanistica Valerio Barberis – prevede la ripiantumazione di nuovi alberi: 2 carpini bianchi, 12 alberi assortiti fra meli, nespoli e melograni, 6 ciliegi da fiore e circa 80 metri di nuove siepi e altri alberi da piantare in prossimità della recinzione della scuola. Parte dell’area verde della scuola sarà accessibile a tutti i cittadini, perché farà parte di un centro gioco – che prevede la realizzazione di una piazza coperta – per le famiglie del quartiere. La nuova scuola sarà inoltre costruita secondo i principi dell’ecosostenibilità, tramite l’uso di materiali ecologici in legno e risorse rinnovabili. È un progetto innovativo».*

Il sindaco inoltre informa che ogni anno circa 100 alberi, fra malati e morti, vengono rimossi a Prato per poi essere sostituiti con il doppio delle piante.

Non ci resta altro che vedere se questi nuovi alberi verranno veramente ripiantati.

 

*Fonte: Il Tirreno – Prato

 


abbattimento alberialberiambientecomune di pratonuova scuola maternascuola


Lascia un Commento