05 dic 2016

Mura di San Niccolò: si festeggia la fine del restauro


Completato il restauro delle mura di San Niccolò rovinate durante le raffiche di vento del marzo 2015: martedì 6 dicembre alle 15:00 i festeggiamenti.


Il 5 marzo del 2015 i forti venti che avevano coinvolto il territorio toscano avevano provocato il crollo delle Mura di San Niccolò nel tratto di Porta Leone. Subito dopo i danni, la Fondazione Conservatorio San Niccolò aveva avviato le prime raccolte fondi e presentato il progetto, affidato all’architetto Carlo Biasi, al comune.

 

Le mura crollate (foto: Il Tirreno)

Le mura crollate (foto: Il Tirreno)

Il restauro era stato avviato nell’ottobre 2015 con un costo previsto di 300mila euro. I lavori hanno previsto il riutilizzo del materiale originario: la parte esterna ha mantenuto l’aspetto originario mentre all’interno sono stati installati dei micropali per evitare futuri crolli.

Da qualche giorno i lavori sono stati completati e la cinta muraria è stata sgombrata da tutte le impalcature. Per l’inaugurazione del 6 dicembre sono previste la benedizione del Vescovo Agostinelli e il ringraziamento all’avvocato Guido Giovannelli, presidente della Fondazione Conservatorio San Niccolò che è proprietaria delle mura e che ha permesso il restauro.

Nel programma della giornata è prevista anche l’inaugurazione della Piazza Cardinale Niccolò, interessata dai lavori di riqualificazione commissionati dal Comune di Prato, sperando che il tempo permetta il completamento dei lavori in occasione della Festa di San Nicola.

 

Le mura a fine dei lavori (foto: Notizie di Prato)

Le mura a fine dei lavori (foto: Notizie di Prato)

 


comune di pratofondazione conservatorio san niccolòmurarestauro


Lascia un Commento